sabato 18 giugno 2011

Mostra di Francesco Guadagnuolo in ricordo del Beato Giovanni Paolo II negli USA.




La Fondazione dei Cavalieri di Colombo ha organizzato un grande Evento- Mostra, di valore artistico e culturale, in memoria del Beato Papa Giovanni Paolo II nel Knights of Columbus Museum, 1 State Street New Hawen, USA. L’esposizione dal titolo “Tributo a Giovanni Paolo II”, autore è il Maestro Francesco Guadagnuolo, domiciliato ad Aprilia, considerato uno dei maggiori artisti del rinnovamento dell’iconografia dell’arte sacra non soltanto in Italia, che ha realizzato i ritratti negli ultimi anni del Pontificato di Giovanni Paolo II. L’esposizione rimarrà aperta fino al 30 giugno 2011.
La Mostra
La mostra ripercorre il cammino di fede del Beato Papa Wojtyla, in una dimensione sacrale, chiamato ad infondere il significato che destano in noi interrogativi profondi sulla presenza del male, sul significato della sofferenza e della morte. Il dolore, l’isolamento, il male fisico si mostrano così non più come fenomeno da “allontanare”, ma come condizione ‘ideale’ verso il mistero e la sacralità della vita. I ritratti di Papa Giovanni Paolo II realizzati da Francesco Guadagnuolo esprimono, con tragica intensità, un’impressionante testimonianza della sofferenza umana, dando inizio secondo la critica ad una nuova ritrattistica papale, realizzati durante il Pontificato di Giovanni Paolo II e sono diventati non solo un vero documento artistico, ma anche storico-religioso-culturale. Le opere vivono di potenza espressiva ed esprimono con dolorosa intensità anche gli ultimi anni della vita e della sofferenza del Santo Padre. Giovanni Paolo II viene interpretato poi, in preghiera, in raccoglimento spirituale, nel grave attentato a Piazza San Pietro, di fronte al Muro del Pianto a Gerusalemme, all’apertura della Porta Santa in San Pietro, nel Giubileo del 2000. Francesco Guadagnuolo è stato protagonista di numerose mostre durante il Pontificato di Giovanni Paolo II in alcune delle quali ebbe la possibilità di incontrarsi con il Pontefice e di fissare bene sulla propria mente i singolari tratti caratteristici, da tale incontro nacquero i ritratti; Guadagnuolo in un’intervista ha dichiarato: «Quello che colpiva del Santo Padre era il suo sguardo, che subito ti coglieva nel segno, era come se ti facesse una radiografia». La mostra è rivolta sia ai credenti sia ai non credenti, vuole essere un omaggio al Papa, ad un uomo che si è prodigato tutta la vita per l’amore, per la pace e il perdono. Questa mostra itinerante nel mondo si propone di far rivivere Papa Wojtyla testimoniando la Sua grande opera nei circa lunghi 27 anni di Pontificato. Da qui la forza della speranza che consente ai fedeli di vedere attraverso la mostra di Guadagnuolo il Papa quando era così vicino agli ammalati, agli umili, abbracciando gli indesiderati e tutti i deboli della Terra. Ecco che l'opera d'arte si fa portatrice di un messaggio di salvezza, il ciclo delle opere dedicate al Santo Padre, ci appare come mezzo di redenzione, per conoscere dentro di noi stessi e poter riflettere sulla grandezza e la santità di Papa Wojtyla.  
         L’Artista: Guadagnuolo, artista affermato, nato a Caltanissetta, ha iniziato giovanissimo la propria carriera, stabilendosi a Roma dove ha frequentato l’Accademia ed è entrato in contatto con l’ambiente della Chiesa e del Vaticano. E' in ambito religioso, nelle grandi rappresentazioni, che Guadagnuolo attraverso la sua ispirazione sacra, è diventato uno dei protagonisti dell’arte del Novecento. In questo contesto storico e culturale, Guadagnuolo s’inserì, grazie al suo talento artistico e alla conoscenza con l’Arcivescovo Giovanni Fallani Presidente della Pontificia Commissione Centrale per l’Arte Sacra che l’aveva scoperto, il quale, vide nell’artista, la capacità di individuare nell’uomo contemporaneo disumanizzato i segni di una ripresa, di un riscatto, dando volto ad un Papa, Karol Wojtyla, che sarebbe poi diventato così importante nel cammino spirituale della Chiesa. L’arte rivolta a soggetti sacri del Maestro Francesco Guadagnuolo è stata valutata dalla critica come totalmente innovativa, per aver egli coniugato quotidianità, umanità e spiritualità. Guadagnuolo ha assunto notorietà un pò in tutto il mondo con le sue opere che testimoniano la vita e la ricerca dell’essere. I numerosi riconoscimenti ottenuti e le innumerevoli mostre, ne hanno sancito la valenza e la sua storicizzazione nell’ambito dell’arte italiana degli ultimi 30 anni permettendogli di entrare in contatto con le più importanti personalità della cultura contemporanea.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica