sabato 19 gennaio 2013

CORI: SPORTELLO INFORMAIMMIGRATI AI NASTRI DI PARTENZA.




Riaprirà lunedì 21 gennaio 2013, alle ore 15, lo Sportello Informativo per gli Immigrati presso la sede dei Servizi Sociali del Comune di Cori, Via delle Libertà 26. Grazie all’accordo tra gli Assessorati alle Politiche Sociali del Comune di Cori e del Comune di Aprilia, capofila di questo progetto distrettuale, l’Amministrazione Conti è riuscita a garantire l’operatività dello Sportello InformaImmigrati sul territorio comunale anche per il 2013. Lo Sportello sarà gestito dalla Società Cooperativa Sociale Onlus «Casa Comune 2000» a.r.l. avvalendosi della collaborazione di mediatori culturali e linguistici che potranno facilitare la risoluzione di problematiche burocratiche di vario genere, agevolando anche l’inserimento dei minori nella scuola del territorio. Dalla prossima settimana sarà aperto al pubblico due pomeriggi a settimana, il martedì e giovedì, dalle ore 15.00 alle ore 18.00. “In tal modo viene assicurata la continuità di questo servizio gratuito ed attivo a Cori ormai da dieci anni, un’esperienza che ha dato ottimi risultati dimostrandosi di estrema utilità ai fini dell’accesso all’informazione, ma anche per l’orientamento e la mediazione sia culturale che linguistica degli immigrati, contribuendo di conseguenza alla loro integrazione nella comunità locale” – spiega l’Ass. alle Politiche Sociali Chiara Cochi. Lo Sportello offre direttamente sul territorio informazioni in merito alle strutture, ai servizi, alle opportunità di sostegno e alle relative modalità d’accesso; consulenza per le procedure relative alle pratiche di soggiorno, ricongiungimento familiare e residenza; traduzioni e aiuto nella compilazione della modulistica prevista evitando inutili spostamenti anche per ottenere una sola informazione. Nello Sportello sono inoltre raccolte ed aggiornate tutte le leggi in materia d’immigrazione, i documenti attuativi e i moduli che sono a disposizione degli utenti. Uno servizio di sicura utilità per gli immigrati residenti a Cori che  ad oggi rappresentano oltre il 10% della popolazione, concentrati per lo più nel centro storico di Cori monte. La comunità più numerosa è quella romena che coabita con una quarantina d’altre diverse nazionalità, provenienti soprattutto dall’Europa dell’Est, per un totale di quasi trenta differenti lingue e religioni. Rispetto al passato il numero delle donne tra gli immigrati è maggiormente riequilibrato anche per l’elevato numero di famiglie che si sono ricomposte o formate.  Il tasso di nuzialità tra gli immigrati è molto alto, così com’è bassa l’età del matrimonio, anche se poi, mediamente, il numero di figli nelle famiglie immigrate è solo di poco più alto di quello delle famiglie italiane. La stragrande maggioranza degli immigrati è sotto i 50 anni e più della metà dei minori di 14 anni è nata in Italia, rappresentando complessivamente il 15% della forza lavoro disponibile e in alcuni settori (edilizia, agricoltura, servizi d’assistenza - colf e badanti - ristorazione) il loro apporto all’economia locale è determinante ed insostituibile.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica