lunedì 7 maggio 2012

Satricum e Latium Vetus: prospettive turistico-culturali del territorio.






Grandi consensi e tanta partecipazione all’ultimo incontro dal titolo “Il regime delle acque, cronache e storia”, organizzato dall’Assinarch di Aprilia, associazione Ingegneri ed Architetti, in collaborazione con l’Amsterdam Archeologisch Centrum dell’Università di Amsterdam e la cooperativa sociale Don Sturzo, nell’ambito del lungo percorso intrapreso a Latina, presso il liceo scientifico Ettore Majorana, in Via Sezze, dedicato a “Satricum e Latium Vetus: prospettive turistico-culturali del territorio”. La giornata studio si è svolta lo scorso 4 maggio davanti ad una sala gremita di esperti del settore, appassionati, autorità e giovani studenti piacevolmente colpiti dall’iniziativa. A rendere ancora più prezioso l’incontro di approfondimento, l’esibizione del duo formato da Gabriele Giombini al violino e Riccardo Toffoli al pianoforte protagonisti di una magistrale interpretazione di: Stravinsky dal “Divertimento – Sinfonia Danses Suisses”, di Van Beethoven “La Sonata n 8, Allegro Assai- Allegro vivace”, e di A. Part “Frates”. La giornata di incontro è stata utile anche per illustrare prima di tutto la stratigrafia del Territorio, la sua Storia, la rete idrica naturale costituita dai fossi e dai canali, i rischi che l’inquinamento progressivo può comportare. “Certo è che si deve ai Volsci ed ai Rutuli, - ha spiegato il presidente dell’Assianrch Michele Magliocchetti - il più lontano sistema di drenaggio a base di cunicoli per il controllo delle acque e la trasformazione della zo­na in un terreno fertile; esempi ancora visibili attualmente lunghi un centinaio di metri, li troviamo ad Aprilia, zona Fossignano ma anche a Borgo Montello, oltretutto a maggiori profondità. Una zona oggi a rischio a causa del tracciato dell’autostrada Roma-Latina e purtroppo abbandonata. Nei cunicoli spesso si trovano delle vere e proprie discariche abusive”.  Hanno lasciato un breve saluto alla platea: l’assessore provinciale Martellucci, l’assessore al Turismo del Comune di Latina, Gianluca Di Cocco; l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Aprilia, Mauro Fioratti Spallacci, per la Sovrintendenza dei Beni Archeologici, Francesco Di Mario; il presidente della sezione Turismo Confindustria Latina, Sergio Arienzo e il vicepresidente ANCE della Provincia di Latina, Angela Visca. L’architetto Ugo De Angelis ha rivelato durante l’incontro un’importante scoperta: “Il sistema urbanistico di Borgo Montello, la progettazione della zona – ha detto – è molto simile a quello della città di Ardea. Risalgono entrambe al IV-V sec a.c. Questo è emerso dagli ultimi studi effettuati in questi mesi”.
INTERVENTI:

  • Giancarlo Bovina (Geologo dello studio associato Geosfhera)  ha relazionato su: “Conformazione geologica del territorio e il sistema di captazione delle acque”. Lungo intervento quello del geologo che ha concluso aprendo una finestra sul progetto “Life – Rewetland, verso la gestione integrata delle acque”. Un progetto (finanziato da fondi europei) dimostrativo e sperimentale, che prevede la predisposizione di un Programma integrato di Riqualificazione Ambientale a scala vasta attraverso la sperimentazione di tecniche di fitodepurazione diffusa. L’iniziativa è in atto sul territorio pontino e prevede la sua realizzazione entro il 2013.
  • Giuseppina Bittoni (Architetto dell’Assinarch di Aprilia) ha fornito il suo intervento su: “I sistemi di bonifica e canalizzazione degli antichi rutuli in particolare nel territorio apriliano, zona Fossignano”.
  • Piergiulio Subiaco (Vicepresidente associazione culturale Agro Pontino) ha paralto de: “La bonifica nella storia e la rete dei canali”. Subiaco ha ripercorso in grandi linee la storia del territorio pontino sin dai primi anni del 900 e fino ai giorni nostri.
  • Cinzia Giovannone (Architetto) ha descritto i contenuti dello studio: “Un nuovo paesaggio originario”. L’architetto ha descritto il funzionamento e l’importanza, nonché l’estremo fascino, delle idrovore. Ce ne sono ben 23 sul territorio che potrebbero diventare le tappe di un unico percorso relativo alla bonifica, con l’obiettivo di realizzare un parco tematico sull’argomento.

Ha chiuso i lavori: Giovanni Papi che ha letto anche alcuni brani storici del periodo della Bonifica a Latina. Ha presentato l’architetto Michele Magiocchetti. Ha introdotto i lavori la dirigente scolastica del liceo Majorana, Stella Fioccola.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica