martedì 6 novembre 2012

CISTERNA DI LATINA SI PREPARA AD ACCOGLIERE MARIETTA, 8-11/11/12.



Sono state ufficialmente presentate quest’oggi le tante iniziative programmate a Cisterna in occasione della visita, dal 5 all’11 novembre, del corpo di Santa Maria Goretti. “Un evento di grande importanza non solo religiosa per Cisterna” ha detto don Giancarlo Masci, parroco della Chiesa di S. Maria Assunta in Cielo che insieme all’Amministrazione comunale ha promosso ed organizzato l’iniziativa in concomitanza con il 110° anniversario del Martirio. Nutrito è il calendario d’appuntamenti, non soltanto religiosi, che già dallo scorso 29 ottobre hanno preso il via in attesa e durante la visita di “Marietta”. In corso di svolgimento a Palazzo Caetani la mostra “Maria Goretti non è la Santa brava cinque minuti”, mentre domenica scorsa si è tenuta la messa presieduta da Padre Giovanni Alberti, rettore del Santuario di Nettuno e massimo studioso e biografo della Santa. Lunedì e martedì sono stati proiettati al teatro Tres Tabernae i film “Cielo sulla palude” di Augusto Genina e “Maria Goretti” di Giulio Base. Mercoledì, alle ore 18 in Aula consiliare ci sarà la presentazione del libro “Una piccola grande storia italiana. L’Agro Romano Pontino ai tempi di Maria Goretti” a cura di Rita Calicchia. Interverranno il dott. Piergiacomo Sottoriva, il Presidente della Provincia Armando Cusani, il sindaco Antonello Merolla, il Parroco Don Giancarlo Masci, il giornalista Lidano Grassucci. Alle 21 all’interno della chiesa si terrà la celebrazione comunitaria della Riconciliazione. Giovedì, invece, sarà il giorno dell’atteso arrivo del corpo di Maria Goretti che lascerà il Santuario alle 15.30 per sostare intorno alle 16 a Le Ferriere e alle 16,30 circa ad Olmobello. Giungerà a Cisterna alle 17 nel Piazzale Salvo d’Acquisto, di fronte alla stazione ferroviaria, dove ad accoglierla ci saranno i fedeli, le autorità civili, militari e religiose con la presenza della banda musicale Città di Cisterna. Seguirà la processione a piedi con sosta alla Chiesa di S. Francesco d’Assisi per poi proseguire fino alla Chiesa S. Maria Assunta. Qui, alle 18 il Vescovo mons. Giuseppe Petrocchi presiederà la Santa Messa e alle 21 si terrà lo spettacolo “Marietta, la bambina santa” a cura di Monica Scalese ed Emiliano Russo. Nelle mattine di venerdì e sabato le scuole faranno visita alla Santa, mentre in Aula consiliare, venerdì 9 novembre, alle ore 18 il dottor Stefano Orlando, responsabile delle attività giovanili della Comunità di S. Egidio, terrà la conferenza dal titolo “Beati i miti perché possederanno la terra. Dal Vangelo la forza per contrastare il razzismo e la violenza”. Alle 21 la veglia di preghiera per le famiglie. Sabato pomeriggio si terranno, dalle 15, la festa dei ragazzi del catechismo e delle associazioni, alle 18 la S. Messa presieduta dal Padre Passionista Francesco Guerra, rettore della Scala Santa di Roma, e alle 21 la veglia vocazionale per i giovani. Domenica, alle 11.30 la messa concelebrata conclusiva animata dal coro diocesano Corodia ed alle 12.30 il corpo di S. Maria Goretti lascerà Cisterna. “I tempi che stiamo vivendo – ha detto don Giancarlo – non sono tra i più facili. La storia di Maria Goretti, con un padre morto prematuramente, la madre costretta al duro lavoro per sfamare i figli, e lei, bambina, diventata il fulcro della famiglia, che accudisce i suoi fratelli, vuole essere una proposta, quasi una provocazione per i giovani a ricercare i valori della famiglia, del sacrificio, della solidarietà, della speranza, del perdono. Per questo la visita avrà anche una valenza sociale con il coinvolgimento delle associazioni, delle scuole, con presentazioni e convegni sul tema dell’immigrazione e della non violenza”. “La visita del corpo di S. Maria Goretti – afferma il sindaco Merolla - deve essere innanzitutto un momento di forte religiosità, ma anche motivo di orgoglio per noi che abbiamo sempre sentito la Santa  come una concittadina. Al tempo stesso deve indurci ad una profonda riflessione su quanto sta accadendo in questo periodo storico. Non è possibile, infatti, accettare il drammatico incremento degli episodi di violenza, d’ogni tipo e forma, nei confronti della donna. Pertanto ringrazio Don Giancarlo Masci per averci dato l’opportunità di ospitare questo grande evento e di poter collaborare ad un programma ricco d’iniziative religiose e di confronto civile. L’invito che rivolgo a tutti è, quindi, di cogliere pienamente questa eccezionale occasione di partecipazione civile e di riflessione religiosa ed intima”.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica