giovedì 13 settembre 2012

Università Civica di Nettuno, Il corpo del piacere, 20-22/9/12.

L’Università Civica di Nettuno ha riattivato la Scuola Internazionale di Filosofia e Storia della Biologia e della Medicina. Le attività della prossima, e decima edizione, della Scuola si terranno al Forte Sangallo di Nettuno dal 20 al 22 settembre prossimi. Questa nuova edizione è il frutto della collaborazione con una serie di prestigiosi enti di ricerca nazionali e internazionali, tra cui la Scuola Internazionale di Studi Superiori Avanzati di Trieste, l’Università di Ginevra, la Società Italiana di Storia, Filosofia e Studi Sociali della Medicina e della Biologia, la  Società Italiana Tossicodipendenze, l’Istituto italiano di Antropologia, la Società Italiana di Logica e Filosofia della Scienza. “Il corpo del piacere”, questo il titolo dell’edizione 2012. Il tema di quest’anno infatti è il piacere, nelle sue dimensioni biologiche, mediche e morali. Processo psicologico a lungo trascurato dalle ricerche di base e dalla riflessione etica, il piacere sta prepotentemente rientrando tra gli oggetti di studio delle ricerche biomediche, delle scienze del comportamento e della comprensione del funzionamento della dimensione morale.
Il piacere è un determinate centrale nell’apprendimento, nella costruzione degli stili di vita e di conseguenza anche un elemento fondamentale per il benessere o la vulnerabilità alle malattie, somatiche o psichiatriche, e nei processi di cura e guarigione.
Anche nella riflessione morale il piacere ha conquistato una centralità prima sconosciuta. Le facoltà morali sono state da sempre giudicate soprattutto come conseguenza dell’esercizio della ragione. Negli ultimi anni invece le ricerche neuroscientifiche sui meccanismi delle decisioni e del comportamento morale stanno dimostrando che la dimensione emotiva - e in modo particolare il piacere – contribuiscono in modo rilevante alle nostre scelte etiche. Questa edizione della Scuola di filosofia e storia della biologia e della medicina vuole essere un’occasione per riflettere in modo interdisciplinare sul senso e sugli insegnamenti che questi nuovi studi stanno dando al piacere e al suo ruolo nella salute e nel comportamento etico. È una riflessione che ha enormi implicazioni pratiche nelle politiche sanitarie e nei processi di cura e prevenzione, per una più moderna, e scientificamente fondata, riformulazione delle strategie pedagogiche ai vari livelli scolastici, nonché per un ripensamento dei criteri morali e giuridici con cui si guarda e si valuta il comportamento umano. Le relazioni saranno tenute da alcuni degli studiosi italiani più accreditati nei diversi aspetti delle indagini biologiche, storiche, mediche, psichiatrice e morali sul piacere. L’ultima sessione di lavoro della Scuola, quella del sabato 22 settembre e dedicata al ruolo del piacere nelle tossicodipendenze e nella loro cura, rappresenta anche una importante occasione per la formazione continua e l’aggiornamento del personale medico e socio-sanitario del territorio. A cura della Società Italiana Tossicodipendenze, questa sessione dei lavori, dal titolo “Piacere, appetiti e apprendimenti patologici: il caso delle dipendenze”, è stata accreditata come evento formativo nel sistema di educazione continua in medicina - ECM - del Ministero della Sanità e darà 6 crediti formativi per Medici, Psicologi, Biologi, Farmacisti, Educatori, Infermieri e Assistenti sanitari. Le iscrizioni all'evento ECM direttamente nella sede formativa si accettano solo in via eccezionale. La sessione ECM è comunque aperta alla partecipazione libera delle persone interessate che non richiedono crediti formativi. Consultare il sito www.unicivica.it per informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica