mercoledì 11 dicembre 2013

”IBIS ONLUS” DI NETTUNO: “INSIEME PER LA SARDEGNA”.




L’Associazione Culturale “IBIS Onlus”, con sede e laboratori siti a Nettuno in Via Menni, n. 2 (già Divina Provvidenza) oltre che occuparsi della divulgazione e sviluppo arti figurative nelle sue molteplici varietà, ha umanamente inteso solidarizzare con la popolazione sarda duramente colpita di recente da una vera catastrofe ambientale che ha causato ben 16 morti, che ha privato molta gente dei mezzi di sussistenza, che ha distrutto coltivazioni, ovili e laboratori artigianali; in modo tale da mettere in ginocchio un’economia già precaria da moltissimi anni, proponendo una “Maratona artistica di musica e d’arte varia”. Così, su un’iniziativa corale dei vari esponenti dell’Associazione, capitanati dal Maestro d’Ascia Ferdinando Fornaro, instancabile Presidente della “IBIS Onlus”, sabato 7 dicembre 2013, con inizio alle ore 19:00, presso i locali della sede dell’Associazione, si è svolta una performance artistica, unica nel suo genere, il cui scopo è di creare un momento di condivisione e di solidarietà con il popolo sardo e, non certo ultimo, quello di prevedere, per chi lo voleva, una raccolta di fondi in favore dei comuni alluvionati. Alle 19:00 in punto, nella sala adibita a laboratorio teatrale, Ines Maggio, presentatrice della serata che nulla ha fatto per non tradire le sue acclarate origini sarde, dava inizio alla “Maratona” chiamando al microfono il Consigliere nel Comune di Nettuno, Mario Pitò, il quale con una breve ma efficace allocuzione portava i saluti beneauguranti del dott. Alessio Chiavetta, sindaco di Nettuno, augurando così un’ottima riuscita della manifestazione insieme con una buona raccolta di fondi per un’esigenza umanitaria di così alta rilevanza a livello nazionale. Subito dopo, alla presenza di un entusiasta e folto pubblico, di tutti gli artisti intervenuti alla serata e dei membri e familiari della Onlus stessa, è iniziato lo spettacolo con l’esibizione del giovane e bravissimo Gianmarco Scaparro che ci ha deliziato con la sua voce e la chitarra. A seguire, il giovanissimo ed altrettanto bravo Matteo Marseglia, che con il suo sassofono (sax in gergo) e le sue musiche ed i “ghirigori musicali” ci ha fatto “vibrare” non poco. Un momento molto toccante è stato, quando la presentatrice Ines Maggio ha recitato in lingua sarda un poetico e struggente brano tratto dagli scritti di Marcello Fois, scrittore e poeta sardo che ha veramente commosso tutto l’auditorio per non parlare delle lacrime della Ines. Per tirare su un po’ gli animi, ecco fare un maestoso ingresso Stefania Giannetti, bellissima danzatrice del ventre; che con le sue due esibizioni ha fatto sì che si creasse un brillante clima internazionale e molto coinvolgente, e affascinante nel seguire i suoi aggraziati movimenti osé ed ammiccanti: veramente un grande spettacolo d’arte (naturalmente molto di più per i maschietti!). Tra i veementi applausi per la danzatrice del ventre che usciva dalla scena, ecco preparare la strumentazione da parte dei elementi il “Let Quartet Band Etno-Jazz”: veramente, ma veramente eccezionali; un quartetto di percussionisti tra i più “forti” che abbia mai sentito suonare; Jazz allo stato puro misto a musiche etno: Fantastico! Mani e dita su bongos e tamburelli mossi con dolcezza ma anche con estrema veemenza musicale; ripeto: davvero fantastico! Dopo diverse esibizioni, essi si sono superati coinvolgendo nell’esibizione finale anche il giovane sassofonista Matteo Marseglia, che accettando l’invito dopo un marcato imbarazzato, ha suonato alcuni brani di jazz puro con estrema facilità, meritando veementi applausi e totali consensi d’approvazione. Un momento “tranquillo” si è succeduto, quando è stata chiamata ad esibirsi con il vibrafono una dolce, gracile e leggiadra ragazza, laureanda al Conservatorio di musica di Roma: Valeria Drago. Le dolci note che ha fatto uscire dallo suo difficile, strumento hanno deliziato il pubblico tanto da addolcire l’animo dei presenti, dopo tanto “tambureggiare” dei Let Quartet. In finale di manifestazione, ecco presentarsi i Killer of Cortez: una band di rock alternativo Questo gruppo locale ha presentato vari pezzi musicali da loro stessi prodotti; non vi sono parole se non per dire anche per loro “Veramente eccezionali”, hanno fatto vibrare, nel vero senso delle parole, tutti i presenti come le corde tese delle loro chitarre ed in particolare ha colpito il loro batterista, un vero fenomeno allo strumento. Complimenti! Sono stati così “diabolicamente” coinvolgenti, che le loro canzoni e le musiche hanno esaltato ed “agitato” il nutrito numero di spettatori tra cui moltissimi ragazzi entusiasti della performance. La graziosa Ines Maggio ha chiuso la manifestazione, ringraziando tutti i presenti convenuti per l’occasione ed, augurando alla sua Terra sempre migliori fortune, inoltre, ha coinvolto gli spettatori con un beneaugurante ”Forza Paris”: Certamente tutti noi faremo il tifo per la Sardegna! Per informazioni, contatti e per successive donazioni “PRO SARDINIA” collegarsi al sito www.ibisonlus.com oppure inviare un’email all’indirizzo: info@ibisonlus.com, in altre parole recarsi nei locali dell’Associazione siti a Nettuno in Via Menni n. 2 (già Divina Provvidenza).
Walter Vicini
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica