martedì 22 febbraio 2011

LATINA: CHAT A DUE PIAZZE, 26-27/2/11.


“Come in tutte le farse di un maestro della comicità come Ray Cooney, vizi e debolezze umane danno lo spunto per creare un meccanismo irresistibile di situazioni esilaranti che finiranno per implodere una dopo l'altra”. Il Teatro Moderno di Latina non finisce di stupire e rinnova la presenza sul territorio pontino portando in scena, il prossimo sabato 26 alle 21:00 e domenica 27 febbraio alle 17:30, l’esilarante spettacolo dal titolo «Chat a due piazze» del commediografo, drammaturgo e attore britannico Ray Cooney, con la partecipazione straordinaria di un “mattatore delle scene” come Raffaele Pisu, per la regia di Gianluca Guidi. Sul palco altri grandi nomi come Fabio Ferrari, Lorenza Mario, Gianluca Ramazzotti e Miriam Mesturino.  “Chat a due piazze”,  record d'incassi a Londra e a Parigi, è il seguito del famosissimo spettacolo "Run for your wife", ("Taxi a due piazze"), interpretato in Italia da Johnny Dorelli nel 1986. Il figlio del grande Dorelli, Gianluca Guidi, in questo 'sequel' si cimenterà alla regia e porterà sul palco Fabio Ferrari, il famoso Chicco ne "I ragazzi della III C", che interpreterà Mario Rossi, il protagonista. La storia racconta d’amore e tradimento ai tempi di Facebook. Un mondo parallelo che corre veloce e non aspetta nessuno e che a volte può provocare imprevedibili cambiamenti nelle relazioni interpersonali. Tutto va a gonfie vele per Mario Rossi, tassista romano che condivide due vite matrimoniali: una a Piazza Irnerio, dove abita con la moglie Barbara e la figlia Alice, ed una a Piazza Risorgimento dove vive con l’altra moglie Carla ed il figlio Giacomo. Per vent’anni la vita scorre tranquilla per Mario e la sua grazie ad una precisa pianificazione d’orari e turni di lavoro che permette di nascondere la verità finché un giorno i due figli s’incontrano in chat ed, interessati dalle curiose coincidenze che accomuna le loro vite, decidono di vedersi. Mario cercherà insieme all’amico Walter di mantenere il segreto della sua doppia identità paterna e matrimoniale creando divertenti gag ed equivoci, fino all’inaspettato finale. Una commedia da non perdere quindi, ironica, turbolenta e volta a confermare una stagione teatrale capace di coinvolgere un più ampio pubblico possibile e fortificare gli obiettivi del direttore artistico del Teatro Moderno di Latina, Gianluca Cassandra, e di tutto il suo staff: “stiamo procedendo secondo le aspettative- afferma Gianluca Cassandra- nel senso che la scelta della programmazione incontra appieno i gusti del pubblico e la voglia di confrontarsi con spettacoli e compagnie "nuovi" sul territorio. Tutto ciò è continuamente testimoniato non solo dalle presenze in sala (un dato su tutti, più di 150 abbonati), ma anche e soprattutto dai continui complimenti ed apprezzamenti che riceviamo dai nostri ospiti”.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica