giovedì 7 febbraio 2013

Carnevale di Latina: 10–12 febbraio Piazza del Popolo.



Nonostante la crisi e le enormi difficoltà economiche per i volontari dell’Associazione sarà come sempre una grande festa di coriandoli e colori la 32^ edizione del Carnevale di Latina che andrà in scena domenica 10 febbraio e si ripeterà martedì 12 febbraio dalle ore 15.30. Organizzata dai volontari dell’Associazione del Carnevale di Latina che opera dal 1977 capitanata dall’architetto Tino Di Marco, patrocinata dalla Regione Lazio, dalla Provincia, dal Comune e dalla Pro Loco di Latina, vivremo due giorni all’insegna della spensieratezza e dei carri colorati, dedicati a personaggi di fantasia e agli eroi dei fumetti e cartoni animati. La volontà dei fondatori è sempre stata quella di regalare alla città di Latina un genuino momento d’aggregazione che potesse riunire, anche se solo per qualche giorno, il centro storico con la periferia e i borghi e far felici soprattutto i bambini. Il Carnevale di Latina è stato, finora, uno strumento fondamentale per la crescita della città avendo avuto grandi meriti nella creazione di un tessuto sociale il più omogeneo possibile anche all’interno di una comunità, la nostra, che si presentava vero e proprio crogiolo di mentalità provenienti dalle più disparate località dello stivale. “Ci siamo lasciati – spiega il presidente dell’Associazione arch. Tino Di Marco - l’anno passato sul palco della 31^ Edizione della Sfilata dei Carri di Carnevale con il dubbio se si poteva fare la 32^. Purtroppo tutte le indicazioni erano contrarie: la situazione economica dell’Associazione per il Carnevale di Latina era molto difficile. Due anni fa il commissario prefettizio, con la voglia di rimettere a posto i conti del comune ci aveva maltrattato considerando il nostro impegno un fatto secondario e assolutamente non importante e inutile. Risultato contributi zero, anzi siamo stati obbligati ad impegnarci per pagare la pulizia delle strade dai coriandoli, cosa che in nessuna parte d’Italia viene richiesta. L’anno scorso con il sindaco eletto, anche da noi, abbiamo sperato in risultati migliori. Tante belle parole, tanti incoraggiamenti, ma il contributo è stato di tremila euro. Solo il costo dei coriandoli è di molto superiore. Non ci sono soldi e quindi tutte le iniziative del comune sembra siano il risultato di sponsorizzazioni. Speriamo che qualche volta si possa trovare qualche sponsor anche per noi. L’Associazione è in gravi difficoltà economiche e sta ancora pagando per le sfilate del 2012. Sembrava naturale alzare bandiera bianca e rinunciare alle sfilate per quest’anno ma l’appello lanciato alla fine del Carnevale 2012 ha spinto tanti bambini e tanti cittadini a scriverci e a farci giungere messaggi perché questa tradizione non poteva e non doveva essere abbandonata. Gli accorati messaggi dei bambini e non solo ci hanno spinto a riprendere l’iniziativa. Le sfilate del 2013 verranno riproposte per la felicità di tutti. Certamente saranno sfilate in forma ridimensionata, non ci saranno grandi carri, ma ci sarà grande cuore. Chiediamo a tutti i cittadini che parteciperanno alle manifestazioni di comprendere le difficoltà ed applaudire lo stesso i nostri carri, perché questa nostra tradizione deve continuare, questa è la volontà della città di Latina. Speriamo che chi gestisce la cosa pubblica ci possa essere vicino, perché ne abbiamo un gran bisogno. Comprendiamo le difficoltà economiche dell’ente e speriamo che si possa trovare un piccolo spazio anche per noi. Tutti i sindaci di Latina hanno voluto bene all'Associazione, Corona, Redi, Romagnoli, Finestra, Zaccheo e siamo convinti che anche il sindaco Di Giorgi ci sarà vicino e ci dimostrerà il suo affetto. Cari bambini anche se con tanti sacrifici riusciremo a portare in piazza i carri di carnevale, anche se in maniera ridimensionata, ma con le majorette, i coriandoli, la musica, i balli sul palco, i costumi vi daremo lo stesso la possibilità di passare due giornate indimenticabili. L’anno prossimo tenteremo una strada nuova: la Fiera del Carnevale con le sfilate alla EXPO della Provincia, all’interno dei locali feste e attività, mostre, balli, mangiare e bere a volontà mentre all’esterno le sfilate dei carri. La sfilata finale del Carnevale però si terrà sempre a Piazza del Popolo, la piazza del nostro cuore. I sacrifici per fare queste sfilate sono tanti da parte dei “ragazzi” del Carnevale ma per vedere nei volti di voi bambini il sorriso e nei volti dei vostri genitori e dei vostri cari la serenità, ne vale veramente la pena”. Domenica e martedì quindi in Piazza del Popolo ci saranno come sempre il Cigno e Pontinello (simboli del Carnevale di Latina) insieme alla Torre Civica e tante altre sorprese dal mondo dei cartoni animati. Non mancheranno gruppi mascherati e carri dai borghi della città, le Majorettes di Latina Blue Twirling, il gruppo Arrows Dancers Majorettes Cheerleading Latina e la banda musicale di Latina Scalo. Sul palco allestito in Piazza del Popolo, insieme ai presentatori Roberta Colazingari e Mauro Bruno, tanta musica e spettacolo con il contributo dello staff di Non solo Danza & Freevent Entertainment di Via Pantanaccio, i cui direttori artistici Roberta Di Giovanni (Ballerina per 10 anni in trasmissioni tv) e Simone Finotti (tanti anni di teatro, tra cui Enrico Montesano) metteranno in scena con i loro allievi un bellissimo balletto. Ricordiamo che il Carnevale di Latina ha la sua lotteria (un biglietto cosa solo 2 euro) con ben 11 premi. Al più fortunato andrà una Smart modello Pulse, messa in palio da Mixauto Service di Borgo Piave. L'estrazione avverrà alle ore 12.00 del 17 febbraio 2013 presso la concessionaria Mixauto. E’ possibile trovare i biglietti della Lotteria del Carnevale di Latina presso: Pizzeria “Verso Sera” Piazza della Libertà, C.i.S. Iniziative Sociali Piazza del Popolo n. 16 e Musichrome Centro Commerciale l’Orologio. www.carnevaldilatina.com
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica