mercoledì 13 giugno 2012

Terracina: Un monumento per l'eroico Quartulli, 15/6/12.


Il “Percorso della Memoria” intrapreso dal Presidente della Provincia Armando Cusani all’indomani del conferimento della Medaglia d’Oro al Merito Civile al Gonfalone dell’Ente, compirà a Terracina il prossimo 15 giugno la sua XIII tappa. Sarà, infatti, reso omaggio e inaugurato un monumento in ricordo del S.Ten. dei Bersaglieri Agostino Quartulli, Medaglia d’Argento al Valor Militare, deceduto in una azione di guerra nel luglio del 1942. Prima della conferenza stampa di presentazione dell’evento, alla quale ha partecipato il sindaco Nicola Procaccini, l’assessore provinciale Davide Minchella, l’assessore comunale e consigliere provinciale Rossano Alla, è stata resa nota una lettera inviata dal bersagliere Giusto Meazzo di Chioggia, uno degli ultimi  reduci del glorioso battaglione “Zara” e commilitone di Quartulli. Scrive Meazzo nella missiva inviata al sindaco Procaccini “Ringrazio dell’invito a presenziare alla cerimonia del mio sottotenente Agostino Quartulli, ma per motivi di salute non mi è possibile. Ero a pochi passi da lui, quando fu colpito in combattimento in quel luglio del 1942 e cadde con il moschetto ancora caldo. Fui tra i primi – riferisce Meazzo – a soccorrerlo sotto il fuoco nemico, purtroppo inutilmente. Io stesso fui gravemente ferito. Ricordo bene quel combattimento che costò la vita ad Agostino e ad altri Bersaglieri tra i quali voglio menzionare il S.Ten. Antonio De Denaro, il Sergente Donati, il Caporale Proni. Eravamo in azione conseguente ad un attentato che i partigiani titini tesero a un traghetto che faceva servizio tra Scardona e Zaton. In quell’attentato furono uccise una donna e cinque civili, e un carabiniere (l’unico armato) che aveva opposto resistenza. Fummo i primi a raggiungere il monte Sopalj che era l’obiettivo che c’eravamo posti. Agostino Quartulli – termina Giusto Meazzo - era un ragazzo eccezionale con il quale era facile andare d’accordo, era d’esempio per gli altri e spronava ad essere sempre in prima fila. Invito tutta la cittadinanza – esordisce il sindaco Nicola Procaccini – a partecipare numerosi alla celebrazioni organizzate dal Comune di Terracina e dalla Provincia di Latina in occasione del 60° Raduno Nazionale dei Bersaglieri. Non sarà una celebrazione fine a se stessa, ma sarà anche un’opera di riqualificazione realizzata in tempi record della “rotonda della spiaggetta”. Riqualificata attraverso la sistemazione delle aiuole e la realizzazione di un monumento alla memoria del bersagliere terracinese Agostino Quartulli. Il S.Ten. Quartulli è stato un nostro concittadino eroicamente caduto durante la Seconda guerra mondiale, decorato con una medaglia d’Argento al Valor Militare, e oggi rappresenta un punto di riferimento soprattutto per i giovani terracinesi. Quello organizzato il 15 giugno prossimo – termina Procaccini - è un evento di grande significato in termini di memoria, ma anche in termini di appartenenza alla comunità terracinese e italiana. E’ un’iniziativa importante – esordisce l’assessore provinciale Davide Minchella – che persegue più obiettivi: promuove l’esposizione di uno degli angoli più belli della Città di Terracina per tutti quelli che interverranno all’evento, onora la memoria di Quartulli, punto di riferimento ideale per la comunità terracinese, che ha bisogno di uno scatto d’orgoglio nella speranza che manifestazioni come queste possono concorrere ulteriormente alla crescita culturale e sociale dell’intera comunità”.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica