sabato 11 dicembre 2010

Sermoneta: Concerto de L'Accademia degli Sfaccendati di Roma all'Abbazia di Valvisciolo, 11/12/10.



Entra nel vivo il programma d’eventi nell'ambito del “Natale a Sermoneta”. Sabato 11 dicembre 2010 alle ore 18.30 appuntamento con la musica classica all'Abbazia di Valvisciolo con il concerto del “Nonetto di Fiati” dell'Accademia degli Sfaccendati di Roma. Una location suggestiva per un gruppo celebre a livello nazionale, che porterà Sermoneta ad essere palcoscenico privilegiato delle arie più note della storia della musica classica. Il Programma che sarà eseguito a Valvisciolo: Nabucco Ouverture, Aria e recitativo “D’amor sull’ali rosee” da il Trovatore, Aria “Addio del passato” da La Traviata, Overture “Nabucco”, Aria “selva opaca” da Guglielmo Tell, Overture “Il Signor Bruschino”, Aria da concerto “Ah, perfido” di Beethoven. L’Ensemble di fiati dell’Accademia degli Sfaccendati è formato da strumentisti a fiato di area romana, alcuni dei quali fondarono già alla fine degli anni ‘70 lo storico ensemble di fiati “Il Gruppo di Roma” vincitore di premi nazionali ed internazionali ed attivo presso le più importanti istituzioni (Accademia Chigiana, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Accademia Filarmonica Romana, Sala del Conservatorio di Milano). A questi musicisti si affiancano oggi giovani diplomati di talento. Oltre a svolgere la propria attività concertistica, i membri dell’Ensemble collaborano, come prime parti soliste, con alcune tra le più importanti orchestre sinfoniche italiane come l’Orchestra Nazionale dell’Accademia di Santa Cecilia, l’Orchestra Nazionale della RAI-TV, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, Teatro dell’Opera di Roma, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, inoltre collaborano stabilmente con Ennio Morricone sia per le colonne sonore che per le tournée. L’Ensemble è stato invitato a partecipare alla “Settimana della Cultura” organizzata e promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e nel 2008 è stato invitato ad esibirsi nell’ambito della Fiera internazionale del libro di Guadalajara (Messico). L'Ensemble di Fiati dell’Accademia degli Sfaccendati è formata da: Flauto: Bruno Paolo Lombardi; Oboi: Paolo Verrecchia, Massimo Conte; Corni: Daniele Iacomini, Lorenzo Del Sorbo; Fagotti: Pasquale Sabatelli, Alessandro Verrecchia; Clarinetti: Marino Cappelletti, Michele Secci. L'evento è stato curato dall'Associazione banda Musicale Fabrizio Caroso di Sermoneta.


CURRICULA
Giovanna Manci
Ha voce piena e di ampia estensione, dolce nel fraseggio, svettante negli acuti, calma e calda nei gravi” (José Minervini). “Giovanna Manci ha confermato le sue doti vocali e interpretative. La sua voce è potente, il suo timbro è limpido, il suo fraseggio è perfettamente controllato, la sua sensibilità musicale è indiscutibile” (Paolo Pinto). “La excelente soprano Giovanna Manci de voz lirica pero muy hábil en las agilidades de la difícil aria de Fanny” (Andrea Merli). Questi apprezzamenti, che si riferiscono a tre diverse esibizioni, descrivono le qualità tecniche e vocali di un soprano lirico di grande talento. Nata a Milano, ha studiato a Roma con Fausta Corti Coppetti del Conservatorio di S. Cecilia. Ha vinto il Concorso Internazionale di Canto “Città di Cagliari”. Si è perfezionata all’Accademia Rossiniana su invito della Fondazione Rossini di Pesaro. A Treviso ha partecipato alla “Bottega” di Peter Maag per “Le nozze di Figaro” di Mozart In teatro, dopo il debutto all’Opera di Roma nella “Lucia di Lammermoor” come doppio di Edita Gruberova, ha lavorato con importanti registi e direttori d’orchestra quali Fassini, Samaritani, Puecher, De Bosio, Menotti, Graziella Sciutti, Beni Montresor, Maurizio Scaparro, Haider, De Bernart, G.P. Sanzogno, Marco Armiliato, Peter Maag, Hickox, Giovaninetti, Fabio Biondi interpretando molti ruoli di protagonista sia in opere di repertorio (Lucia, Gilda, Musetta, Contessa) che di più rara esecuzione (Fanny nella “Cambiale di matrimonio” e Madama Cortese nel “Viaggio a Reims” di Rossini, Rachelina nella “Molinara” di Paisiello, Eugenia nel “Marito disperato” di Cimarosa). È stata anche Sophie nel “Werther” di Massenet, Cornelia ne “Il trionfo dell’onore” ed Ernesto ne “La principessa fedele” di Alessandro Scarlatti. Partecipando a numerosi festival ha, tra l’altro, interpretato Grilletta nello “Speziale” di Haydn, “La colomba ferita” di Francesco Provenzale, Dirindina di Domenico Scarlatti, Serpina di Pergolesi, Bastiana di Mozart, Betly di Donizetti (versione in due atti), Merlina nella “Fantesca” di Hasse, La Straniera in “The Consul” e Lucy in “The Telephone” di Menotti. Nel corso di una intensa attività concertistica ha collaborato con artisti, musicisti e complessi quali Rockwell Blake, Fred Sherry, Charles Rosen, Lü Jia, Peter Maag, Jan Latham-Koenig, Claudio Desderi, Vittorio Parisi, Angelo Persichilli, Gloria Banditelli, Antonio Florio, Giovanni Bellucci, gli Archi della Scala, i Solisti di Sofia, i Virtuosi di S.Cecilia, i Solisti Aquilani, l’Orchestra Sinfonica della RAI, il Philharmonia Chorus di Londra, la Young Janacek Philharmonic Orchestra e moltissimi altri. Ha cantato per molti teatri, festival ed enti tra cui l’Opera di Roma, il Teatro Massimo di Palermo, la Grande Sala della Filarmonica di San Pietroburgo, il Volkstheather di Rostock, il Festival dei Due Mondi di Spoleto, il Festival delle Nazioni a Malta, gli Orizzonti Barocchi a Palermo, il Festival Pontino, l’Auditorium Parco della Musica di Roma, l’Accademia Filarmonica Romana, l’Oratorio del Gonfalone, la RAI, la Radio Vaticana. Ha inciso in CD, in prima assoluta: “La cena delle beffe” di Umberto Giordano e “Le Cantatrici Villane” di Valentino Fioravanti per la Bongiovanni di Bologna; “L’Olimpiade” di G.B. Pergolesi per la Arkadia di Milano; “The Consul” di G.C. Menotti per la Chandos di Londra; “Miserere” di Niccolò Iommelli per la Nuova Era di Torino.

Filippo Manci 
Nato a Roma, dopo essersi diplomato col massimo dei voti in Organo e Composizione organistica al Conservatorio "A. Casella" de L'Aquila, studia Clavicembalo e Direzione d'Orchestra. Segue numerosi corsi, seminari e master class tra cui Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Mozarteum di Salisburgo, Accademia Chigiana di Siena (con diploma di merito), Accademia di Pistoia, perfezionandosi in Organo con i Maestri Giorgio Carnini e Luigi Ferdinando Tagliavini, ed in Direzione d'Orchestra con i Maestri Bruno Aprea e Carlo Maria Giulini. E’ organista sostituto alla Basilica di S. Giovanni al Laterano. Ha collaborato con Peter Maag, Claudio Abbado, Ennio Morricone e Giorgio Carnini. Nel 1997 fonda il gruppo corale "Melos Ensemble" e l'Orchestra dell'Accademia Internazionale delle Arti A.I.D.A. Sempre nel 1997 debutta come direttore nell'ambito del 26° "Rome Festival", alternando da allora le attività di solista e direttore. Ha svolto attività concertistica come direttore e/o solista in Italia (Roma, Torino, Festival delle Nazioni a Città di Castello, Festival di Mezza Estate a Tagliacozzo, ecc.) e in Germania (Weingarten) con un repertorio molto ampio. Ha diretto ed inciso in CD la prima esecuzione assoluta del Concerto per chitarra e orchestra di Angelo Girardino. Nel 2002 con altri giovani musicisti ha costituito l’orchestra dell’Associazione Melos Ensemble di cui è direttore artistico.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica