venerdì 3 febbraio 2012

Bassiano: Salento in movimento, 19/2/11.


Organizzato dall’associazione Mantice di Latina in collaborazione con la cooperativa Utopia 2000 e le associazioni Angelus Novus e Slow food di Priverno  Domenica 19 Febbraio parte il primo dei laboratori intensivi sulle danze popolari italiane “Salento in movimento”. I laboratori avranno cadenza mensile e si terranno a Bassiano (Latina) nei locali messi a disposizione dalla cooperativa Utopia 2000 e dal Comune di Bassiano. Il laboratorio intensivo “Salento in movimento”è un invito ad un viaggio nella cultura, nelle tradizioni musicali e coreutiche del Salento. La pizzica-pizzica, la danza della festa, è il ballo dei nostri nonni espressione del mondo contadino. Questa danza è stata per lungo tempo dimenticata, rimossa. Dal dopo guerra, solo in alcune zone del Salento ha continuato a “sopravvivere” e grazie al ritmo incalzante della musica e alla bellezza del movimento, è tornata a far danzare i giovani salentini e non solo. Il laboratorio prevede una parte teorica: storia, significati-simboli delle danze tradizionali (pizzica-pizzica, pizzica scherma, scotis), storia del tarantismo (pizzica tarantata: la danza della cura), proiezione di video, ascolto di brani della tradizione; ed una pratica: apprendimento della danza. Nella tradizione salentina oltre alla pizzica-pizzica si danzava lo scotis e la quadriglia. Lo è scotis un ballo d’origine aristocratica della prima metà del XIX sec, disceso poi in ambiente contadino. Appartiene alle polke figurate con struttura chiusa a schema modulare ben codificato nel numero dei passi e delle figure. La Quadriglia è una danza della tradizione italiana diffusa su tutto il territorio nazionale, particolarmente nel centro sud. Viene danzata da un gruppo di coppie, con figure anche complesse che vengono proposte dalla coppia che conduce e seguite da tutte quelle che seguono. Il laboratorio sarà tenuto da una delle insegnanti più qualificate per questa tipologia di ballo, Franca Tarantino. D’origine salentina, psicologa-psicoterapeuta e studiosa di danza da molti anni si occupa di cultura popolare come approfondimento degli aspetti etno-coreutici e terapeutici che alcune danze dell’Italia meridionale ancora conservano. Il programma della giornata prevede 4 ore di lezione pratica sui balli (Dalle 15 alle 17 e dalle 17.30 alle 19.30) e un’ora di lezione teorica (20-21) con proiezioni video. Alle ore 17 è prevista una degustazione di prodotti dell’azienda agricola Ganci (Via Isonzo km 5.3 tra Latina e Borgo Grappa). Alle ore 21 la cena a base di prodotti tipici dei monti Lepini e a seguire canti e balli con musica dal vivo. Il costo promozionale del laboratorio comprensivo di cena: 20 Euro. Per partecipare è necessario iscriversi entro il 12 Febbraio. Per informazioni e iscrizioni: 0773484955 – 3392327810.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica