lunedì 25 aprile 2011

Il 25 aprile ad Aprilia.



Aprilia, 25 Aprile 2011 – Questa mattina l’Amministrazione Comunale ha festeggiato il 75° anniversario della Fondazione della Città di Aprilia e l’annuale Festa della Liberazione. Le celebrazioni hanno avuto inizio con il raduno, in Piazza Roma, delle Associazioni Combattentistiche e delle Rappresentanze delle FF.AA. A conclusione della Santa Messa, celebrata nella Chiesa San Michele Arcangelo, le autorità civili e militari si sono recate presso il Monumento ai Caduti per la deposizione della corona d’alloro. Il Sindaco ha successivamente accolto i cittadini nell’Aula Consiliare “Celebriamo oggi – ha dichiarato il Primo Cittadino - una duplice ricorrenza: il 66°anniversario della Liberazione d'Italia dal regime nazifascista e il 75° Anniversario della Fondazione della nostra città. Due importanti eventi uniti da un unico filo conduttore che può essere identificato con il termine di rinascita e di un nuovo inizio. Un nuovo inizio per la nostra nazione liberata dall'occupazione tedesca e dalla dittatura fascista e la posa della prima pietra che, nel 1936, ha dato il via alla costruzione di Aprilia. Una città, quarto comune dell'Agro redento, inizialmente progettata per 12.000 abitanti e che oggi ne conta più di 70.000. C’è anche un’altra ricorrenza che rende quest’anno molto speciale per tutti noi e mi riferisco al  150° dell'Unità d'Italia. In questa cornice di eventi inizieremo con il ricordo del 25 Aprile del 1945 come rappresentazione del riscatto morale dell’Italia, la riappropriazione della propria autonomia, della propria libertà, un valore che va difeso ogni giorno. Non dobbiamo perdere la memoria degli eventi che hanno fatto dell’Italia una terra libera ed unita – ha aggiunto il Sindaco D’Alessio - e dobbiamo custodire gli ideali ed i valori che gli eroi, protagonisti prima dell’Unità e poi della Liberazione, ci hanno coraggiosamente tramandato. Oggi il mio pensiero, il pensiero per Aprilia, si rivolge al futuro e al percorso che abbiamo iniziato per rafforzare l’identità storica e culturale della nostra comunità. Abbiamo deciso di commemorare il 75° Anniversario della Fondazione e il 150° dell'Unità d'Italia attraverso iniziative che non si esauriscono nel singolo giorno dell’evento ma che abbracciano l’intero anno e che hanno l’obiettivo di far emergere il tessuto culturale di Aprilia, di dare il giusto valore ai luoghi storici della nostra città e ai personaggi che si sono distinti in passato e a quelli che oggi, attraverso la loro attività, fanno della nostra città un territorio attivo su differenti fronti. Mi riferisco alle numerose realtà Associative, culturali e sportive, ma anche ai Dirigenti Scolastici, ai docenti, agli studenti, ai Comitati di Quartiere che in questi mesi hanno saputo darci un fattivo contributo nell’organizzazione e nella realizzazione d’eventi e manifestazioni. Mi sento, comunque, di poter affermare che un’identità apriliana, seppur con il bisogno di essere rafforzata, esiste già e ha dimostrato la sua coesione e il suo valore nelle lotte di interesse comune. Come Amministrazione ci auguriamo di aver contribuito, almeno in parte, a trasmettere alle nuove generazioni i giusti valori e la fiducia di un futuro migliore per Aprilia, possibile solo attraverso l’impegno di ognuno di noi”. Per l’occasione, fino alle ore 14.00 nei pressi dell’edificio comunale, un box della Società Poste Italiane ha effettuato, su richiesta dei cittadini, l’annullo postale per il 75° della fondazione della città.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica