mercoledì 23 gennaio 2013

Aprilia: I vigili urbani celebrano il Patrono San Sebastiano.

Nella giornata di ieri (22/1/13) gli agenti di Polizia Locale di Aprilia hanno celebrato insieme alle istituzioni ed ai rappresentanti delle altre forze dell’ordine San Sebastiano, il Patrono dei vigili urbani. La commemorazione ha avuto luogo presso la chiesa arcipretale di San Michele Arcangelo e Santa Maria Goretti, al termine della quale ha avuto luogo un breve incontro istituzionale presso l’aula consiliare. In quell’occasione, come da tradizione, il comandante del corpo dei vigili urbani, maggiore Massimo Marini, ha esposto la relazione sull’attività del comando nell’anno passato e tracciato le linee guida programmatiche per il 2013. Il sindaco f.f. Antonio Terra, infine, ha salutato i vigili urbani intervenuti auspicando un anno solare di soddisfazioni professionali, a tutto vantaggio del benessere della collettività. «Per la mia famiglia – ha detto il sindaco f.f. Antonio Terra – la ricorrenza di San Sebastiano ha un’importanza particolare, perché come sapete sono figlio di un vigile urbano. Anche per questo motivo sono legato a questo settore della cosa pubblica e ho per esso un’attenzione particolare. La professione del vigile urbano non è facile. Le problematiche che ogni giorno affronta la Polizia Locale sono tante e complesse. Ad Aprilia, inoltre, i numerosi problemi della Città, che sconta l’influenza demografica romana e risulta sempre più in espansione, vengono amplificati tra l’altro dalla cronica carenza di personale. Questo richiede al vigile urbano uno sforzo ulteriore per garantire quel ruolo riconosciuto di punto di riferimento non solo per il cittadino, ma anche per la stessa pubblica amministrazione. È noto infatti che la Polizia Locale svolge un compito fondamentale qual è quello del controllo sociale: maggiore è il controllo operato, migliore risulterà la qualità della vita dei concittadini residenti. Anche per questo motivo, l’amministrazione sta valutando ogni possibile via per una ristrutturazione del corpo in senso generale a partire dall’assetto dell’organico. In questa direzione, riteniamo che il corpo debba essere anche dotato di strumenti adeguati, come quelli per l’autodifesa che arriveranno con la prossima adozione del nuovo regolamento sull’armamento, richiesto tra l’altro dagli stessi appartenenti al corpo».
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica