mercoledì 15 dicembre 2010

Da sabato 18 dicembre, sarà on-line il nuovo portale del Comune di Latina.


L’attuale sito del Comune nacque in un periodo di grandi riforme; l’elezione diretta del Sindaco, le leggi sulla partecipazione e la trasparenza amministrativa, l’accento posto sulle strutture di comunicazione e insieme il grande sviluppo d’internet  furono l’humus dal quale crebbe l’idea di far approdare la pubblica amministrazione sul web.  I siti di quella prima ondata ebbero tutti, più o meno, un difetto costitutivo, ossia quello di essere pensati più che altro in chiave promozionale. Si cercava, in sostanza, di realizzare un “bel sito” dal punto di vista grafico, affidando ad immagini più o meno complesse il compito di enfatizzare la struttura di appartenenza, in particolare quando la P.A. rappresentata era un comune. Questi contenitori, accattivanti e colorati, avevano più che altro il compito di rendere pubblici gli atti dell’ente e la struttura amministrativa, con un taglio giornalistico che enfatizzava il ruolo della news. Da allora sono trascorsi ben quindici anni, e seppure da fuori a volte si ha ancora l’impressione che la Pubblica Amministrazione sia ferma, quella rivoluzione è andata avanti, travolgendo vecchi impianti, in gran parte grazie al progresso tecnologico, che ha comportato l’uso di strumenti naturalmente votati al ridimensionamento degli iter procedurali ed alla loro “pubblicità”. La parola d’ordine è diventata pertanto “interazione”, intesa come un rapporto di scambio fra la Pubblica Amministrazione e i cittadini, un processo che si concretizza nell’idea di “democrazia partecipata” e che trova il suo strumento principale proprio in internet. Inoltre l’avvento dei social network, con il supporto tecnologico dei nuovi sistemi telefonici, ha comportato un aumento esponenziale di utenti del web, che se fino a dieci anni erano stimabili nel nostro paese in un 3% della popolazione, nel 2009 sono stati ben 20 milioni, con 6,5 milioni di utenti “attivi”; oltre il 10% della popolazione è cioè presente in rete in maniera assidua e regolare. Abbiamo potuto pertanto assistere negli ultimi anni ad una trasformazione anche dei siti della pubblica amministrazione, e dei comuni nel caso specifico, che si sono orientati verso strutture più dinamiche, capaci di offrire non solo informazioni dettagliate attraverso diversi canali di navigazione, ma anche veri e propri servizi on line. Il Comune di Latina è rimasto fermo per molti anni, ma ora vuole riconquistare il terreno perduto con un nuovo portale, ideato per promuovere il dialogo con i propri cittadini. La scelta questa volta non è stata quella di stupire, bensì di realizzare uno strumento facile sia per gli utenti che lo utilizzeranno, sia per quelli che dovranno gestirlo, assicurando l’aggiornamento e l’adeguatezza dei contenuti. Su questa struttura, concepita per essere uno strumento di navigazione semplice ed efficace, ma anche per adattarsi facilmente alle esigenze mutevoli dell’ente, sarà possibile attivare anche servizi interattivi di maggiore impatto, da quelli previsti dalle recenti normative (come l’albo pretorio on line) ad altri progetti di sviluppo promossi dai singoli settori, come l’Anagrafe on line. Con quest’ultimo progetto i cittadini potranno accedere direttamente ai propri dati per verificarne l’esattezza e per produrre autocertificazioni. La scelta è stata pertanto quella del classico portale a tre colonne. Quella centrale è stata riservata alle news, con uno spazio speciale dedicato alle comunicazioni di servizio (scadenze di bandi, adempimenti tributari). Le altre colonne sono state invece destinate ad ospitare i menù di navigazione: su quella di sinistra troviamo il menù delle “attività del comune”, studiato per ricalcare l’organizzazione degli uffici comunali e fornire così tutte le informazioni necessarie per accedere ai servizi comunali, divise per ambiti tematici e di competenza. E’ presente anche un menù concettuale, destinato rispettivamente al “cittadino”, all’”azienda” ed al “turista”. Le stesse notizie vengono pertanto raggruppate secondo diversi criteri di classificazione, per renderle il più possibile accessibili in base alle esigenze dell’utenza. Nella barra in alto sono invece presenti tre menù speciali dedicati rispettivamente al “comune”, alla “città” ed al “cittadino”, che riprendono concettualmente una divisione già presente nel vecchio sito. Il primo menù è dedicato alla parte istituzionale dell’ente, il secondo mira invece ad una conoscenza immediata della nostra città (lo stemma, la storia della città) ed a come viverla (trasporti pubblici, come raggiungerci). Il menù dedicato al cittadino dà invece accesso ai servizi dell’URP, tra i quali anche la possibilità di inoltrare segnalazioni di disservizi, reclami e suggerimenti. Uno spazio di partecipazione che sarà gestito direttamente dallo Sportello del Cittadino e che sarà monitorato e analizzato in termini di customer satisfaction. Nella colonna di destra trovano infine posto i banner, che consentono un accesso immediato ad aree tematiche precise e potranno essere utilizzati per evidenziare specifici progetti o attività straordinarie come le tornate elettorali. Due banner fissi indirizzano su aree tematiche speciali, quelle della cultura e del turismo, che sono state caratterizzate anche graficamente. L’intenzione è quella di promuovere sia le strutture per così dire fisse, come i musei, sia gli appuntamenti come la stagione teatrale e la stagione di danza (alle quali è riservato un ampio spazio con le schede dei singoli spettacoli), le mostre, ma anche le occasioni d’incontro e svago. Non si tratta quindi di un punto d’arrivo: il nuovo portale vuole essere piuttosto il punto di partenza per lo sviluppo di un dialogo più proficuo tra l’amministrazione comunale ed i cittadini, e per la promozione di progetti che rendano sempre più semplice l’acceso ai servizi dell’ente.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica