giovedì 14 ottobre 2010

Remo Girone a Fondi per girare con il regista canadese Dav Khanna.






E’ arrivato a Fondi Remo Girone, accolto calorosamente dalla città. L’attore da due giorni sta girando, nei panni del protagonista Paolo, il film del regista canadese Dav Khanna realizzato grazie alla collaborazione della Latina Film Commission e con il contributo del Comune che ha messo gratuitamente a disposizione degli attori e dei tecnici, il Palazzo della Giudea. La strada è stata spianata a questa produzione canadese indipendente che ha scelto di trasformare in film una storia realmente accaduta nel sud pontino e di reclutare comparse, attori esordienti, assitenti di produzione e aiutanti, proprio nella città in cui è ambientato il racconto. Il film, destinato al mercato alglofono, si intitolerà Fondi ’91. Girone si lascia avvicinare volentieri sulla terrazza del Castello Baronale dove si sta girando la scena del banchetto con l’attrice Stephanie Sokolovsky. Recita in inglese, come gli altri. La città si fa in quattro per rendere più semplice il lavoro della troupe in tutte le location più belle del centro storico, ma anche allo stadio dove saranno girate le scene finali del film incentrato su un torneo di calcio giovanile, al quale partecipa una squadra americana. L’attore si sente a casa: “Trovo Fondi molto gradevole – dice il cattivo della Piovra che non ama però sentirsi blindato nel ruolo che gli ha dato notorietà – Sono i giornalisti a volermi classificare per forza. Ho fatto tanti altri ruoli anche leggeri, nessuno m’intrappola”. Nel film di Khanna è un uomo che ama profondamente la sua città: “Paolo è una persona importante di Fondi, un uomo ricco che ha perso la moglie. L’affetto dimostrato da Fondi nel momento del lutto - spiega Girone - lo spinge a dedicarsi alla sua città, si preoccupa che sia accogliente, che le cose funzionino, e organizza un torneo di football in cui c’è anche questa squadra che arriva dal New Jersey”. Con il regista procede tutto d’amore e d’accordo, e non potrebbe essere che così: “Con Dav abbiamo provato subito una simpatia reciproca. Ci siamo incontrati a Roma e dopo qualche minuto ci siamo accordati per il film”. Bello anche il resto dell’ambiente per il Remo nazionale, che si mostra soddisfatto nonostante le oltre  12 ore al giorno, con brevissime pause e tante sigarette fumate sul set: “Ci sono ragazzi locali molto bravi, me ne è piaciuto uno in particolare”, spiega e subito si informa dal direttore della Latina Film Commission, Rino Piccolo, su come va il cinema in provincia di Latina dove lui ha girato solo “Questa è la mia terra”, uno sceneggiato per Canale 5. “Questa provincia per me è una scoperta piacevole – termina dovendo tornare sul set -  non la conosco molto e per questo sono sempre contento di avere occasione di scoprirla. Siamo soddisfatti che le cose procedano bene, Dav è un bravissimo professionista e ci piacerebbe lavorare ancora con lui – dice Piccolo - I suoi precedenti lavori che abbiamo visto proiettati al Fondi Film Festival meno di un mese fa sono davvero di alto livello e lui è una persona deliziosa, che ha creato un’armonia perfetta sul set”.
Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica