giovedì 9 giugno 2011

REFERENDUM 12 E 13 GIUGNO: Il Sindaco di Aprilia esprime le proprie posizioni.


Aprilia, 9 Giugno 2011 – Come noto, il 12 e il 13 giugno gli italiani saranno chiamati a votare 4 quesiti referendari: modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici di rilevanza economica – abrogazione; determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all'adeguata remunerazione del capitale investito - abrogazione parziale di norma; nuove centrali per la produzione di energia nucleare - abrogazione parziale di norme; abrogazione di norme della legge 7 aprile 2010, n. 51, in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale, quale risultante a seguito della sentenza n. 23 del 2011 della Corte Costituzionale. In merito ai temi oggetto del referendum, già nella seduta del Consiglio Comunale del 7 Giugno, il Primo Cittadino ha invitato la cittadinanza ad esprimere il proprio voto ed oggi, con la seguente dichiarazione, intende ribadire la propria posizione: “Ritengo che non ci sia nessun tipo di problema ad esprimere la mia posizione sui quesiti referendari ed intendo farlo in modo esplicito non solo perché vengono trattati argomenti particolarmente importanti e di interesse comune come l’acqua e il nucleare ma anche perché alcuni di questi temi riguardano molto da vicino il nostro territorio. Non è, infatti, un caso che i media nazionali abbiamo spesso indicato Aprilia come la città in prima linea nella battaglia a favore della ripubblicizzazione della gestione dei servizi idrici. Come tutti sanno, le azioni finora intraprese dall’Amministrazione Comunale vanno a favore della posizione secondo la quale l'acqua non può essere privatizzata ma deve rimanere un bene a disposizione di tutti ed un eventuale esito positivo del referendum favorirebbe in tal senso la nostra battaglia legale. Il nucleare – aggiunge D’Alessio – ha interessato il nostro territorio, basta pensare alla centrale dismessa di Borgo Sabotino. Su questo tema v’invito a riflettere in modo approfondito, anche in virtù del recente disastro della centrale nucleare di Fukushima. A guidare la nostra scelta sul terzo quesito referendario deve essere un pensiero rivolto a ciò che lasceremo alle generazioni future. In materia di legittimo impedimento, voglio solo aggiungere che si tratta di riaffermare il principio costituzionale secondo il quale la legge deve essere uguale per tutti.  Come Sindaco di questa città – termina il primo cittadino – e come le liste che mi sostengono, andrò a votare i  4 quesiti referendari con 4 si e vi invito ad esercitare il diritto/dovere di voto anche nell’interesse di Aprilia”.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica