giovedì 22 luglio 2010

“Sermonet’Amo”: 30 e 31 luglio.

Terminerà il prossimo 30 e 31 luglio la manifestazione “Sermonet’Amo”, la manifestazione iniziata il 2 luglio e volta alla valorizzazione e diffusione del dialetto di Sermoneta. Dopo la presentazione del dizionario Italiano-Sermonetano scritto da Dante Ceccarini presidente dell’Archeoclub, la recitazione di racconti e poesie sotto la loggia dei Mercanti a cura delle associazioni Archeoclub e Lepanto, dei Centri anziani di Sermoneta e della Galleria D’Arte Cavallucci, è la volta sabato della musica e del teatro. Venerdì 30 luglio alle ore 21 presso il Belvedere, il gruppo folk Sermoneta Nova terrà un concerto di “musiche e canti della nostra gente”, tutte rigorosamente in dialetto. Gran finale, sabato 31 luglio alle ore 21 sempre al Belvedere con il divertentissimo spettacolo teatrale “S’hanno rubato jo santo”, a cura della Compagnia Dritto e Rovescio. La storia è surreale e al tempo stesso irriverente: nella piazza del paese troneggia una statua che a un certo punto qualcuno farà sparire. Tutto il paese è in subbuglio, tutti cercano, tutti indagano. La sorpresa però è sempre dietro l’angolo ed arriva quando e come meno te lo aspetti… Attori: (in ordine alfabetico) Patrizia Abatini, Stefano Andreol, Stefano De Filippis, Nunzia Giacobbe, Eleonora Mugnai, Daniele Pagani, Vania Pretto, Pietro Rafaiani, Francesca Zedde. Collaboratrici di scena: Agnese Tartufi, Linda Giacobbe. Scenografie: Pietro Rafaiani, Stefano Andreol, Marco Tonini. Costumi: Tommasina Alviti. Parrucchiera e trucco: Rosa Grossi. Regia: Eleonora Mugnai.La Compagnia Teatrale Dritto & Rovescio (presidente Pietro Rafaiani, Direttore Artistico Eleonora Mugnai), ha debuttato con “48 – Morto che parla”, nel 2005. Le messe in scena sono volte quasi sempre alla valorizzazione del dialetto e dei modi di dire di Sermoneta, per creare quel senso di appartenenza alla comunità e diffondere le tradizioni culturali sermonetane. Indipendentemente da questo, lo scopo della Compagnia è quello di fare beneficenza, possibilmente a favore di associazioni di volontariato che aiutano concretamente quanti sono più sfortunati. Divertirsi facendo del bene al prossimo: questo è quanto è indelebilmente stampato nel Dna della compagnia. Prosegue con successo anche la mostra a Palazzo Caetani sui proverbi, modi di dire, filastrocche e poesie in dialetto Sermonetano, aperta nei fine settimana fino a fine luglio. Sermoneta dunque prosegue con la valorizzazione del proprio patrimonio immateriale, che gli è valso il 9 luglio scorso il premio di “Destinazione Europea D’Eccellenza” da parte della Commissione Europea e del Ministero del Turismo.

Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica