martedì 27 luglio 2010

Bassiano: Sabato 31 la proiezione in piazza del documentario.






Sabato 31 Luglio, alle ore 21.00, a Bassiano (Piazza Matteotti – Porta Nova) in anteprima per la comunità locale e la stampa sarà proiettato il documentario “Bassiano, un’oasi fra i monti”, nono dvd della collana “Comunicare il Territorio (Mix-in-time produzioni, regia Amilcare Milani. Supervisione e testi Rita Calicchia). Una tappa importante che sigla anche una nuova svolta (il terzo cofanetto della collana) non a caso sottolineata dalla presenza in loco di un parterre di eccezione: saranno presenti alla prima del dvd praticamente tutti i sindaci che hanno condiviso fino ad oggi con la troupe di Comunicare questo straordinario percorso: dal sindaco di Bassiano Costantino Cacciotti, ai sindaci di Sezze Andrea Campoli, di Priverno Umberto Macci, di Cisterna Antonello Merolla, di Cori Tommaso Conti, di Sermoneta Giuseppina Giovannoli, di Roccamassima Angelo Tomei, di Norma Sergio Mancini, di Roccagorga Carla Amici, di Maenza Francesco Mastracci. Sono stati invitati a partecipare anche i sindaci di Prossedi Franco Greco e di Roccasecca dei Volsci Orazio Balzarani, che ospiteranno le prossime tappe del tour. La presentazione del documentario sarà, come sempre, un vero evento di spettacolo. Ad aprire la serata sarà l’esibizione di un gruppo folk di Sezze; quindi i saluti dei sindaci protagonisti del passaggio della staffetta (Sezze e Bassiano) ed infine l’arrivederci a Priverno e l’esibizione dei gruppi folk locali. Sarà un’estate di intenso lavoro per il gruppo di Comunicare che nel mese di agosto completerà le riprese di Priverno (documentario numero 10). Il 18 agosto a Roccagorga, in località Prati, sarà proiettato il dvd “Roccagorga, un’eco nel mondo” mentre il 3 settembre a Cisterna sarà presentata la prima “Guida turistica” di Comunicare il territorio nell’ambito di un grande evento che prevede anche la presentazione del terzo cofanetto della videoenciclopedia (Bassiano/Sezze/Roccagorga) e l’avvio ufficiale della web tv.

“Bassiano, un’oasi fra i monti”

Famosa nel mondo per aver dato i natali al padre della scrittura, quell’Aldo Manuzio universalmente considerato come il più grande editore e tipografo del suo tempo, Bassiano si adagia dolcemente su una collinetta a 562 metri s.l.m. posta ai piedi del Monte Semprevisa, la cima più alta dei Lepini. A far da contraltare all’imponente cinta di mura che la custodisce e che ne fu elemento difensivo di forza nelle conflittualità con i paesi vicini generate dalle vicende interne ai Caetani, il paesaggio incontaminato, a tratti surreale, che la circonda. Ciò che fa di Bassiano una sorta di scrigno della natura, incastonato fra valli e boschi dove si rincorrono tassi e scoiattoli mentre picchi, cince, civette e allocchi volano irregolari nel cielo godendosi dall’alto un carosello cromatico che dal marrone dei castagni sfuma fino al viola dei ciclamini e al giallo delle ginestre e delle margherite. All’interno, tra vicoli caratteristici, rapide scalinate, profumi antichi e tetti spioventi, si conservano elementi architettonici di grande interesse ed antiche Chiese. A tre Km dal centro abitato il celebre Santuario del Crocifisso, con annessa Grotta di Selvascura o dei templari. Suggestivo il Santuario della Trinità, posto sul picco dell’omonimo monte a 850 metri d’altitudine. Tra le tradizioni antiche, la festa dei faùni che esprime tutta la semplicità e la forza di questa gente che ha ancora cura delle cose buone di una volta. Fra le eccellenze gastronomiche, il prosciutto (famoso nel mondo) ed i semplici quanto gustosi formaggi (la“giuncata”, la “mbanata”) preparati nelle capanne dei pastori del luogo, da mano sapienti attente al rispetto di tradizioni e mestieri che si continuano a tramandare di padre in figlio.

Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica