venerdì 11 febbraio 2011

L'olio di Sermoneta, eccellenza italiana.


Ha vinto il premio come miglior olio “fruttato leggero” nel Concorso “L'olio delle Colline”, confermandosi uno dei prodotti migliori d'Italia e contribuendo, insieme agli altri produttori sermonetani, a rendere questo territorio un'eccellenza a livello nazionale per il settore olivicolo. L'Azienda agricola La Valle dell'Usignolo da oltre un secolo si dedica con passione all'olivicoltura, tramandando di padre in figlio i segreti della molitura perfetta. Oggi, Giuseppe Palombo e tutti i produttori locali stanno contribuendo a rendere Sermoneta la terra per eccellenza dell'olio. “Qui le piante fanno un prodotto eccezionale, grazie ad un clima mite e ad una terra che si presta a questo tipo di coltivazione”, spiega Giuseppe. “Si distingue a livello nazionale perchè è un olio di mezzo: non è spietato come quello siciliano e non è dolciastro come quello che viene prodotto al Nord. Già i Romani conoscevano la particolarità di questo territorio e non facevano a meno dell'olio dei Lepini a condimento dei loro piatti”. Oggi quest'olio prelibato rappresenta una delle eccellenze della mensa scolastica di Sermoneta, grazie al progetto di filiera corta a Km 0 promosso dall'Amministrazione comunale che permette di servire ai bambini delle scuole i migliori prodotti agroalimentari espressione del territorio tra cui, appunto, l'olio. “Non solo – aggiunge Palombo –: l'olio di Sermoneta finisce sulle tavole di mezza Europa, abbiamo clienti affezionati che da anni servono a Londra il nostro prodotto”. Per essere di qualità, l'olio de La Valle dell'Usignolo è curato in ogni dettaglio: dalla raccolta delle olive, che devono essere verdi e lucide, fino alla molitura e l'imbottigliamento. “Se tutti noi produttori avremo la costanza di proseguire questo lavoro attento, riusciremmo ad imporci sui mercati internazionali. Dobbiamo educare il consumatore alla qualità, le nostre potenzialità vanno sviluppate e dobbiamo essere noi i primi a crederci. Anche perché, rivalutare l'olivicoltura significa ridare impulso all'agricoltura e riqualificare il nostro territorio”, conclude Giuseppe Palombo. Sta per nascere a Sermoneta un “polo delle eccellenze locali”, che darà la possibilità a tutti i produttori di poter avere una vetrina delle loro produzioni. Un biglietto da visita a livello regionale che permetterà a Sermoneta di inserirsi in un circuito enogastronomico che farà bene non solo al turismo, ma anche e soprattutto alla qualità stessa dei prodotti che serviamo sulle nostre tavole.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica