giovedì 22 luglio 2010

APRILIA: IL SINDACO REPLICA ALLE ACCUSE DI ALCUNI ESPONENTI DEL PDL.

Aprilia, 22 Luglio 2010 – Ieri mattina Domenico D’Alessio ha partecipato alla Conferenza dei sindaci dell’Ato 4 per discutere, in presenza del Presidente della Provincia e dell’Ato 4 Armando Cusani, il caso della città di Aprilia. In tale occasione, il sindaco D’Alessio ha ribadito la volontà espressa dall’Amministrazione durante il Consiglio Comunale del 21 Aprile 2010, durante il quale sono state votate due delibere che danno alla società Acqualatina un termine di tempo entro il quale rientrare nelle condizioni previste dalla convenzione tipo e che esprimono l’intenzione di riappropriarsi della gestione della rete idrica. “ Cusani – ha dichiarato D’Alessio – ci accusa di avere una posizione ideologica sul tema dell’acqua e di essere la città con il maggior numero di cittadini morosi. Voglio dunque precisare che, in qualità di Sindaco, ho semplicemente rappresentato la volontà del Consiglio Comunale e dunque di Aprilia. La nostra è una delle città maggiormente danneggiate dal punto di vista degli investimenti e quindi la più penalizzata. Ma esiste un altro gravissimo fatto di cui si è resa responsabile Acqualatina, i tecnici della società, accompagnati da guardie giurate armate, continuano a rompere i lucchetti delle custodie dei contatori per ridurre il flusso idrico. Ciò crea un disagio ed una tensione sociale in merito alla quale valuteremo eventuali responsabilità. Acqualatina riduce il flusso idrico in maniera indiscriminata e senza tener conto delle numerose sentenze che hanno dato ragione ai cittadini ed hanno annullato le ingiunzioni della società”. Nella stessa giornata, D’Alessio ha preso parte al tavolo di coordinamento dei comuni, istituito presso l’Anci, che riunisce i sindaci coinvolti nella questione Tributi Italia. All’incontro ha partecipato il Commissario Straordinario Luca Voglino che ha comunicato ai presenti di essere stato nominato anche Commissario Aser. Si è trattato soprattutto di un incontro interlocutorio durante il quale Voglino ha prospettato l’ipotesi di rilanciare Tributi Italia incontrando numerose perplessità da parte dei sindaci. Il Comune di Aprilia ha proposto la creazione di un tavolo istituzionale nel quale possa essere preso in considerazione un fondo di risarcimento per i comuni ed ha presentato al Commissario la possibilità di deroga sulle assunzioni del personale e sul patto di stabilità. “Mentre l’Amministrazione Comunale – ha commentato il Sindaco – si confrontava con le parti interessate per cercare una soluzione a due gravi problemi della nostra città, alcuni consiglieri del PDL hanno convocato una conferenza stampa sul nulla definendo il mio comportamento vergognoso. A dover provare vergogna, a parer mio, è chi cerca di fare opposizione senza conoscere i regolamenti e non sa ammettere i propri sbagli. Riteniamo di aver sempre agito rispettando la democrazia e soprattutto le istituzioni, i suddetti consiglieri dovrebbero sapere che per avere una discussione in sede di Consiglio Comunale è necessario produrre degli atti, non è dunque la maggioranza che si sottrae al confronto. Una caduta di stile c’è stata sicuramente, ma è stata commessa da chi partecipa alla politica da anni e compie ancora questi errori, il Consiglio Comunale non è una riunione di condominio dove è possibile improvvisare delle discussioni senza presentare nessun documento. Mi meraviglio, inoltre, che il consigliere Roberto Boi non sappia nemmeno che il deposito degli atti può avvenire entro 24 ore prima dello svolgimento del Consiglio, di conseguenza, quando si è svolta la conferenza dei capigruppo, non potevamo sapere che nessuno avrebbe depositato gli atti presso la presidenza del consiglio comunale”.

Share on :

0 commenti:

Posta un commento

 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica