venerdì 22 marzo 2013

Aprilia: Il risanamento di Casalazzara.

Il risanamento delle periferie e la riqualificazione igienico-sanitaria delle aree della Città ancora sprovviste di opere pubbliche primarie, è stato nuovamente oggetto di dibattito e confronto in una delle assemblee promosse dall’amministrazione comunale. Lunedì 18 marzo 2013 il dialogo diretto con i cittadini si è spostato a Casalazzara, in una delle borgate più demograficamente rilevanti nella zona nord di Aprilia. L’amministrazione comunale ha incontrato i cittadini e i delegati dei diversi consorzi di autorecupero presso l’agriturismo Latini. Insieme con il sindaco f.f. Antonio Terra sono intervenuti gli assessori agli Affari Generali Luigi Bonadonna e ai Lavori Pubblici Mauro Fioratti Spallacci e il Presidente della I commissione consiliare permanente Urbanistica Angelo Zanlucchi, in rappresentanza del coordinamento delle borgate e dei consorzi ha partecipato all’assemblea il presidente Roberto Donzelli. Nel corso della riunione il Sindaco f.f. Terra ha illustrato e commentato insieme ai cittadini le tavole della variante di recupero recentemente approvata in Consiglio Comunale, relativamente al territorio di Casalazzara. Il Sindaco ha confermato la linea guida dell’amministrazione, già espressa in altre occasioni, di utilizzare i nuovi strumenti urbanistici adottati per il nuovo assetto del territorio e per la realizzazione di opere pubbliche per il risanamento delle periferie. Oltre alla variante di recupero, infatti, il Consiglio ha rimodulato il progetto Il Nuovo Borgo adeguando la pianificazione delle opere pubbliche alle attuali esigenze della Città, stabilendo infine, con deliberazione specifica di Consiglio Comunale, di destinare alle opere di riqualificazione igienico-sanitaria i proventi dei ristori compensativi delle aziende ricadenti sul territorio. Specificatamente alla realtà di Casalazzara, l’amministrazione ha previsto di destinare un milione e 150 mila euro nel piano annuale di opere pubbliche per la realizzazione degli impianti fognari di cui il quartiere è ancora carente, inoltre, sono stati previsti ulteriori 330 mila euro per la realizzazione di marciapiedi e per la generale messa in sicurezza di alcuni tratti stradali considerati

particolarmente a rischio, nonché la posa di attraversamenti pedonali rialzati allo scopo di limitare la percezione di rischio in via dei Rutuli, strada ad alta percorrenza e velocità.
Casalazzara, infine, come Campoleone e Vallelata, sarà interessata a breve dall’avvio del servizio di raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti. Attualmente sono in distribuzione in comodato d’uso gratuito i kit messi a disposizione dall’amministrazione per la selezione in famiglia della spazzatura.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica