lunedì 24 febbraio 2014

L'Associazione "Aprilia in Movimento" replica alla consigliera Tomassetti.




Con riferimento all’interrogazione comunale presentata dalla Consigliera del P.D., dott.sa Monica Tomassetti, l’Associazione Aprilia in Movimento intende replicare come segue: “Innanzi tutto vogliamo ringraziare la Consigliera Tomassetti per avere fatto riaccendere l’attenzione sulla nostra Associazione, Aprilia in Movimento, e con essa sulla Banca del Tempo di Aprilia in quanto non semplicisticamente “progetto di per sé utile” ma quale efficace strumento di socializzazione e di valorizzazione della persona nella sua unicità, oltre che di promozione e sviluppo di un’economia informale, locale, etica e sostenibile. Tale progetto, infatti, esiste realmente, così come concretamente la nostra Associazione che ha, appunto, come scopo sociale la promozione e lo sviluppo di una Banca del Tempo, tanto da essere stata riconosciuta a livello nazionale. Certo, la Consigliera avrebbe fatto bene, prima di presentare un’interrogazione comunale priva del seppur minimo fondamento, ad informarsi adeguatamente su quello che è e su come si gestisce una Banca del Tempo, nonché su chi è e su cosa ha fatto veramente l’Associazione Aprilia in Movimento. In questo modo, infatti, avrebbe risparmiato del tempo prezioso al sindaco, Antonio Terra, ed al Consiglio tutto, “ colpevoli” a suo dire, di avere rinnovato la convenzione alla nostra Associazione, in quanto “di chiara connotazione politica vicino al Movimento 5 Stelle”. Ebbene, fare politica a tutti i costi, purtroppo, ha un prezzo, e spesso chi vuole apparire come paladino della giustizia, sparando a zero su tutto e tutti, rischia di essere sbugiardato pubblicamente. Riferendoci alla chiara connotazione politica che la Consigliera ha deciso di affibbiare alla nostra Associazione, vorremmo replicare che Aprilia in Movimento non ha mai svolto attività politica per alcun movimento, lista o partito, né mai si è connotata d’alcun colore politico, al contrario, si è sempre proposta, in quanto così è stata costituita, come associazione apolitica e no profit. Tuttavia, vivendo in uno stato democratico e di diritto, la nostra Associazione mai ha ritenuto di dovere applicare censure e/o ristrettezze sull’eventuale ammissione tra i soci di persone di diverso e/o uguale credo politico. L’art. 3 della nostra Carta Costituzionale enuncia, infatti, il principio d’uguaglianza, vietando, per la fortuna di tutti noi, compresa la Consigliera, qualsiasi forma di discriminazione, anche di carattere politico. Non solo, sempre secondo quanto previsto nella nostra Carta Costituzionale, e dalla Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo “ogni individuo ha il diritto alla libertà d’opinione e d’espressione, incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione”. Ne deriva che, in un’ottica di vera democrazia, mai avremmo potuto chiedere ai nostri iscritti di non pensare, di non avere opinioni di non essere più liberi, come, invece, avrebbe preferito la Consigliera Tomassetti. In ordine, poi, all’attività di gestione della “Banca del Tempo” svolta dalla nostra Associazione, a detta della Consigliera ferma al 20.11.2012, giova al contrario evidenziare come, Aprilia in Movimento sia inserita stabilmente nella rete di collaborazioni e coordinamento creata sia a livello locale che nazionale. La stessa, infatti, si è fatta promotrice di numerosi eventi ed iniziative tra cui anche spettacoli teatrali e giornate ecologiche che, lungi dall’essere estranee all’attività istituzionale della Banca del Tempo, sono, al contrario, assolutamente fondamentali per creare quella necessaria socializzazione che, da sempre, è alla base dell’attività della B.d.t.. Questa, infatti, è in primo luogo valorizzazione della persona. Mai e poi mai, sarebbe, quindi, possibile istituire un “format per l’iscrizione on line”. Se la Consigliera Tomassetti fosse andata a “ scuola di tempo”, queste cose, le avrebbe potute sapere e non a caso la nostra Associazione ha investito molto sulla formazione! Soltanto nel mese di gennaio 2014 ben sette persone hanno conseguito l’attestato per operatori di sportello e, tutto questo, a spese della nostra Associazione che, da sempre, si autofinanzia senza chiedere né rimborsi, né contributi all’Amministrazione. Quale sarebbe, dunque, il danno subito dall’Amministrazione e dalla cittadinanza? Forse quello di avere usufruito gratuitamente di un servizio? Queste sono le domande a cui la Consigliera dovrebbe rispondere, e di certo nella risposta troverà il motivo per il quale l’Amministrazione ha deciso di rinnovare la convenzione alla nostra Associazione. Per tali ragioni, non staremo a spiegare i nostri ultimi risultati né gli obbiettivi raggiunti, ma faremo di più, inviteremo formalmente la Consigliera del PD, Monica Tomassetti, ad iscriversi alla BdT così almeno, se qualche correntista richiederà la propria attività, potrà veramente mettere a disposizione il suo tempo a favore della collettività. Con l’occasione estendiamo l’invito anche a tutta la cittadinanza, la quale, se interessata ad iscriversi e/o a sapere cos’è, cosa fa e cosa vorrebbe fare la Banca del Tempo Aprilia potrà rivolgersi agli operatori dello sportello sito al primo piano del Palazzo di Vetro di Piazza dei Bersaglieri, nei giorni di lunedì, dalle ore 10 alle 13, ed il martedì, dalle ore 16 alle 19, i quali, con orgoglio e passione, saranno lieti di fornire tutte le informazioni necessarie, e d’illustrare i vari programmi ed iniziative in corso”.
Associazione Aprilia in Movimento
Share on :

1 commenti:

Anonimo ha detto...

Un consigliere in un consiglio comunale dovrebbe essere pagato da noi tutti ( poco o tanto non importa) perchè con il buon senso e lo studio accurato dei fatti elabora " buoni consigli" ......come si colloca questa paradossale vicenda nel contesto descritto?

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica