martedì 18 giugno 2013

ADOTTA UN GIARDINO A CORI.



Legambiente sbarca a Cori: Dopo l’avvio a Cori delle attività previste dal progetto «CoGestire Verde», con le iniziative collaterali e le campagne informative scolastiche, il circolo «Cora Viridis» allarga la sua rete d’operatori volontari, siglando l’intesa «Adotta un Giardino», con le prime associazioni giulianesi. Giovani blogger e un gruppo interculturale tutto al femminile hanno abbracciato la proposta del cigno verde di estendere a tutto il Comune la promozione della riscoperta delle aree verdi, attraverso la loro riqualificazione e valorizzazione, cominciando a raccogliere, anche nell’antico Castrum Juliano, adesioni e supporto al progetto stilato e condiviso con l’Assessorato all’Arredo Urbano. È già stato scritto un programma di massima per dare il via nelle prossime settimane alla pulizia e alla cura partecipata d’alcuni giardini pubblici ed altri particolari siti del borgo, a cui si aggiungeranno importanti appuntamenti riguardanti il Monumento Naturale Lago di Giulianello.   In due hanno firmato il protocollo. «Il Grido» è una squadra di ragazzi che gestiscono un proprio blog, a lungo tra i primi 5.000 d’Italia, secondo la classifica Ebuzzing, nato nel 2010 e molto attivo sia su internet sia sul territorio: Di nuovo operativo dopo una pausa che l’ha visto tornare sulla scena con una formazione quasi completamente rinnovata e più numerosa. L’Associazione culturale «Chi dice donna …» si occupa di teatro e culture della tradizione popolare e multietnica. Impegnata nella promozione del paese, partendo dalla riscoperta del dialetto giulianese e valorizzando gli elementi di interculturalità che caratterizzano sempre più la comunità, attraverso rappresentazioni teatrali, didattica nelle scuole, laboratori sociali ed altre manifestazioni. Salgono a nove i firmatari dell’accordo per la gestione condivisa con l’Ente degli spazi verdi comunali. Sbandieratori dei Rioni, Storici Sbandieratori delle Contrade, Argo ed i Comitati di Via Arboreto, Tempio d’Ercole e Porta Romana. Al fianco di Legambiente, e col sostegno dell’Amministrazione comunale, del Consiglio Giovani, del Consiglio di Comunità e di tanti altri privati cittadini, hanno dato vita in queste settimane a significative mobilitazioni popolari. Ondate di volontariato ambientalista terminate con l’iniziale ripulitura del Parco “Cervi”, riaperto al pubblico dopo anni d’inagibilità ed i giardinetti «Zitarelli», «Troiani» e «San Francesco».
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica