giovedì 22 maggio 2014

DUE PODI PER GLI ATLETI DELLA KICK BOXING DELLA PALESTRA SENSAZIONE DI APRILIA A CATANIA.




 È andata via in un lampo anche la terza gara nazionale di questo 2014 ricco d’emozioni, record battuti, ed incontri epici che resteranno nella nostra memoria per parecchio tempo. Dopo la bellezza di ventotto anni ci ritroviamo a disputare per la seconda volta i Campionati Italiani di sport da tatami a Catania, la meravigliosa città barocca della costa orientale siciliana. Ci ospitava per l’occasione il mastodontico Palacatania, palazzetto aperto nel 1997 in occasione delle Universiadi con una capienza di 4500-5000 spettatori. Fantastica l’accoglienza da parte della città Catanese. Da vera gente del sud, i siciliani cercano di non far mai mancare niente ai loro ospiti e posso confermarlo personalmente. Sotto il sole di Catania e ai piedi del “Mungibeddu”, oltre 900 atleti provenienti da tutta Italia si sono scontrati sugli otto tatami allestiti per l’evento organizzato dalla società Okinawa del M. Carmelo Strano con il sostegno di Giorgio Lico e Nicola Traina, responsabili degli eventi nazionali. Quaranta gli arbitri coinvolti, diretti dai commissari di riunione Alfredo Zica e Angelo De Razza, arbitravano il primo giorno 495 atleti per il contatto continuato, ed il secondo giorno i restanti 406 del Point Fighting. Uno staff efficiente si prendeva cura dell’ordine, conducendo un egregio lavoro nel mantenere le aree sgombre, inoltre la gara si è finita in tempi, fino qualche tempo fa impensabili: otto ore il primo giorno e sei ore il secondo, sintomo di un’efficienza organizzativa da elogiare, frutto di programmazione ed esperienza nella gestione e se pensiamo che questo è già il secondo campionato italiano che si svolge in assenza del Presidente Ennio Falsoni, possiamo scommettere che ciò che si delinea all’orizzonte sia una federazione che guarda con ottimismo ad un futuro ormai veramente prossimo. La manifestazione si apre con il classico intervento del Vice-Presidente Vicario Giorgio Lico, che, ricordando i suoi fasti da atleta, dichiara di aver vinto proprio a Catania uno dei suoi titoli Italiani! Dopo il doveroso Inno di Mameli, la gara ha inizio. La spedizione Kbft parte con due atleti, il maestro Giovanni Fino e due accompagnatori: Mauro Russo e Gelsomino Iorizzo. Dopo 2 giorni di competizioni la kbft conquista 2 podi: Point Fighting junior-senior gialle-arancio-verdi categoria +80 kg 2° classificato Lorenzo Iorizzo Light Contact junior-senior gialle-arancio-verdi categoria -55 kg 1^ classificata Sara Spirito.
Alessia Locicero
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica