venerdì 17 giugno 2011

Aprilia: Limitazioni d’uso delle acque destinate al consumo umano.


Aprilia, 16 Giugno 2011 – E’ stata emessa questa mattina, dal Sindaco di Aprilia, l’ordinanza n. 138 che limita l’uso delle acque approvvigionate da pubblico acquedotto destinate al consumo umano per i bambini di età inferiore ai tre anni ed alle imprese alimentari. La necessità di emettere questa nuova ordinanza nasce dalle ultime comunicazioni ricevute dal Dipartimento di Prevenzione AUSL di Latina sull’esito dei dati del parametro arsenico. Nella nota si legge che dai campioni d’acqua prelevati in data 31.05.2011 dai fontanini di Aprilia via Callas e Piazza B. Croce risultano valori di arsenico di 11 μg/L e 12 μg/L. Alla luce della deroga concessa alla Regione Lazio dalla Commissione Europea che sposta il limite massimo consentito da 10 μg/L a 20 μg/L, il divieto di utilizzo dell’acqua distribuita dal pubblico acquedotto interessa solo i bambini fino a tre anni di età e le imprese alimentari. L’ordinanza n. 138 oltre a disporre il divieto di consumo dell’acqua in tutto il territorio comunale ai bambini d’età inferiore ai tre anni, specifica che, a causa della presenza del parametro fluoruro e di ione ferro oltre i valori consentiti dalla normativa, tale divieto interessa anche la zona di Campoleone. Il gestore del servizio idrico, Acqualatina Spa, dovrà provvedere a distribuire a tutte le famiglie, in cui sono presenti neonati e/o bambini fino all’età di tre anni, acqua destinata al consumo umano e dovrà comunicare all’ente le modalità di distribuzione messe in atto per le utenze domestiche con la presenza di bambini dell’età in questione. “Si tratta di un intervento necessario – spiega il Sindaco per rassicurare la cittadinanza - anche se il superamento del limite massimo è solo di uno o due μg/L.”.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica