mercoledì 7 luglio 2010

Sabaudia: Agroalimentare in Rosa alla guida del tour enogastronomico di Velisti per Caso.





L’enogastronomia pontina ammalia i protagonisti di Velisti per Caso. Pat, Syusy, Zoe e i vincitori del concorso StarQ8 rapiti dal cibo e dal vino di Ponza e Sabaudia. A caratterizzare la terza tappa di Adriatica un vero e proprio percorso alla ricerca del cibo più autentico e raffinato nella terra di Ulisse e della Maga Circe. Ad incrociarsi, infatti, in questa splendida avventura intrapresa da Patrizio Roversi e Syusy Blady alla scoperta dei popoli del mare, non solo il mito, la storia e la leggenda ma anche ricette antiche e sapori inediti delle più vere tradizioni locali. Un’occasione resa possibile grazie all’Associazione Agroalimentare in Rosa, alla giornalista Tiziana Briguglio e ai tanti artigiani del gusto che nei tre giorni si sono adoperati per deliziare l’equipaggio della barca più famosa d’Italia con le bontà esclusive dell’entroterra e della costa tirrenica. Ad incantare i velisti in particolare, il rarissimo Fieno di Ponza: il sorprendente vino prodotto da Emanuele Vittorio e Luciana Sabino con le uve coltivate a strapiombo sul mare, assaporato nella storica cantina tra rocce, ulivi, mirto e ginestre in una delle zone più belle dell’isola, per non parlare poi della superba cena a base d’aragoste, mazzancolle, ricciola, tonno alalunga e maionese di ricci preparata da Oreste Romagnolo, cuore pulsante con la moglie Valentina del raffinatissimo Orèstorante. Prelibatezze alle quali si è ben presto aggiunta l’imperdibile sequenza di pietanze “a chilometro zero” allestite dall’Istituto alberghiero di Formia e da Ornella Massaro – anima della Trattoria Teresa - all’interno dei giardini del Circolo Canottieri Sabaudia. In tavola, un tripudio mediterraneo di sapori e profumi in cui lo chef Pasquale Conte ed Emidio Oliva hanno potuto sfoggiare, insieme agli allievi della prestigiosa scuola formiana, tutto il loro talento. Un vero e proprio “tasting menu” presentato dallo storico dell’alimentazione Giuseppe Nocca, in cui fondamentale è apparsa la collaborazione di quei piccoli produttori che dell’eccellenza hanno fatto il loro portabandiera. Nell’ordine: Scherzerino (Itri); Azienda agricola casearia bufalina Monica Macchiusi; Azienda Agricola biologica olearia Paola Orsini; Cantina Sant’Andrea; Cooperativa agricola Ortoverde; Pasticceria Quattro F di Sonnino.

Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica