mercoledì 27 luglio 2011

Aprilia - “Sicuramente vicini”: le Pattuglie di Prossimità in periferia.


Aprilia, 25 Luglio 2011 – L’amministrazione D’Alessio, fin dal suo insediamento e con l’istituzione il 25 marzo 2010 dell’Ufficio Aprilia Sicura, ha inteso volgere gran parte della sua attenzione al problema relativo alla sicurezza sul territorio comunale. Nell’ambito della progettualità già messa in campo arriva il nuovo progetto per l’ampliamento di servizi e pattuglie, capace di intensificare grazie ad un attento coordinamento il lavoro degli agenti di Polizia Locale nonostante le problematiche che emergono da un organico attualmente ancora sottostimato. Il progetto, cofinanziabile, denominato “Sicuramente vicini”, sarà inoltrato alla Regione Lazio ai sensi della L.R. n. 15/01 per attingere ai fondi previsti dal capitolo A6298 dell’esercizio finanziario regionale 2011. L’iniziativa è frutto della volontà politica di procedere verso il percorso già tracciato del potenziamento dei sistemi di sicurezza, siano essi oggettivi (come la videosorveglianza), siano soprattutto relativi all’introduzione di nuove politiche culturali d’integrazione sociale e di prevenzione dei fenomeni potenzialmente critici. “Sicuramente vicini” ha come obiettivo la creazione delle cosiddette Pattuglie di Prossimità, altrimenti dette squadre di personale appositamente formate in grado di dare risposte concrete e tempestive alle molteplici istanze dei cittadini, di servizi o di intervento. Le pattuglie saranno composte da un sottoufficiale e due operatori di Polizia Locale, che in giornate ed orari stabiliti saranno presenti nelle zone di periferia a più alta densità abitativa (Campoleone, Fossignano, Campo di Carne e Campoverde). Ogni giorno sarà presente nelle periferie, extra orario di servizio, una pattuglia per tre ore, con il preciso compito di presenziare le zone di maggior traffico. “L’obiettivo del progetto – ha detto il sindaco Domenico D’Alessio – è incrementare nei cittadini, attraverso la maggiore presenza della Polizia Locale, la vicinanza delle istituzioni. Scopo dell’intervento è quindi quello di attivare un sistema di controllo del territorio in grado di fungere da deterrente contro i comportamenti asociali o di chi si pone al di fuori delle regole della civile convivenza, monitorare le attività illegali ed essere un valido mezzo per il contrasto ai fenomeni di devianza, di degrado e di microcriminalità, ovvero quei fenomeni che maggiormente generano un senso di insicurezza diffusa e disagio sociale”. Nonostante le disponibilità economiche provenienti dalla Regione siano talvolta limitate, l’amministrazione intende proseguire sulla strada intrapresa. In quest’ottica, la struttura operativa si avvarrà della collaborazione dei volontari della Protezione Civile.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica