mercoledì 13 giugno 2012

Workshop EMAS da parte di Confindustria Latina.


S'è svolto nella giornata di ieri, martedì 12 giugno, il Workshop “Il monitoraggio ed il controllo delle emissioni nelle industrie di processo”, organizzato dal Comitato Promotore Provinciale dell’EMAS APO Latina e Confindustria Latina che ne cura la Segreteria Tecnica. Il Regolamento EMAS (Eco-Management and Audit Scheme) è uno schema dell’Unione Europea di registrazione volontaria sulla gestione ambientale, ed è riconosciuta in Italia dal Ministero dell’Ambiente. Ha l’obiettivo di guidare le organizzazioni, pubbliche e private, nella valutazione dell’impatto che le proprie attività hanno sull’ambiente ed a migliorare nel tempo tali impatti attraverso la definizione d’obiettivi che vadano oltre il semplice rispetto della legge. Dagli anni 2006/07 Confindustria Latina è stata promotrice del progetto per l’applicazione dello schema EMAS al comprensorio Chimico-Farmaceutico della provincia pontina, con lo scopo di ottenere l’attestato di conformità per gli ambiti produttivi omogenei. In virtù di questo impegno, è di Confindustria Latina oggi la pertinenza della Segreteria Tecnica. “Quello di ieri è stato l’evento che ha segnato l’inizio della seconda fase del progetto EMAS – ha commentato Francesco Traversa, Vicepresidente e Delegato del Progetto EMAS di Confindustria Latina – relativamente al sistema produttivo locale. Con questa seconda fase iniziamo, infatti, il percorso di incontri formativi e informativi con le aziende, per dare loro gli strumenti operativi utili a misurare le relative performance aziendali. Un incontro molto specifico dunque, cui le aziende hanno risposto con molta attenzione e che hanno dimostrato soddisfazione per l’alto livello tecnico dello stesso. “Oltre alla partecipazione significativa in termini di presenze, ma soprattutto in qualità di contributi al dibattito – continua Traversa – è stata la partecipazione degli Enti ARPA e ISPRA, che al termine del workshop hanno confermato la loro disponibilità a partecipare anche ai prossimi eventi, come ad esempio quello sulla ‘Caratterizzazione e bonifica dei siti inquinati’. L’importanza del progetto EMAS dal punto di vista ambientale risiede certamente nella sua capacità di unire le grandi industrie del cChimico-farmaceutico al loro indotto, ma soprattutto ad altri distretti – spiega il Vicepresidente – quali ad esempio l’agroalimentare. EMAS ha, infatti, dimostrato di saper aggregare tutti gli attori del territorio che hanno messo in campo le proprie competenze, andando oltre i primi obiettivi della certificazione e puntando a nuovi orizzonti, quali appunto la certificazione di altri distretti produttivi.”
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica