martedì 18 dicembre 2012

I Docenti di Aprilia organizzano la riscossa in difesa della scuola pubblica.



Il coordinamento del gruppo Docentinrete/Aprilia, che attualmente conta oltre 300 docenti iscritti appartenenti a vari Istituti Comprensivi e Superiori di Aprilia, riunitosi in assemblea il giorno 14 dicembre, presso I.C. “Garibaldi”, ha elaborato una strategia di interventi per contrastare e rendere visibile, agli occhi dei genitori e della cittadinanza, la scellerata linea di condotta dell’attuale governo ai danni della scuola pubblica. Al contrario degli altri paesi europei come Germania e Francia che, in clima di austerity, salvaguardano l’istruzione pubblica e la sanità quali pilastri intoccabili delle società civili, in Italia si continua a colpire il cuore della democrazia con ulteriori ‘provocazioni’ e insensatezze di stampo anticostituzionale. Non ultimo l’accordo con i sindacati firmato la scorsa settimana che prevede la concessione degli scatti di anzianità maturati nel 2011 in cambio del drastico taglio di fondi ministeriali che impediranno il lavoro a favore degli alunni (sportelli, laboratori motivazionali e di recupero, attività sportive, concorsi interni, concerti, percorsi di alfabetizzazione per alunni stranieri, antidispersione per alunni a rischio e contrasto a forme di bullismo…). Il coordinamento dei docenti apriliani, in stretto raccordo con tutti i coordinamenti delle scuole italiane, ha prodotto mozioni e documenti nei vari Istituti e intende avviare una forte azione di protesta che miri a frenare l’ondata di gravi attacchi alla scuola pubblica. Molti i punti in concordanza tra le scuole tra cui il blocco delle correzioni elaborati Invalsi. Il sistema nazionale di valutazione negli ultimi anni viene somministrato agli alunni gravando i docenti di ulteriore lavoro non retribuito. Costituisce, inoltre, una pesante vanificazione dell'operato di tutto il corpo insegnante che già, nel corso dell’anno, effettua un sistematico processo di valutazione su indicatori studiati, scelti e somministrati ad ogni alunno. L’Invalsi, al contrario dei docenti, per misurare il livello di preparazione degli alunni (e implicitamente dell’operato degli insegnanti), non adotta strategie didattico-educative articolate su più fasce di livelli, tenendo conto, cioè, degli svariati aspetti socio-pedagogici che riguardano una persona, ma basa le sue deduzioni statistiche su quiz, (come le prove preselettive ai concorsi), un sistema di controllo e monitoraggio con domande e risposte spesso erronee. Il suo ingresso nelle scuole pesa enormemente sulle teste degli alunni e dei docenti e sulle tasche dei cittadini con oneri da circa dieci milioni l’anno. Un’altra strategia improntata dai docenti consisterà nel blocco delle adozioni dei libri di testo, compresi i sussidi Invalsi, e di tutte le attività extracurriculari private da copertura retributiva, dovuta al pesante taglio di fondi, ma anche e soprattutto all’indignazione del corpo docente ormai stanco di elargire azioni gratuite e di volontariato e subire umiliazioni da una classe politica che tende a polverizzare la scomoda e libera docenza degli insegnanti, improntata sull’imprescindibile necessità di tutela della cultura e della formazione d’ogni cittadino, per favorire la scuola statutaria e impiegatizia, dell’infiltrazione del privato (vedi decreto 953 ex legge Aprea attualmente in senato) e delle sue logiche di mercato (pubblicità-acquisto-consumo), a danno delle fasce più deboli della società. I docenti rilanciano, inoltre, l’allarme sicurezza nelle scuole  dove non sia garantita la tutela e l’incolumità degli alunni e di tutto il personale della scuola costretto, spesso, a lavorare in condizioni di pericolo costante  dovuto alle fatiscenti strutture. In previsione della grande manifestazione nazionale del 2 febbraio 2013 a Roma, sono previste assemblee cittadine, incontri con i dirigenti scolastici, i rappresentanti della componente genitori di tutte le scuole,  sindacati, rappresentanti del mondo politico e istituzionale. Per maggiori informazioni collegarsi con gruppo facebook - Docentinrete/Aprilia
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica