sabato 3 marzo 2012

Linee guida per il nuovo piano dei porti laziali.


Nei giorni scorsi il presidente della Regione Lazio e l’assessore alla mobilità Francesco Lollobrigida hanno presentato le linee guida per la redazione del nuovo “Piano dei Porti e delle Coste del Lazio”. “E’ stato un evento importante e atteso – afferma il sindaco Nicola Procaccini – perché vede non solo realizzato il grande lavoro prodotto dall’assessore Lollobrigida, ma anche perchè offre a tutti coloro che sono impegnati nel settore nuove opportunità per fare impresa, oltre ad un realistico riassetto dei punti di approdo nel Lazio e in particolare di  quelli posti in Provincia di Latina”. E’ un documento d’analisi preliminare sul sistema portuale laziale che individua scenari e obiettivi per giungere ad una pianificazione integrata e sostenibile delle aree costiere della regione. Fra gli obiettivi principali c’è quello di un maggiore sviluppo del turismo e delle economie, che transiterà attraverso l’incremento delle aree dedicate alla nautica minore, con l’individuazione di nuove forme di capacità ricettiva di qualità. “Il Piano dei Porti, con il connesso distretto della nautica, – prosegue il sindaco Procaccini – è già un sistema produttivo di grande peso economico che interessa 500 aziende, 2.000 dipendenti e coinvolge 21 comuni del Lazio: cinque in provincia di Roma (Anzio, Civitavecchia, Fiumicino, Ladispoli, Nettuno e Santa Marinella), undici in provincia di Latina (Fondi, Formia, Gaeta, Itri, Minturno, Pontinia, Ponza, Sabaudia, San Felice Circeo, Santi Cosma e Damiano, Sperlonga, Spigno Saturnia, Terracina), due in provincia di Viterbo (Montalto di Castro e Tarquinia). A questi si aggiunge il Tredicesimo Municipio di Roma (Ostia). Anche la nostra Città da questa nuova pianificazione regionale messa in campo dall’assessore Lollobrigida troverà momenti importanti di crescita, sia rispetto al riassetto degli approdi turistici di Sisto, Badino e del porto Traianeo, ma anche per quanto riguarda l’attivazione d’interventi urgenti per la difesa delle spiagge in erosione e il potenziamento del traffico turistico e commerciale da e per le Isole Pontine. Maggiormente strategica appare poi, rispetto alle preliminari indicazioni, il passaggio che si propone di individuare nuove forme di capacità ricettiva di qualità. Alla luce di quanto scrive in premessa sul documento la Regione Lazio, ci appare sempre più urgente l’approvazione dei piani urbanistici relativi alla Zona C2 e al Quadrante nord ovest, pronti da qualche tempo per essere licenziati dalla Giunta regionale. Piani che bene s’inseriscono nel contesto di rivitalizzazione del comparto turistico – alberghiero – portuale, ma anche la critica  economia della nostra città. Nell’attesa di conoscere nel dettaglio gli indirizzi contenuti nel documento regionale, - termina Procaccini - per eventualmente formulare qualche suggerimento per l’ottimale attuazione sul nostro territorio, non posso che esprimere un giudizio positivo,  perché le linee guida del nuovo“Piano dei Porti e delle Coste del Lazio” rappresenta  un atto fondamentale e atteso da qualche decennio”.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica