sabato 15 ottobre 2011

SERMONETA: RIEVOCAZIONE STORICA DELLA BATTAGLIA DI LEPANTO, 16/10/11.


Secondo week end dedicato alla Rievocazione Storica della Battaglia di Lepanto. Dopo lo strepitoso successo di domenica scorsa, con migliaia di turisti accorsi per assistere alla sfilata in costume d’epoca dei figuranti, domani sarà la volta del Palio dei Rioni del centro storico, che si contenderanno l’ambito vessillo disegnato da Marco Cacciotti disputando una serie di giochi equestri presso il Campo sportivo del centro storico. Il Palio nacque in onore di Onorato IV Caetani nel 1571, quando rientrò a Sermoneta alla testa delle truppe che avevano sconfitto la flotta turca nella storica Battaglia nelle acque di Lepanto, in Turchia. Il Duca, per celebrare questa vittoria, stabilì che ogni anno ad ottobre si sarebbe dovuta tenere una grande festa ed un palio equestre. Da 440 anni si rinnova questa tradizione. Fin dalla mattina, ci saranno stand gastronomici, spettacoli folkloristici all’interno delle mura del Castello Caetani e dimostrazioni dal vivo degli antichi mestieri. Alle 15, il corteo di cavalli e cavalieri, insieme ad una rappresentanza del corteo storico andranno nella Cattedrale di Santa Maria Assunta per far benedire il vessillo. Il corteo si muoverà alla volta del campo sportivo Ada Caetani del Centro Storico, dove si svolgerà il Palio "Madonna della Vittoria", gara equestre tra i 5 rioni del centro storico (Borgo, Castello, Portella, Torrenuovo e Valle). Al termine , al Belvedere, sarà festeggiato il rione vincitore del Palio con canti, balli, esibizione sbandieratori "Ducato Caetani di Sermoneta" e spettacolo "I fuochi di Veda". "Sdoppiare la Rievocazione in due weekendspiegano il sindaco Giuseppina Giovannoli ed il delegato al turismo Luigi Torellipermette ai visitatori di poter fruire meglio i festeggiamenti storici, dando anche maggiore opportunità di promozione locale. Anche questa domenica si ripeterà "Rinascimento a Tavola" presso i ristoranti del centro storico che hanno aderito all’iniziativa e che presenteranno agli ospiti menù a prezzi calmierati a base di prodotti tipici locali di qualità”. La manifestazione è organizzata dall'Amministrazione comunale in collaborazione dell'Associazione Festeggiamenti del Centro Storico e della Pro Loco.


Cenni storici sulla Battaglia di Lepanto
Nella seconda metà del XVI secolo, l’impero Ottomano e gli Arabi erano divenuti i veri padroni assoluti del Mediterraneo stringendo in una morsa mortale gli stati cristiani, purtroppo divisi e gelosi l’uno dell’altro. Per il coraggio e l’abile diplomazia del papa Pio V si riuscì a formare una lega che, con una flotta di navi spagnole, Veneziane, Genovesi, Pontificie e Savoiarde, potesse affrontare la potentissima flotta turca. Nel 1571 la flotta cristiana comandata da Don Giovanni d’Austria con l’appoggio di Barbarigo Venier, Doria e Colonna, affrontò sulle acque di Lepanto l’armatissima flotta turca comandata da Mehemed Alì Paschià. Grande e strepitosa fu la vittoria dell’armata cristiana che fu salutata da tutto il mondo cristiano. Da quella sconfitta iniziò il declino dell’impero Ottomano, la cui potenza mai più risorse. Alla Battaglia di Lepanto, sulla nave Grifone, partecipò con il titolo di Comandante Generale della fanteria pontificia, Onorato IV Caetani, con soldati sermonetani. Nel momento più furioso della battaglia il pensiero del nostro duca si volse ad un’immagine della Madonna, custodita in un piccolo tabernacolo al principio della mulattiera che conduceva a Sermoneta; la aveva incontrato per la prima volta Agnesina Colonna, sua sposa. Invocò la SS. Vergine e fece voto, in caso di vittoria, di erigere una chiesa. Voto che fu mantenuto. La chiesa, ove poi fu sepolto, e la Vergine furono chiamate Madonna della Vittoria. Da allora, ogni anno, la seconda domenica di ottobre si celebra a Sermoneta l’anniversario della Battaglia di Lepanto.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica