lunedì 24 dicembre 2012

Latina: Una piccola grande storia italiana, 27/12/12.



Nell’ambito delle iniziative organizzate dalla ProLoco Latina Il Villaggio per l’80° anniversario della fondazione di Latina, giovedì 27 dicembre, alle ore 18.00, presso il cineteatro ex Enal di Latina scalo, recentemente ristrutturato, si svolgerà un incontro con Rita Calicchia per la presentazione del libro “Una piccola grande storia italiana”. Con l’autrice, prenderà la parola il parroco di Latina scalo, don Giuseppe De Nardis, mentre Eugenia Marchioni leggerà alcuni testi di Duilio Cambellotti. Al termine dell’incontro, sarà proiettato il film Maria Goretti, diretto da Giulio Base ed interpretato da Martina Pinto. In apertura di serata, sarà proiettato in anteprima il trailer del documentario “Latina, città del Novecento” in via di realizzazione da parte di Comunicare il Territorio (Mix in time produzioni). La tappa di Latina scalo – ha commentato Rita Calicchia che con questo libro si è aggiudicata il premio letterario L’Intruso 2012 per la sezione narrativa – è particolarmente significativa per la location che ci ospiterà. L’ex cinema Enal è un edificio che risale agli anni ’30 e dopo un lungo periodo d’abbandono è stato finalmente ristrutturato e restituito alla sua funzione di centro d'aggregazione sociale. E’ dunque un luogo importante per la memoria storica del territorio, la testimonianza di come possa essere possibile recuperare testimonianze storiche, restituire loro la funzione originaria e trasmetterle come patrimonio culturale alle generazioni future. In tal senso, un ringraziamento sentito va al presidente della Pro Loco, Cesare Quattrocchi, per aver  voluto inserire nel programma del Natale del Villaggio “Una piccola grande storia Italiana”, progetto ispirato a sua volta alla trasmissione della memoria. L’ingresso è libero.

Trama del film

Il film si apre con un flashforward: siamo nelle Paludi Pontine, in data 5 luglio 1902. Le forze dell'ordine irrompono in una zona dove la folla è agitatissima, e arrestano Alessandro Serenelli, un ragazzo di 18 anni. Molte persone del luogo aggrediscono il giovane, ma i carabinieri lo salvano dal linciaggio e lo conducono in carcere. Nel frattempo Maria Goretti, una bambina di 12 anni, ferita da svariate coltellate, viene trasportata d'urgenza in ospedale; le stanno vicino la madre Assunta e un medico, il quale poi la opera. Terminato l'intervento, il medico comunica ad Assunta che Maria è in gravissime condizioni ed è ancora in pericolo di vita. Il sacerdote cattolico Padre Basilio giunge in ospedale, e, entrato nella stanza di Maria, inizia a pregare per lei. A questo punto la narrazione riprende l'ordine cronologico. In un casolare delle Paludi Pontine, detto "Cascina antica", vivono due famiglie, Goretti e Serenelli: la prima è composta dai genitori Luigi e Assunta, dalla primogenita Maria e da altri figlioletti, mentre la seconda è composta dal padre Giovanni e dal figlio Alessandro. Si tratta di due famiglie economicamente povere e analfabete, i cui componenti lavorano come contadini nelle terre di un ricco proprietario terriero, e sono sempre a rischio di essere contagiati da malattie mortali come la malaria. Maria è stata educata dalla sua famiglia a coltivare e a nutrire la fede cattolica, e lei stessa è cattolica convinta. Tutti quelli che la conoscono si stupiscono del fatto che una bambina, nonostante le misere condizioni economiche, sia così allegra, grintosa, speranzosa e sempre disponibile ad aiutare tutti. Maria, ora, è nell’attesa di poter fare la Prima Comunione. Alessandro, invece, è un adolescente la cui crescita è condizionata dal comportamento del padre Giovanni, che è alcolista, odioso, indifferente alla religione, ingrato verso l'amico Luigi, il padre di Maria, il quale lo ha sempre aiutato nei momenti di difficoltà. Alessandro è spesso trattato in maniera brusca e inopportuna dal padre, ma ciò che lo consola è la profonda amicizia che lo lega a Maria, nonostante la differenza di età. Padre Basilio ha subito capito che Maria Goretti è una persona eccezionale, ma non sa che la vita della fanciulla sarà prematuramente spezzata.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica