giovedì 30 dicembre 2010

Aprilia: Nuova capitale della mafia?

Aprilia, 30 Dicembre 2010 – Un articolo pubblicato nei giorni scorsi da “Il Sole 24 ore”, e ripreso da diversi quotidiani locali, dipinge Aprilia come “la nuova capitale della mafia”. Il giornalista, partendo dalle dichiarazioni del Prefetto di Latina e del Questore di Latina, durante un’audizione della Commissione Parlamentare sui rifiuti del 25 maggio 2010, ripercorre alcuni eventi connessi ad attività illecite, che hanno interessato il nostro territorio negli anni passati, dichiarando addirittura che “da queste parti le mafie corrono più veloci delle omonime moto”. Una dichiarazione, quest’ultima, che secondo il Sindaco di Aprilia non rispecchia la realtà della nostra città generando confusione e allarmismo. “Non vogliamo assolutamente minimizzare il problema delle attività illecite e della criminalità organizzata – commenta il Sindaco – ma non ritengo esatto definire Aprilia la capitale della mafia né tanto meno avvicinarla a realtà ben più gravi che interessano il Sud dell’Italia. Negli anni passati la nostra città è stata sicuramente oggetto d’interesse da parte di importanti nomi legati alla mafia, ma bisogna ricordare che stiamo parlando degli anni ’60 - ‘70 e, rispetto a questo tipo di problema, oggi i riflettori sono puntati su ben altre città della provincia. Riteniamo doveroso mantenere alto il livello di guardia rispetto ad ogni attività illecita nel nostro territorio, salvaguardando l’imprenditoria, il commercio e l’edilizia. La trasparenza e la legalità, d’altronde sono state sempre al centro delle nostre azioni. Siamo consapevoli che l’area è particolarmente appetibile per la speculazione edilizia, non a caso una delle questioni che stiamo cercando di risolvere è quella connessa alla variante speciale sul recupero dei nuclei spontanei. Rispetto a quest’ultima, stiamo da tempo aspettando l’approvazione da parte della Regione Lazio”. “Nella stessa audizione del Prefetto di Latina – prosegue D’Alessio – leggiamo che dal punto di vista d’attività illecite e di criminalità non emerge un quadro di rilievo, perché nella provincia non sembrano al momento evidenziarsi particolari situazioni di criminalità organizzata. Su altre questioni invece sono ancora in corso degli accertamenti. Aprilia, per le sue stesse caratteristiche e come tutte le grandi città, – termina il Primo Cittadino – non è esente da episodi di criminalità ma i contenuti dell’articolo citato non riflettono la vera immagine di un territorio rappresentato anche da importanti realtà industriali, agricole e artigianali. Non bisogna dimenticare, inoltre, l’attività e il fermento culturale al di sopra della media che caratterizza la nostra città e che costituisce un argine al proliferarsi di fenomeni criminosi. Questa convinzione deriva anche dal costante rapporto e confronto con le forze dell’ordine del territorio che desidero ringraziare pubblicamente”.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica