sabato 2 marzo 2013

Aprilia: Raccolta differenziata porta a porta.

«Si è ritenuto opportuno spiegare alla Città la straordinaria portata del progetto di estensione della raccolta differenziata porta a porta su tutto il territorio comunale. Si tratta di un percorso laborioso e difficile, che comporta un’azione meticolosa e per step. L’avvio di questo nuovo modo di gestire la nettezza urbana e l’igiene pubblica in tre frazioni estese e popolate come Casalazzara, Campoleone e Vallelata rappresenta per la Città intera una vera svolta, che l’amministrazione sta perseguendo con un investimento economico e progettuale adeguato. L’amministrazione, con progetti come il percorso Rifiuti Zero appena varato dal Consiglio Comunale, ha ormai indirizzato la sua azione verso la strada dell’ecosostenibilità ambientale, della riduzione dei costi di conferimento in discarica e dell’allontanamento di ogni tentazione di incenerimento dei rifiuti eccedenti. È chiaro che il successo in termini di incremento della percentuale della raccolta differenziata passa attraverso l’impegno e la presa di coscienza di tutte le famiglie di Aprilia, cui l’amministrazione sta fornendo gli strumenti per una migliore gestione dei rifiuti in forma differenziata. Per questo è fondamentale una quanto più possibile capillare informazione sulle modalità di funzionamento del porta a porta. Del resto, questa procedura è stata già adottata nella zona Montarelli, dove ha funzionato egregiamente. Stupiscono, pertanto, le dichiarazioni del consigliere Ilaria Bencivenni, già assessore della giunta Santangelo, per la superficialità e per il mero scopo elettorale, legato per lo più alla sua esigenza di apparire, persino utilizzando argomenti che nulla hanno a che vedere con la propaganda, ma viceversa solo con la corretta diffusione dell’informazione».
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica