martedì 18 dicembre 2012

CRISTOFORO MILITA E GIOVANNI RICCI: DUE NUOVE STRADE IN LORO MEMORIA A CORI.



L’Amministrazione comunale di Cori ha intitolato due nuove strade nell’ex contrada Insito, a Cori valle, una a Cristoforo Milita ed un’altra a Giovanni Ricci, due illustri concittadini che nella prima metà del Novecento si sono contraddistinti per il loro impegno politico e sociale. Lo ha ufficializzato il sindaco Tommaso Conti nel corso del convegno “Cristoforo Milita – Giovanni Ricci: due vite, una testimonianza”, al quale ha partecipato anche il Senatore Franco Luberti - “In questo modo, oltre che riconoscere pubblicamente i meriti di questi due protagonisti della vita pubblica del ‘900 corese e provinciale, intendiamo fornire alle giovani generazioni un esempio di azione politica onesta, corretta, competente e rivolta verso il bene comune” – ha spiegato il primo cittadino di Cori. Si tratta di due personaggi che, ciascuno a modo suo, hanno lasciato un segno indelebile nella memoria collettiva della città.  Cristoforo Milita (Cori, 1889-1969) è ricordato come il «Sindaco per antonomasia» (1920-1922 e 1944-1952). Resistette alle prepotenze delle squadre fasciste senza mai piegarsi alle loro volontà, con abnegazione e forza morale non comuni; e seppe mettersi a disposizione della comunità, facendo del bene ai suoi concittadini, in particolare durante il secondo conflitto mondiale. La ricostruzione di Cori è opera della sua competenza, onestà e disinteresse, tipiche qualità di un uomo retto, generoso e paziente, quale lui era, che con dignità seppe affrontare anche le vicissitudini politiche e personali che lo riguardarono. Giovanni Ricci (Cori, 1898-1980), tra i fondatori del PCI di Cori e della Provincia di Latina, consigliere comunale e provinciale, più volte candidato al Parlamento e al Senato, è passato alla storia come il «Lupo dei Lepini» per la sua forte personalità. Possedeva un carisma e un vigore morale tale da incidere profondamente nella vita politica e amministrativa della città, segnandone il processo di crescita democratica. Di lui rimane soprattutto il contributo determinante di guida nell’azione politica e nelle lotte contadine e la sua milizia antifascista che fu un esempio per le nuove generazioni.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica