venerdì 16 novembre 2012

Aprilia: “Il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi”.

Si sono aperti questa mattina, presso la sala conferenze dell’Hotel Enea, i lavori del convegno di studio e approfondimento “Il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi” promosso da Anutel in collaborazione con il Comune di Aprilia. L’incontro, con l’obiettivo di discutere sulle novità introdotte in materia di Imu e tributaria in generale, è rivolto ad amministratori, dirigenti, funzionari ed operatori di uffici tributari e finanziari, società interamente pubbliche. Sul tavolo dei relatori la dottoressa Maria Cinquepalmi, dirigente del dipartimento Risorse Economiche del Comune di Roma, il dottor Stefano Baldoni, responsabile dell’area economico-finanziaria del Comune di Corciano, il dirigente del Comune di Aprilia Vito Dionisi e l’Assessore alle Finanze Antonio Pio Chiusolo. Quest’ultimo ha tracciato un quadro economico attuale del Comune di Aprilia. «Grazie alla gestione diretta delle entrate tributarie – ha detto – siamo riusciti a rispettare al centesimo le previsioni in entrata di inizio anno. Solo per fare un esempio, a giugno abbiamo incassato circa sei milioni di euro di Imu rispetto ai dodici milioni previsti nell’anno solare in bilancio. Aprilia è la Città martire dei ladri di tasse, ma dal giorno in cui ha inaugurato l’Ufficio Tributi è riuscita a risollevarsi con le proprie gambe, incassando circa il triplo rispetto alla media degli anni passati, e con la consapevolezza che c’è ancora molto da fare per contrastare l’ancora evidente fenomeno dell’evasione e dell’elusione. Per questo, personalmente, voglio lanciare un appello ai miei colleghi amministratori italiani: non cadete nella trappola degli esattori privati, se non volete vedervi sottrarre le risorse necessarie per garantire servizi pubblici». Nel corso della giornata formativa odierna sarà effettuata una panoramica sull’attuale situazione del finanziamento del servizio di gestione dei rifiuti, per poi illustrare tutti i principali elementi caratterizzanti il nuovo prelievo, fornendo altresì indicazioni operative agli enti in vista della sua applicazione. Saranno esaminate le principali novità in materia di Imu introdotte da modifiche normative o alle interpretazioni ministeriali. L’attuazione del federalismo municipale si caratterizza per una completa rivoluzione dei tributi comunali. Dopo l’uscita di scena dell’Ici, la nascita della nuova imposta municipale propria sperimentale (art. 13 D.L. 201/2011) e la futura applicazione dell’imposta municipale secondaria (art. 11 del D.Lgs. 23/2011), in sostituzione della tassa o del canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche endell’imposta sulla pubblicità e del diritto sulle pubbliche affissioni (o del relativo canone), dall’anno 2013 entrerà in vigore un nuovo tributo per il finanziamento dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e di altri servizi indivisibili, denominato “tributo comunale sui rifiuti e sui servizi” (individuato dall’acronimo Tares o, forse più correttamente, Tres), avente una particolare composizione binomia. Quest’ultimo comporterà l’eliminazione, già dal 2013, di tutti gli attuali prelievi esistenti (Tarsu, Tia1, Tia2). Al convegno sono presenti rappresentanze politiche e dirigenziali dei Comuni di Anzio, Boville Ernica, Fiano Romano, Fiumicino, Formia, Itri, Lanuvio, Lenola, Monte Compatri, Pomezia, San Cesareo, San Giorgio a Liri, Sant’Apollinare, Vallemaio, Palombara Sabina, Trivigliano, Ardea, Cisterna, Frascati, Norma, Rieti, Pontinia, Roma, Sabaudia, Villa Santo Stefano, e rappresentanti della società Gestel srl.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica