sabato 22 ottobre 2011

Inaugurato il nuovo dearsenizzatore a Cisterna di Latina.



È stato inaugurato, il 19 ottobre, a Cisterna il nuovo impianto di dearsenizzazione presso il campo pozzi di Dante Alighieri in grado di trattare una portata d'acqua istantanea di 90 litri al secondo e chiamato a trattarne circa 58, con un volume di acqua annuale presunto di oltre 1 .800 litri. Presenti all’inaugurazione il Presidente della Provincia di Latina, Armando Cusani, il Sindaco di Cisterna Antonello Merolla, il Presidente di Acqualatina Giuseppe Addessi e l’Assessore all’Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile della Regione Lazio Marco Mattei. Il nuovo impianto, in realtà, era già in funzione da circa un mese. La messa in funzione del nuovo impianto, infatti, ha già consentito di abbassare i valori d’arsenico in tutto il Comune di Cisterna entro il limite dei 10µ/l, ad eccezione della località Le Castella e delle zone di Prato Cesarino, Sant'Ilario, Piano Rosso e Castelverde, alimentati da altre captazioni. Armando Cusani, nella doppia veste di Presidente della Provincia di Latina e dell’Ato4, ha espresso soddisfazione per la messa in opera e il pieno funzionamento dell’impianto più importante di tutta la Regione Lazio, grazie al quale l’arsenico nell’acqua è stato eliminato sulla quasi totalità del territorio del Comune di Cisterna. Tuttavia, solo l'ultimazione della condotta da Ninfa, entro dicembre 2012, consentirà di ridurre le concentrazioni d’arsenico in tutto il Comune di Cisterna in via definitiva e senza l'ausilio di trattamenti. «Un primato per il Lazio e un modello che fa scuola», ha commentato l’Assessore Marco Mattei. «Anche in questo ambito abbiamo mantenuto la parola sullo stato di avanzamento dei lavori per risolvere il problema della presenza di arsenico nell’acqua in tutto il territorio provinciale – ha commentato il Presidente Armando Cusani – non solo a Cisterna. L’impegno del gestore e dell’Autorità d’ambito annunciato nel piano delle opere presentato alla fine del 2010 é stato rispettato, è pienamente operativo e funzionante su tutto il territorio provinciale. A Sermoneta, infatti, il problema è stato già risolto dal mese di marzo 2011. A Cori, grazie all’installazione di un terzo impianto di trattamento definitivo, attivato il 13 ottobre scorso, il problema sarà invece risolto radicalmente entro il 31 dicembre 2011. Grazie a questi interventi i valori del Comune di Cori oscillano tra i 9 e 12 µ/l, mentre i tecnici ci rassicurano che nel corso della prossima settimana tutto rientrerà nei parametri previsti. Ad Aprilia l’installazione e la messa in opera di un impianto definitivo di trattamento delle acque, in sostituzione dell’attuale a noleggio, è prevista entro il 31 dicembre 2011.  Azioni concrete e tangibili per il benessere dei cittadini. In ogni caso, per le Sorgenti del Carano (Aprilia), così come per Casotto Spallato (Cisterna), sarà valutata in itinere la necessità di prendere a noleggio altri due impianti di dearsenizzazione, nel caso in cui la condotta Ninfa-Cisterna dovesse tardare nella realizzazione, prevista, appunto entro il 31 dicembre 2012”.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica