giovedì 21 marzo 2013

LATINA: PROGETTO AMLETO, 23-28/3/13.






Debutterà sabato 23 marzo alle ore 21, presso la Sala Teatrale della compagnia Latitudine Teatro°, in Via Cisterna 3 a Latina, lo spettacolo “Hamlet” che replicherà fino al 25 marzo ed a seguire, il 26 marzo, sarà la volta di “Sguardi” che replicherà fino al 28, entrambi con la regia di Stefano Furlan, direttore del Centro di Formazione Produzione Teatrale Latitudine Teatro°. Furlan porta in scena uno dei testi più straordinari del bardo londinese Guglielmo Shakespeare, l’Amleto, e lo fa con due appuntamenti diversi: “Hamlet” che è una messa in scena fedele del testo shakespeariano e “Sguardi” ovvero quattro quadri sui personaggi chiave del testo, Re Claudio, lo Spettro, Gertrude e Ofelia. A questi si aggiunga la performance “Il Carro dei Comici – Hamlet’s Fool” in cui una sgangherata compagnia teatrale deve raccontare la triste storia del Principe Amleto in pochi minuti, attraverso momenti ironici e dissacranti, ma entriamo nello specifico:

“Hamlet” (23/24/25): ci si trova davanti personaggi in attesa del dramma. Pronti a un nuovo inizio della storia che da sempre li incatena allo stesso finale. Ogni volta la speranza è che la scrittura indichi una risoluzione diversa. Senza copione non c’è battuta che ognuno di loro possa dire. Ecco allora che come in una sorta di prova a tavolino, lentamente, il percorso della storia prende forma e il personaggio diventa parte di un intreccio che lo sovrasta, riportandolo al punto di partenza. Una lettura scenica del celebre testo shakespeariano, incentrata sulla giovane età dei protagonisti, costretti a crescere all’interno di una prigione di regole, distorte da un mondo d’adulti ruffiani, assassini e lussuriosi. Il testo è ridotto al minimo e l’attenzione è focalizzata sul dramma delle passioni che spingono in avanti l’azione fino a renderla violenta, folle, delirante e assassina.

“Sguardi” (26/27/28): Hamlet’s Fool: nella performance gli attori ripercorreranno i punti fondamentali dell’opera, sottolineando con tecnica clownesca vizi e virtù dei protagonisti.
Gertrude: il quadro presenta diversi aspetti di un carattere in bilico tra l’ambizione e l’incapacità d’essere regina e madre, rappresentata dalle attrici con alcune battute guida del personaggio.
Ofelia: un’interpretazione che scardina completamente l’immagine dell’ingenua ragazza amata da Amleto, una donna che si mostrerà capace di rivendicare con rabbia il suo ruolo di donna e amante.
Re Claudio: la performance prende spunto dal personaggio del fratello assassino. Si susseguono immagini e storie di moderni Re Claudio, uno sguardo ironico su quella che sembra essere una delle figure più vicine ai nostri giorni.
Spettro: un ritratto che parte dalle vendette personali, passa per il grido delle madri dei “desaparecidos” argentini, fino ad arrivare ai protagonisti della banda della Magliana. Dal particolare all’universale. Le parole degli attori sottolineano il subdolo insinuarsi di un sentimento che spesso presenta solo il volto nobile della sua causa e poco la possibile violenza.

In scena: Morris Sarra, Silvia Ciarmatori, Marinella Scavone, Michela Sarno, Isabella Giusiani, Sara Negrosini, Vanessa Caldon, Valentina D’Agostino, Alessandra Gianolla, Lorenzo Scalia, Emiliano Solferino, Chiara Agresti, Lara Lasala, Roberta Silvestre, Francesca Mento. Assistente al progetto e Ufficio Stampa, Michela Sarno. Costumi e oggetti di scena, Gabriella Morgagni. Progetto luci, Gianluca Cappelletti. Foto di scena, Maurizio Di Pietro e Giovanna Flori. Vocal Coach, Giovanni Silvia. La sala è a posti limitati, si consiglia quindi la prenotazione ai numeri 07731761425 – 3332854651 oppure info@latitudineteatro.it.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica