sabato 1 giugno 2013

DUE MILIONI DI EURO DALLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI AL COMUNE DI CORI.



Il Comune di Cori ottiene un anticipo di quasi due milioni d’euro dalla Cassa Depositi e Prestiti che ha accolto la richiesta d'anticipazione di liquidità secondo quanto stabilito dal decreto legge 35/13, in materia di disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della Pubblica Amministrazione. Come ha spiegato l’Ass. al Bilancio Mauro De Lillis - “Pur avendo rispettato anche nel 2012 i limiti di spesa imposti dal Patto di Stabilità e i parametri indicati dalla Corte dei Conti per gli Enti non strutturalmente deficitari, per andare incontro alle legittime richieste delle imprese che vantano crediti nei confronti del Comune abbiamo deciso di sfruttare questo strumento previsto dalla legge, che consente un’anticipazione delle somme comunque destinate agli Enti locali. Ciò in seguito all’attuale mancanza di liquidità che non ci consente di onorare tempestivamente i debiti pregressi, causata in gran parte dal notevole taglio ai trasferimenti erariali subito in questi anni (più 1milione e mezzo d’euro), a cui si aggiunge l’altra riduzione prevista per il 2013 (ancora da quantificare) e dalla contrazione delle entrate proprie dell’Ente, dovuta alla crisi economica generalizzata, che sta limitando la capacità contributiva dei cittadini.”. Per accedere alla misura prevista dalla normativa è necessario che i debiti per i quali si chiede l’anticipazione siano certi, liquidi ed esigibili, e maturati entro il 31 dicembre 2012. Dopo una ricognizione complessiva per accertare l’ammontare dei debiti che rientrano nei parametri previsti dal decreto, è stata inoltrata la richiesta formale alla Cassa Depositi e Prestiti. L’importo chiesto dal Comune di Cori ammontava a circa 3milioni e 100mila euro, l’equivalente di tali ritardati pagamenti, certificati dalla Ragioneria comunale, e per i quali è stata emessa fattura o richiesta di pagamento entro tale termine. La Cassa Depositi e Prestiti ha dato esito giusto all’istruttoria, trasmettendo il contratto riguardante l’anticipazione di liquidità per un importo pari a 1.934.930,22 € che sarà erogato in due frazioni, una nel 2013 e l’altra nel 2014. “Nei prossimi mesi la pratica con la Cassa Depositi e Prestiti sarà perfezionata e potremo iniziare a liberare liquidità – conclude De Lillis – cominciando a pagare i nostri creditori e restituendo una boccata d’ossigeno alle imprese”.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica