ANZIO: TERZO SUCCESSO PER "BLUFEST". A PIAZZA GARIBALDI ELETTA LA MISS DELL'ESTATE e RISATE CON MARCO TANA.

martedì 31 luglio 2007




Proseguono gli appuntamenti della seconda edizione di "Fiera Blu – BluFest”, organizzata dall’associazione culturale Eos con il patrocinio del Comune di Anzio, Assessorato alla Sanità e Ambiente e Assessorato allo Sport e Turismo. Nella serata di domenica scorsa Piazza Garibaldi ha ospitato il concorso di bellezza “Miss Blu”, che di fronte ad una giuria di giornalisti, politici e uomini di spettacolo ha eletto tra 12 aspiranti la miss dell’estate, la bella Catalina Drago di 26 anni. Non solo moda e sfilate nella serata: tra una passerella e l’altra si sono esibiti i ragazzi della scuola “Hip Hop Dance Four” e quelli di “Incontro Danza”. Prima del verdetto dei giurati, sono saliti sul palco anche gli attori dell’associazione “Fare teatro” che hanno entusiasmato un’affollatissima Piazza Garibaldi con uno sketch comico. Unanimi i voti della giuria, mai così d’accordo nel votare la più bella reginetta dell’estate, premiata dall’assessore al Turismo Sebastiano Attoni e dal presidente di giuria Sabrina Ghio. “Siamo molto soddisfatti per l’ottima riuscita dell’evento – ha spiegato il consigliere Romeo De Angelis, promotore dell’iniziativa – Piazza Garibaldi ha registrato il pieno di spettatori. Sono rimasto colpito anche dal fatto che i giurati si sono trovati tutti d’accordo nel votare la miss, cosa che non accade spesso. Inoltre i voti, essendo una giuria nazional popolare, sono stati esposti negli stand della BluFest per essere consultabili da tutti. Affermo che la fiera blu è un appuntamento importante per la città, che festeggia i cinque anni di bandiera blu, ottenuta dalla Fee, per certificare il grande impegno della nostra amministrazione nel settore ambientale. Vogliamo che quest’evento diventi un appuntamento fisso della stagione estiva, che premi l'impegno del nostro comune nelle politiche ambientali". La BluFest, inaugurata dai simpaticissimi ragazzi dell’associazione Alter Ego che si sono esibiti nello spettacolo “Sapore di sale”, terminerà il 31 luglio. In piazza sono stati allestiti diversi stand ed esposte barche a vela. Dopo la serata di moda e gli spettacoli per bambini, la “BluFest” porta a casa un nuovo successo con lo spettacolo di cabaret di Marco Tana che lunedì sera ha riempito di spettatori Piazza Garibaldi. Risate, gag, scenette comiche improvvisate con il pubblico sono stati gli ingredienti di una serata passata all’insegna del divertimento. Ospite il cabarettista romano con la sua comicità genuina, spontanea, incentrata sulle piccole cose della vita quotidiana. La manifestazione “BluFest”, organizzata dall’associazione culturale Eos con il patrocinio del comune di Anzio, Assessorato alla Sanità e Ambiente e Assessorato allo Sport e Turismo, è giunta quest’anno alla sua seconda edizione e nasce per festeggiare la quinta bandiera blu d’Europa conquistata dal Comune di Anzio per l’impegno nella tutela ambientale. Quattro giorni di moda, cabaret, spettacoli, stand, dallo scorso 28 luglio. Durante il giorno inoltre, dalle ore 16.00 in poi, sono stati aperti al pubblico gli stand nautici con alcune bellissime imbarcazioni in esposizione, tra cui quelle del Circolo della Vela Anzio Tirrena. “Un ringraziamento particolare agli standisti – ha spiegato Mauro Scalzi, presidente dell’associazione Eos – all’amministrazione, a Romeo De Angelis, promotore dell’iniziativa, ai ragazzi della mia associazione che hanno lavorato duramente per portare in piazza questa manifestazione. La Fiera Blu sta registrando degli ottimi risultati e abbiamo intenzione di farla crescere ancora nei prossimi anni”. Per informazioni si può prendere contatto con il numero 3471734495.

Read Post | commenti

22° Festival Internazionale del Folklore“Città di Fondi”


Fondi 1-5 Agosto 2007

Si riaccendono le luci sul palco del Festival Internazionale del Folklore “Città di Fondi”, la rassegna internazionale che da ventidue anni è l’unico appuntamento fisso dell’estate fondana.
E’ un traguardo importante, perseguito con tenacia ed impegno perché voluto soprattutto dalla gente di Fondi: anche quest’anno la piazza, trasformata in un angolo di mondo, sarà l’immagine speculare di una umanità che vuole vivere la gioia della vita, la bellezza della natura, il rispetto dell’altro, e benedire Dio per quanto ci ha dato.

Undici saranno i gruppi che si avvicenderanno sul palco dall’1 al 5 agosto: Bulgaria, Cile, Colombia, Corea del Sud, Grecia, Martinica, tre gruppi della Russia (Başchiria, Buriazia e Kamchatka), USA e Italia.
Due le novità interessanti di quest’anno. La prima, ed anche la più coreografica, è l’allestimento del palco in Piazza Unità d’Italia ai piedi del Castello Baronale, cosa che renderà lo spettacolo molto più suggestivo e accattivante; la seconda è la serata di anteprima del giorno 1 agosto nella quale verranno proiettati i documentari preparati durante l’anno dai ragazzi del gruppo folklorico “Città di Fondi” sulla vendemmia e la mietitura del grano, ricostruzioni fedeli create per non dimenticare le tradizioni dei campi di tanti anni fa.

Il Festival vero e proprio avrà inizio il giorno 2 agosto con la sfilata dei gruppi per le vie principali di Fondi, la cerimonia di apertura con gli inni nazionali e l’esibizione dei gruppi “Maenari Manwol Samul-Nor” della Corea del Sud, “Pomme Cannelle” della Martinica, “Naidal” della Buriazia, “Estia” della Grecia e “Angt” della Kamchatka.
La serata di venerdì 3 agosto vedrà il debutto del gruppo colombiano “Afro-Colombia”, accompagnato dai componenti russi della Başchiria e della Buriazia, mentre sabato 4 agosto si esibiranno i gruppi della “Brigham Young University” degli Utah negli Stati Uniti d’America e della Grecia.
Per concludere, il 4 agosto sarà una giornata piena di eventi: alle ore 9:30 ci sarà la rituale Celebrazione Eucaristica per la pace tra i popoli nella chiesa di San Francesco d’Assisi con i gruppi in vestito tradizionale, ed a seguire il Sindaco e gli Amministratori del Comune saluteranno nel chiostro francescano le rappresentative nazionali con il tradizionale scambio dei doni. La sera, prima della cerimonia di chiusura, saliranno sul palco i gruppi della Bulgaria (“Trakia”), della Buriazia, “Bafote” del Cile, della Grecia e della Martinica.
Gli spettacoli inizieranno tutti alle ore 21 e saranno come sempre gratuiti.

Il Festival Internazionale del Folklore “Città di Fondi” gode del patrocinio dell’Assessorato al Turismo del Comune di Fondi, del gruppo Cobal, della Banca Popolare di Fondi e del Mercato Ortofrutticolo di Fondi, il tutto sotto l’egida del CIOFF, il comitato internazionale degli organizzatori dei festival del folklore e delle arti tradizionali.
«La difficoltà nel reperimento di risorse economiche ha creato una cooperazione tra i festival di Fondi, Minturno e Cori – commenta il direttore artistico Luigi di Vito – in modo che la nostra città ospiti in loco soltanto tre o quattro gruppi, ma li possa scambiare con quelli partecipanti alle altre due manifestazioni, limitando enormemente i costi sostenuti».
«E’ giusto ringraziare chi anche quest’anno ci è stato vicino nella realizzazione del Festival – chiarisce Aldo Accappaticcio, presidente del gruppo folklorico “Città di Fondi”. Il primo grazie va ai frati francescani: sono stati loro gli iniziatori di questa “avventura” e noi solo i naturali prosecutori. Non ci stancheremo mai di ringraziare Padre Canio Rienzi che in tutti questi anni ha seguito con costanza il gruppo e il Festival. Un grazie a chi ci sprona continuamente a fare meglio: Padre Luigi, Padre Leonardo e fra Vincenzo. Un grazie al Sindaco Luigi Parisella e a tutta la sua Amministrazione. Un grazie sentito va all’Assessore al turismo Marco Carnevale e a tutto il suo staff per il prezioso aiuto datoci quest’anno, e all’assessore all’Istruzione, Egidio Turchetta, per la disponibilità dei locali dove alloggiare i gruppi. Un grandissimo ringraziamento va ad Alessandro Lippa, al padre Gemmino e a tutto il Gruppo Cobal S.p.A. che ha patrocinato anche quest’anno la manifestazione come meglio non avrebbero potuto fare, ed a tutti gli sponsor che hanno voluto nuovamente contribuire alla riuscita di questa edizione».
Read Post | commenti

Videocorto Nettuno anno 12

lunedì 30 luglio 2007




Videocorto Nettuno anno 12 ha emesso verdetti molto equi ed è stato salutato da un pubblico attento e paziente che ha atteso i risultati finali giunti dopo la mezzanotte. Un'edizione caratterizzata dall'ottimo livello dei corti in concorso, da un presidente della giuria come Luca Bianchini e dalla presenza, nella serata finale, di Elisabetta Rocchetti, della quale è stato proiettato il primo corto da regista.

LACREME NAPULITANE ha vinto come miglior corto e ha fatto razzia di premi ( ai costumi, alla scenografia, ai due attori protagonisti - il primo ex aequo della storia del festival ), convincendo pubblico e giuria da subito. Al secondo posto, a sorpresa, la vera rivelazione dell'anno: Marialuisa Garito con BUI, a cui è andata anche la miglior regia. Migliore attrice, la protagonista di CON UN VETRO A SEPARARCI. Molti consensi anche per L'ULTIMO PASSO ( ben tre premi ) e per VERNY.
Ecco nel dettaglio tutti i premi di Videocorto Nettuno 2007:

MIGLIOR FILM VIDEOCORTO D'ORO:
Lacreme Napulitane
MIGLIOR REGIA
Bui
MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA:
Lacreme napulitane
MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA:
Con un vetro a separarci
VIDEOCORTO D'ARGENTO FILM:
Bui
VIDEOCORTO DI BRONZO FILM:
Noemi
MIGLIOR SCENEGGIATURA:
Noemi
MIGLIOR SOGGETTO:
Il caso Ordero
MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA:
Il disegno
MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA:
L'ultimo passo
MIGLIOR COLONNA SONORA:
L'ultimo passo
MIGLIORI COSTUMI:
Lacreme Napulitane
MIGLIOR SCENOGRAFIA:
Lacreme Napulitane
MIGLIOR FOTOGRAFIA:
Verny
MIGLIOR MONTAGGIO:
Verny
MIGLIORI TITOLI DI TESTA E CODA:
Streghe
MIGLIOR LOCANDINA:
Il disegno
PREMIO TROISI MIGLIOR FILM:
Con un vetro a separarci
MENZIONE SPECIALE PREMIO TROISI:
Colonna sonora L'ULTIMO PASSO
PREMIO TAXI DRIVERS MIGLIOR FILM:
LACREME NAPULITANE
PREMIO TAXI DRIVERS MIGLIOR MESSAGGIO:
IL DISEGNO
PREMIO TAXI DRIVERS FILM CHE FA DISCUTERE:
D'INFARTO SI MUORE LUNEDI'

Info: saragozza@tiscali.it
Read Post | commenti

Anzio: Torna il vecchio Torneo “Industria e Sport”



Dopo un digiuno trentennale torna sul palcoscenico romano il Torneo dell’A.S. Omi, uno dei più importanti a livello giovanile nella piazza di Roma. In linea con il vecchio marchio, ma sganciata completamente dalle vicende del torneo di allora, la competizione torna con la desinenza di Torneo Internazionale Giovanile Sport - Turismo – Ambiente, 1° Trofeo Marco Seguiti. Il Presidente dell’AS Omi, Franco Seguiti, ha deciso di riportare alla ribalta l’evento, ricordando il nome del figlio Marco, ex atleta e allenatore dell’Anziolavinio, scomparso un anno fa a causa di un grave male. Così, grazie anche alla stretta unione che si è venuta a creare con la società del Presidente Franco Rizzaro, ecco giungere nel panorama romano il Torneo Internazionale Giovanile Sport - Turismo – Ambiente, 1° Trofeo Marco Seguiti. “Lo sport giovanile negli ultimi anni si è allontanato dallo spirito e dalla filosofia che dovrebbero animarlo – afferma lo stesso Franco Seguiti -, conquistando al contrario sempre più una dimensione non in linea con le sue premesse. In questo scenario s’inserisce l’ASD Anziolavinio in stretta collaborazione con la AS Omi, che a suo tempo creò la prima scuola calcio per bambini dai 9 ai 13 anni completamente a titolo gratuito e con l’attenta sorveglianza di qualificati istruttori e medici che hanno scritto la storia del calcio italiano come Perugia, Ziaco, Alicicco, Caruso e Terzoli, e ormai dedita solo ad attività culturali e formative. Negli anni ‘60 – ‘70 l’AS Omi promosse iniziative formativo-sportive riservate ai giovani, ottenendo successi tecnici, morali e educativi. Al suo attivo l’organizzazione di ben sedici tornei internazionali giovanili “Industria e Sport” che restano una manifestazione unica nel suo genere. Grazie all’appoggio e alla collaborazione dell’appassionato e dinamico Presidente dell’ASD Anziolavinio Franco Rizzaro, che ha raccolto con entusiasmo il testimone della precedente iniziativa, abbiamo deciso di ripristinare il importante torneo riservato ai giovani”. Molto partecipe anche il Comune di Anzio, rappresentato dall’Assessore allo Sport, Sebastiano Attori: “È una manifestazione unica che Anzio ha accolto a braccia aperte. C’è la volontà dell’Amministrazione Comunale di dare seguito anche negli anni avvenire a quella che sarà una grande kermesse di sport e divertimento”. Il saluto di Anzio è stato portato anche dal Consigliere Comunale Umberto Succi. Presente anche il Presidente del Coni Regionale, Alessandro Palazzotti: “Mi trovo perfettamente in linea con i principi di questo torneo, dove si favorisce l’aspetto sportivo e tecnico. Mi ricordo perfettamente trent’anni fa quando c’era l’allora Torneo “Industria e Sport”. Sono sicuro che sarà una manifestazione di grande rilevanza. Mi trovo perfettamente d’accordo con il pensiero di Marco Seguiti, cui è intitolato il Trofeo”. In questa prima edizione, che si svolgerà dal 25 agosto al 5 settembre 2007 presso lo stadio comunale “Bruschini” Via Olimpica, 36,500 ad Anzio, parteciperanno le più importanti squadre primavera d’Italia come AS Roma, SS Lazio, Cisco Roma, Frosinone Calcio, CFC Genoa, AS Bari, la squadra formazione del SK Austria Karnten e quella di casa dell’ASD Anziolavinio, che il prossimo anno sarà impegnata nel campionato Eccellenza. Il programma è quanto mai ricco ed intenso: si svolgeranno due partite al giorno: la prima alle 18,30, la seconda alle 20,30. La finale è fissata nella serata di mercoledì 5 settembre. L’evento sarà seguito passo passo su internet attraverso il nuovo sito www.omianziolavinio.it, dove si potranno trovare notizie, curiosità, foto, tabellini aggiornati con le partite. La novità assoluta è rappresentata dalla ripresa intera delle quattordici partite con le relative interviste. Si potranno infatti seguire tutte le gare con un semplice click. Il Torneo Internazionale Giovanile Sport - Turismo – Ambiente, 1° Trofeo Marco Seguiti avrà anche uno scopo benefico. Alla fine della manifestazione tutto il denaro raccolto sarà consegnato al prof. Edmondo Terzoli in favore della LILT - Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori.

Girone A: Roma, Bari, Frosinone, Anziolavinio

Girone B: Lazio, Cisco Roma, Genoa,, Austria Karnten

CALENDARIO GARE

Prima giornata. Sabato 25 agosto ore 18,30 ROMA - ANZIOLAVINIO; ore 20,30 LAZIO - KARNTEN

Seconda giornata. Domenica 26 agosto ore 18,30 BARI - FROSINONE; ore 20,30 CISCO ROMA - GENOA

Lunedì 27 agosto. Riposo.

Terza giornata. Martedì 28 agosto ore 18,30 GENOA - LAZIO; ore 20,30 FROSINONE - ROMA

Quarta giornata. Mercoledì 29 agosto ore 18,30 CISCO ROMA - KARNTEN; ore 20,30 BARI - ANZIOLAVINIO

Giovedì 30 agosto. Riposo

Quinta giornata. Venerdì 31 agosto ore 18,30 BARI - ROMA; ore 20,30 CISCO ROMA - LAZIO

Sesta giornata. Sabato 1 settembre ore 18,30 KARNTEN - GENOA; ore 20,30 ANZIOLAVINIO - FROSINONE

Domenica 2 settembre. Riposo

Semifinali. Lunedì 3 settembre ore 18,30 prima girone A - seconda girone B. Ore 20,30 prima girone B – seconda girone A

Martedì 4 settembre. Risposo

Finale 1-2 posto. Mercoledì 5 settembre ore 20,30

Formula

Le otto squadre saranno divise in due gironi da quattro. Si giocherà con la formula del girone all’italiana con sola andata. In caso di parità al termine dei due tempi regolamentari si procederà all’esecuzione dei calci di rigore con regole stabilite e previste dalle N.O.I.F. regola 7 delle regole di gioco e delle decisioni ufficiali per determinare le squadre vincenti. Al termine delle sei giornate del girone eliminatorio le prime due classificate entreranno alle semifinali. La prima classificata del girone A affronterà la seconda del girone B; la prima classificata del girone B affronterà la seconda del girone A. Le vincenti entreranno alla finalissima, le squadre perdenti invece saranno classificate pari merito al terzo posto poiché la finalina non sarà disputata.

Impianto

Si giocherà nell’impianto dell’Anziolavinio, società che in questo periodo milita nel campionato regionale di Eccellenza. Stadio comunale “Bruschini” Via Olimpica – Anzio.

Regolamento

Le società partecipanti dovranno presentare all’organizzazione l’elenco dei calciatori che intendono utilizzare fino ad un massimo di 20, dopo l’avvenuta consegna è proibito apportare modifiche a tali elenchi; nella distinta da presentare all’arbitro prima dell’inizio della gara saranno indicati fino ad un massimo di 18 giocatori. Sono consentite numero 5 sostituzioni indipendentemente dal ruolo, in qualsiasi momento della gara.

Le classifiche saranno redatte in base ai seguenti criteri.

- 3 punti alla squadra vincente al termine dei tempi regolamentari;

- 2 punti alla squadra vincente dopo i calci di rigore;

- 1 punto alla squadra perdente dopo i calci di rigore;

- 0 punti alla squadra perdente dopo i tempi regolamentari;

In caso di parità di punteggio varranno i criteri in ordine elencati:

1) esiti degli scontri diretti

2) differenza reti sul totale degli incontri disputati

3) maggior numero di reti segnate sul totale degli incontri disputati

Ufficio Stampa

Gianluca Scarlata 3389624595

gianluca.scarlata@libero.it - ufficiostampa@omianziolavinio.it

Read Post | commenti

Anzio nel Cinema


Il programma di AnzioEstateBlu è anche arte, cultura, moda e soprattutto cinema con la rassegna cinematografica “Anzio nel Cinema”, organizzata dall’Assessorato al Turismo in collaborazione con la Pro Loco Porto d’Anzio, in programma dal 5 all’11 agosto all’interno della splendida cornice del Parco Archeologico della Villa di Nerone. Lo stretto rapporto che lega Anzio al mondo del Cinema risale ai primi anni del 900 quando la Città venne scelta come luogo ideale per “girare” le scene più suggestive di colossal di grandi successo come “Quo Vadis”, “Cleopatra”, “Romolo e Remo” e di commedie interpretate dai più grandi attori italiani. Dal 5 all’11 agosto, con ingresso libero al Parco Archeologico, sarà possibile assistere alle seguenti proiezioni “girate” ad Anzio nel corso del 900:

- domenica 5 agosto ore 21.00 filmato d’epoca inedito inaugurazione Paradiso sul Mare (1921) con immagini delle riviere di Levante e Ponente; a seguire “Totò Le Mokò (1949) con Totò, N. Ninchi, E. Garinei. Alla proiezione parteciperà il nipote del regista Ludovico Carlo Bargaglia;

- lunedì 6 agosto ore 21.30 “Medea” (1969) di Pasolini con M. Callas, M. Girotti, G. Gentile;

- martedì 7 agosto ore 21.30 “Il Brigante” (1960) di R. Castellani con A. Di Fraia, S. Vergano, R. Terra;

- mercoledì 8 agosto ore 21.30 “Lo Sbarco di Anzio” (1968) di D. Dolcetti con P. Falk, G. Giannini, R. Mitchum;

- giovedì 9 agosto ore 21.30 “Il Bambino e il Poliziotto” (1989) di e con C. Verdone;

- venerdì 10 agosto ore 21.30 “Amarcord” (1973) di F. Fellini con D. Adorni, C. Ingrassia, P. Maggio;

- sabato 11 agosto ore 21.30 “Polvere di Stelle” (1973) di A. Sordi con M. Vitti, A. Sordi, J.P. Law.

“Un altro appuntamento di livello – dice l’Assessore alla Cultura e Turismo, Sebastiano Attoni – che abbiamo organizzato, insieme all’amico Patrizio Colantuono, per evidenziare l’importante ruolo che la nostra Città ha ricoperto nella storia della cinematografia. Un tuffo nel nostro passato – dice il Presidente della Pro Loco Porto d’Anzio, Patrizio Colantuono – attraverso la proiezione di pellicole alle quali hanno lavorato grandi maestri come Federico Fellini, Pier Paolo Pisolini ed Alberto Sordi. Grazie alla sensibilità dell’Amministrazione Comunale siamo riusciti ad organizzare, nel suggestivo scenario della Villa di Nerone, una rassegna cinematografica che evidenzierà il ruolo ricoperto dalla Città di Anzio nella storia del cinema. Inoltre abbiamo allestito una mostra sulle foto e sui manifesti oggetto della rassegna cinematografica”. Domenica 5 agosto, dalle 17.00 alle 23.00 presso il Parco Archeologico, sarà disponibile l’annullo filatelico “Anzio nel Cinema” emesso dalle Poste Italiane. Info: 3475912752.

Read Post | commenti

Grande successo per la 3° Edizione di NETTUNO SOTTO LE STELLE


Quest’anno l’Associazione Culturale Notti di Note ha fatto le cose in grande curando la terza edizione di “Nettuno Sotto le Stelle” .E’ stata una cinque giorni di puro divertimento per i cittadini e i turisti, i quali si sono dati appuntamento tutte le sere dal 25 al 29 Luglio a Piazza Cesare Battisti, che per l’occasione si è trasformata in un centro d’eventi e spettacoli della nostra estate. “Un successo meritato e cercato; determinato dall’ottimo lavoro di tutto lo staff di questa terza edizione di “Nettuno Sotto le Stelle” dichiara ANDREA NORI Presidente e organizzatore. Si è cominciato Mercoledì 25 luglio, sul palco di “Nettuno Sotto le Stelle” hanno sfilato, per il terzo anno consecutivo, le statuarie e formose modelle del concorso nazionale di Miss Intimo 2007, dirette dal presentatore Riccardo Modesti accompagnato sul palco dalla speaker di Radio Enea Francesca Cavallo. Lo spettacolo ha entusiasmato l’intera cittadina, la quale ha seguito con molto interesse le passeggiate…delle prorompenti ed affascinanti modelle alternate dalla splendida performance artistica della scuola di ballo GEMY SCHOOL. Giovedì 26 Luglio è stata interamente dedicata al Folklore proveniente dal lontano Brasile con il gruppo dei Tierra Brasili’s. Uno spettacolo di mille colori a ritmo di samba e Capoera. La piazza sembrava invasa dai ritmi del carnevale di Rio De Janeiro, le persone hanno ballato e cantato trasformando il palco in un enorme carro carnevalesco. Venerdì 27 invece è stata la volta della seconda edizione del Festival Nazionale di Cabaret città di Nettuno: “CabaShow”, gemellato con noti Festival di cabaret nazionali. Presentatori della serata Francesca Cavallo e il duo Noidellescarpediverse, comici toscani. Otto giovani cabarettisti, si sono sfidati a suon di barzellette, gag e monologhi, sulle note Reggae del gruppo Kick it. Alla vincitrice Daniela Perciabosco oltre ad un trofeo ed un premio in denaro, è stata concessa la possibilità di esibirsi a Settembre nello splendido villaggio Valtur di Thalassa (Kos) nel noto concorso VeraRisata, senza l’obbligo di preselezioni, entrando direttamente alla finale. La splendida serata si è è terminata con le imitazioni di Gabriele Marconi ospite d’eccezione del CabaShow, e presidente di giuria. Sabato 28 Luglio finalmente arriva il Sonic Waft 1° Festival della musica città di Nettuno, sul palco due star Internazionali della musica Blues americana come Dirk Hamilton e Kellie Rucker i quali collaborano con artisti della fama di Bob Dylan, Van Morrison, B.B. King, Dizzie Gillespie, Stephen Stills, Albert Collins, ZZ Top, Dan Hicks, Warren Zevon, Little Feat, Robert Palmer, Loggins & Messina. Una vera e propria serata di musica esplosiva ad alto livello, come non si era mai vista in Piazza Battisti. Il Festival è stato aperto dalla performance alla batteria di Gianluca Garsia seguito dalle splendide note del gruppo Allegoria con brani del loro repertorio. Molti consensi sono arrivati anche da parte di persone non vicine a questo genere musicale, facendo espressamente richiesta agli organizzatori di ripetere la seconda edizione. ”Siamo molto orgogliosi che i cittadini abbiano potuto ammirare e godersi due star della musica Blues nella nostra città. E’ stata in ogni modo una scommessa vinta, visto i numerosi complimenti da parte di tutti, proporre questo genere musicale sul nostro territorio, dando anche la possibilità a gruppi musicali locali di aprire concerti di mostri sacri della musica Blues, dichiara il Presidente dell’Associazione organizzatrice Notti di Note ANDREA NORI. “Questa città ha bisogno di rinnovarsi, abbiamo molte potenzialità come territorio ma non riusciamo a sfruttarle. Questi nuovi eventi possono sicuramente contribuire al rinnovamento nei vari settori turistici di Nettuno, dimostrato anche dal fatto che il Sonic Waft e il Caba Show è stato seguito da persone provenienti da diverse città italiane”. La cinque giorni si è è terminata Domenica 29 con il mega concerto revival dei Frankie & Cantina Band gruppo storico della capitale di fama internazionale che con la performance totalmente dal vivo ha fatto ballare tutte le persone molti famosi successi di generi che hanno segnato la storia della musica, presentando un repertorio soul funky dance 70/80. “Un ringraziamento particolare va a tutto lo staff organizzativo della manifestazione, che ha dimostrato la voglia e la determinazione per il terzo anno consecutivo, nel regalare alla città di Nettuno una manifestazione estiva di livello, nonostante le molte difficoltà che sta incontrando la nostra città. Abbiamo aperto un sondaggio, aiutateci anche voi a migliorare “Nettuno Sotto le Stelle” sul sito: www.nettunosottolestele.it “ dichiara in fine il Presidente ANDREA NORI.

Read Post | commenti

CARTURAN REPLICA A MARRAZZO “SE LA BRETELLA SI FARA’ FARO’ MANIFESTI PER FESTEGGIARE CON I CITTADINI”

sabato 28 luglio 2007

Riceviamo e pubblichiamo
In data odierna, verso le ore 13,00, ho ricevuto una telefonata del Presidente della Regione Lazio, On. Piero Marrazzo, in merito alla vicenda della realizzazione del raccordo autostradale noto come “Bretella Cisterna – Valmontone”, per cui il Consiglio Comune mi ha delegato a portare avanti la campagna di sensibilizzazione iniziata nel 2001.
In primo luogo ci tengo a sottolineare che, per me, è stato, oltre che una sorpresa, un onore ricevere la telefonata del Presidente, il quale mi ha anche evidenziato come, da Sindaco, avrei portato avanti “una campagna di informazione politica, non puntuale ed imprecisa poiché non è assolutamente vero, come si poteva arguire dai manifesti e dalle mie parole, che la Bretella non verrà mai realizzata”.
Su una cosa, poi, mi sono trovato in accordo con il Presidente Marrazzo e cioè che tale opera è di vitale importanza non solo per la collettività di Cisterna e di tutta la Provincia di Latina ma anche per la realtà di Roma e del sud del Lazio, in quanto consentirebbe il decongestionamento del GRA, della Pontina e permetterebbe la crescita e lo sviluppo economico e sociale di tutto un territorio.
La mia iniziativa, tuttavia, non voleva essere, e mi dispiace della lettura che ne è stata data dal Presidente Marrazzo, una campagna promozionale ma semplicemente una campagna di sensibilizzazione che continua e riprende quella iniziata nel 2001. Questa iniziativa, infatti, è stata volutamente portata avanti a distanza dalle competizioni elettorali proprio per non consentire a nessuno di poterla utilizzare come motivo di propaganda elettorale.
Non sono mai stato abituato a fare propaganda politica sui reali bisogni della mia gente.
I manifesti, certamente, particolari ed in linea con i precedenti, non affermavano assolutamente che tale opera non vedrà mai la luce ma semplicemente che “PER REALIZZARE LA BRETELLA DEVONO ESSERE APERTI I CANTIERI”, e che i ritardi determinano un continuo impoverimento dell’economia e frenano le ipotesi di sviluppo.
Occorre precisare, come peraltro sostenuto dal Presidente Marrazzo e dall’Assessore Astorre, che il progetto sarà esaminato dal comitato regionale lavori pubblici nella seduta del 30 LUGLIO 2007 e che soltanto ieri, da parte del Senato della Repubblica, è stata approvata la risoluzione della Unione Europea sul Dpef che ha inserito la Bretella nelle 11 opere fondamentali per il Lazio.
Il Presidente Marrazzo, nel corso della sua telefonata, sovrastandomi verbalmente, mi ricordava tutti i passaggi burocratici ed amministrativi che hanno caratterizzato il percorso del progetto di realizzazione della Bretella, apostrofandomi anche come Sindaco disinformato.
Sicuramente tutti i passaggi sono meglio noti all’ente che deve realizzare l’opera pubblica e certamente come Sindaco sono molto più informato sulle opere pubbliche di competenza del mio comune ma, dopo aver visto affiggere, in tutta la provincia, manifesti che annunciavano la realizzazione della Bretella Cisterna – Valmontone ho voluto prendere una iniziativa, forse eclatante, che doveva servire ad avere maggior chiarezza sui tempi e sui modi di realizzazione della Bretella e ricordare che se si continuano ad accumulare ritardi l’economia pontina continua a naufragare, chiusa nel suo isolamento viario con il resto dell’Italia e dell’Europa.
Ho voluto ribadire, inoltre, che i benefici della Bretella non saranno solo economici ma anche ambientali: infatti, il dirottamento del traffico pesante restituirebbe vivibilità e qualità ambientale ai centri storici di molte città della zona sottoposte attualmente al passaggio di numerosi automezzi diretti al casello di Valmontone.
Sono convinto che è intenzione del Presidente confermare la priorità della Bretella ed io sarò pronto, una volta aperti i cantieri, anche da semplice cittadino, a far realizzare una ulteriore campagna per “festeggiare” la vittoria non di un sindaco nè di un Presidente, ma dell’intero territorio e dei suoi cittadini.

Cisterna di Latina 27 luglio 2007
Mauro Carturan
Read Post | commenti

Latina: il Sindaco incontra i pescatori di Rio Martino


Il sindaco on.le Vincenzo Zaccheo ha presieduto questa mattina un incontro con una delegazione di pescatori professionisti di Rio Martino, presenti il presidente del Consorzio di Bonifica dell’agro pontino Riccardo Spagnolo, il presidente del cooperativa pescatori Giovanni Munari, il vice presidente dell’Associazione Lido nel Cuore Paolo Russo ed il presidente onorario Gianni Viggi. Proprio l’associazione Lido nel Cuore aveva sollecitato il vertice che è servito a fare il punto della situazione e ad individuare un percorso comune per la soluzione dei problemi della categoria. In particolare sono stati posti problemi riguardanti la messa in sicurezza dell’approdo con riferimento alla barra sabbiosa che da sempre costituisce un ostacolo, oltre che un serio pericolo, all’ingresso e all’uscita delle barche dall’approdo. Il presidente del Consorzio della Bonifica Spagnolo, in quanto rappresentante dell’ente concessionario dell’intervento, ha assicurato che entro la prossima settimana inizieranno i lavori per la rimozione della barra sabbiosa . Il sindaco dal canto suo ha immediatamente sensibilizzato la Regione Lazio affinché per il futuro si possano individuare soluzioni più veloci e tempestive al presentarsi del problema, che comunque dovrà essere risolto in via definitiva con la messa in campo di progetti capaci di evitare il ripetersi del fenomeno. Più in generale, i pescatori hanno poi chiesto iniziative per la messa in sicurezza delle barche e degli attrezzi di lavoro, in attesa del finanziamento da parte della Regione Lazio del progetto generale di messa in sicurezza della foce di Rio Martino: fra queste il completamento della pubblica illuminazione rispetto al quale la riunione odierna ha fatto registrare anche una disponibilità concreta alla collaborazione da parte dei rappresentanti del consorzio Geport. I pescatori hanno espresso apprezzamento per la disponibilità del Sindaco e dell’Amministrazione a contribuire fattivamente alla soluzione dei problemi della categoria, nello spirito che è proprio del tavolo di confronto che da sempre vede le categorie e l’istituzione locale lavorare insieme per la soluzione delle problematiche di Rio Martino nell’ottica più generale della riqualificazione del territorio costiero.
Read Post | commenti

Il Sindaco di Aprilia da Marrazzo


Il sindaco di Aprilia, Calogero Santangelo, lunedì mattina alle ore 12 sarà ricevuto dal Governatore del Lazio Piero Marrazzo. La conferma giunta ieri, ha fatto tirare un sospiro di sollievo a tutta la compagine amministrativa che sperava di affrontare il problema della Centrale Turbogas in tempi molto brevi, di fatto così è stato, a commentato immediatamente il Primo Cittadino di Aprilia. Probabilmente era già nell’aria, ha detto il sindaco di Aprilia, ma sicuramente il documento che abbiamo inoltrato con la richiesta di un celere incontro, controfirmato da sette sindaci di comuni limitrofi, ha rafforzato la richiesta e quindi la convinzione per il Presidente Marrazzo di concedersi ad un confronto diretto sul problema, dopo aver ascoltato anche i rappresentanti di Rete Cittadina. Sono molto fiducioso, ha aggiunto il Sindaco Santangelo, sulle intenzioni della Regione che lascia intendere come sul progetto Centrale, sta tentando un passo indietro. Credo che il Presidente dopo aver dichiarato di voler tutelare la salute dei cittadini, dicendo che su questo non si transige, manifesta a chiare lettere un’apertura al confronto. Lunedì mattina, oltre al comune di Aprilia, che sarà rappresentato dal Sindaco, Vice Sindaco, Assessore all’ambiente e il dirigente del settore, saranno presenti anche i sindaci dei Comuni firmatari del documento e interessati al problema”.

Read Post | commenti

Latina Pallanuoto: arriva Jacopo Mandolini


Continua la campagna acquisti della Latina Pallanuoto. Dopo l’arrivo nel capoluogo pontino del portiere romano Daniele Ruffelli (già numero 1 del Cosenza) è delle ultime ore la chiusura dell’accordo con il centroboa Jacopo Mandolini, giovane talentuoso attualmente impegnato con la Nazionale italiana Juniores. Un bel colpo per la società nerazzurra che a questo punto non nasconde più le ambizioni di costituire una rosa di primo livello. «Si rafforza l’organico della Latina Pallanuoto al servizio del tecnico Pesci – ha commentato il presidente Francesco DamianiL’obiettivo dichiarato di questa nuova stagione era quello di puntare sui giovani. E così è stato. Jacopo Mandolini si è messo in evidenza anche nel corso dell’ultimo campionato. Lo seguivamo da tempo e finalmente è a Latina. Ora sarà impegnato con la Nazionale Juniores nei Campionati Europei».

Scheda tecnica Jacopo Mandolini

Centroboa romano

Altezza: 1.93 cm.

Peso: 90 Kg.

Ha iniziato la sua carriera agonistica con il Nuoto Flores; è cresciuto nella Lazio e poi è approdato nelle file della Nazionale italiana Under 18.

Read Post | commenti

Latina Pallanuoto: chiuso l’accordo con il portiere Daniele Ruffelli


Primo colpo della Latina Pallanuoto. E’ stato siglato ieri, nell’ufficio del massimo dirigente pontino, l’accordo con il portiere romano Daniele Ruffelli, ex numero 1 del Cosenza.

«Nell’ambito della campagna acquisti e delle riconferme – ha commentato il presidente Francesco Damianiabbiamo ritenuto necessario partire dalla calottina numero 1 e quindi dal ruolo del portiere. Ruffelli è un professionista, ha guidato anche il settore giovanile e rappresenta bene la Fase 2 della Latina Pallanuoto. Ogni giocatore che farà parte della rosa, infatti, dovrà essere una sorta di faro per gli atleti delle giovanili, trasferendo la sua esperienza ai nostri ragazzi. Sono molto soddisfatto di come sono andate le cose, grazie anche agli ottimi rapporti con il Cosenza, che tra l’altro quest’anno affronteremo in campionato. Riguardo a Di Peso, lo ringrazio per il contributo determinante della passata stagione. Quest’anno però vogliamo dare una certa stabilità e, da settembre, tutti gli atleti devono essere al servizio del tecnico Pesci. Purtroppo Di Peso è impegnato con il lavoro».

Scheda tecnica Daniele Ruffelli

Portiere

Nato a Roma il 3 maggio 1978

Altezza: 1.85

Kg: 93

Cresciuto nelle giovanili del Vis Nova e della Lazio, ha giocato poi nelle file della stessa Lazio, della Roma, dell’Anzio e infine del Cosenza. Esperienze anche con la Nazionale Under 17 e Under 19.

Read Post | commenti

Anzio: Marco Marzocca in Recital il 4 agosto

venerdì 27 luglio 2007


Continua a ritmo incalzante, con grande successo di pubblico, il programma di AnzioEstateBlu 2007 pianificato dal sindaco, Candido De Angelis e dall’Assessore al Turismo, Sebastiano Attoni. Sabato 4 agosto alle 21.00, sul palco di Villa Adele, arriverà Marco Marzocca con il suo “Recital: “Il Bel Paese” non è solo un formaggio, è l’Italia, il nostro paese, un paese veramente bello. Bello perché vario. Questa varietà di identità e di paradossali stranezze viene portata in scena da Marco Marzocca, prendendo di mira, in maniera ironica e scanzonata, tutti i tic, le manie e le contraddizioni di noi italiani servendosi di una galleria di personaggi ormai noti al grande pubblico. Vedremo dunque sfilare un politico improvvisato nei panni de il “Notaio” del Pippo Chennedy Show con lui avremo sempre e solo “Tre Opp-zioni” mentre ci proporrà la bozza della Nuova Sana e Robusta costituzione italiana, lasciandosi poi trasportare dai ricordi dei beni tempi andati. Dopo un breve intervallo a cura del nostalgico cantautore Tek che si esibirà in surreali canzoni, arriva finalmente il momento di Ariel, il domestico filippino di Zelig Circus, con le sue maldestre pulizie e i "disastri" che innocentemente è in grado di combinare a casa delle sue vittime! Le caratterizzazioni di Marco Marzocco riescono a dar vita così ad una movimentata ed esilarante serie di sketches ispirati alla tradizione della comicità italiana.

Marco Marzocca in Recital

Prezzi dei biglietti: 15 euro + prev.

Infoline Assessorato Turismo Anzio, 0698499472 e 0698499473

Infoline ShowBusiness 0697611491 – 3341375513.

Oltre ai circuiti consueti prevendite presso:

Punto Informazioni Turistiche – Piazza Pia - Anzio

Box Office Pro Loco di Lavinio Mare – Piazza Lavinia

Box Office Turismo – Viale Matteotti - Nettuno

Read Post | commenti

Latina: Lettera di Zaccheo all’amministratore delegato della Sogin.


Oggetto: Messa in sicurezza Centrale nucleare – Istituzione Tavolo Tecnico Interistituzionale

Apprendo dalla Sua del 26 Luglio u.s. l’impossibilità di aderire alla richiesta di sospensione della realizzazione del deposito temporaneo per i rifiuti radioattivi. Mi preme sottolineare che il Consiglio Comunale da lei citato ha discusso a 360 gradi le problematiche connesse alla presenza del sito nucleare a Borgo Sabotino ed ha posto in particolare questioni riguardanti la sicurezza, la tutela dell’ambiente, il diritto all’informazione per le popolazioni interessate, la volontà di svincolare le aree oggetto di servitù al fine di ricomprenderle nel più generale obiettivo della riqualificazione del comprensorio della Marina di Latina. Ritengo pertanto necessario, riconducendo il tutto nelle sedi istituzionali competenti, istituire un tavolo tecnico interistituzionale, così come peraltro richiesto da tutte le forze politiche nell’ordine del giorno suddetto. Tale organismo dovrà favorire un adeguato confronto in ogni fase di attività di smantellamento e messa in sicurezza della centrale e consentire una trasparente e costante informazione e comunicazione alle popolazioni interessate. Resto pertanto in attesa di un riscontro in merito da parte Vostra.

Cordiali saluti

On.le Vincenzo Zaccheo

RISPOSTA:


Signor Sindaco,

come ho avuto modo di esporle nelle mie ultime due lettere, le confermo la più ampia disponibilità al confronto da lei auspicato.

Credo, infatti, che una conoscenza più approfondita delle nostre attività da parte delle istituzioni e della popolazione ci consentirà di affrontare eventuali problemi con maggiore tempestività ed efficacia.

Consideri pertanto Sogin fin d’ora pronta a proseguire il dialogo nei modi e con i tempi che codesta amministrazione vorrà stabilire.

Resto al piacere di rivederla, intanto la saluto molto cordialmente

dr. Massimo Romano

Read Post | commenti

Cisterna di Latina: CARTURAN REPLICA A MARRAZZO


In data odierna (27/7 ndr), verso le ore 13,00, ho ricevuto una telefonata del Presidente della Regione Lazio, On. Piero Marrazzo, in merito alla vicenda della realizzazione del raccordo autostradale noto come “Bretella Cisterna – Valmontone”, per cui il Consiglio Comune mi ha delegato a portare avanti la campagna di sensibilizzazione iniziata nel 2001. In primo luogo ci tengo a sottolineare che, per me, è stato, oltre che una sorpresa, un onore ricevere la telefonata del Presidente, il quale mi ha anche evidenziato come, da Sindaco, avrei portato avanti “una campagna di informazione politica, non puntuale ed imprecisa poiché non è assolutamente vero, come si poteva arguire dai manifesti e dalle mie parole, che la Bretella non verrà mai realizzata”. Su una cosa, poi, mi sono trovato in accordo con il Presidente Marrazzo e cioè che tale opera è di vitale importanza non solo per la collettività di Cisterna e di tutta la Provincia di Latina ma anche per la realtà di Roma e del sud del Lazio, in quanto consentirebbe il decongestionamento del GRA, della Pontina e permetterebbe la crescita e lo sviluppo economico e sociale di tutto un territorio. La mia iniziativa, tuttavia, non voleva essere, e mi dispiace della lettura che ne è stata data dal Presidente Marrazzo, una campagna promozionale ma semplicemente una campagna di sensibilizzazione che continua e riprende quella iniziata nel 2001. Questa iniziativa, infatti, è stata volutamente portata avanti a distanza dalle competizioni elettorali proprio per non consentire a nessuno di poterla utilizzare come motivo di propaganda elettorale. Non sono mai stato abituato a fare propaganda politica sui reali bisogni della mia gente. I manifesti, certamente, particolari ed in linea con i precedenti, non affermavano assolutamente che tale opera non vedrà mai la luce ma semplicemente che “PER REALIZZARE LA BRETELLA DEVONO ESSERE APERTI I CANTIERI”, e che i ritardi determinano un continuo impoverimento dell’economia e frenano le ipotesi di sviluppo. Occorre precisare, come peraltro sostenuto dal Presidente Marrazzo e dall’Assessore Astorre, che il progetto sarà esaminato dal comitato regionale lavori pubblici nella seduta del 30 LUGLIO 2007 e che soltanto ieri, da parte del Senato della Repubblica, è stata approvata la risoluzione della Unione Europea sul Dpef che ha inserito la Bretella nelle 11 opere fondamentali per il Lazio. Il Presidente Marrazzo, nel corso della sua telefonata, sovrastandomi verbalmente, mi ricordava tutti i passaggi burocratici ed amministrativi che hanno caratterizzato il percorso del progetto di realizzazione della Bretella, apostrofandomi anche come Sindaco disinformato. Sicuramente tutti i passaggi sono meglio noti all’ente che deve realizzare l’opera pubblica e certamente come Sindaco sono molto più informato sulle opere pubbliche di competenza del mio comune ma, dopo aver visto affiggere, in tutta la provincia, manifesti che annunciavano la realizzazione della Bretella Cisterna – Valmontone ho voluto prendere una iniziativa, forse eclatante, che doveva servire ad avere maggior chiarezza sui tempi e sui modi di realizzazione della Bretella e ricordare che se si continuano ad accumulare ritardi l’economia pontina continua a naufragare, chiusa nel suo isolamento viario con il resto dell’Italia e dell’Europa. Ho voluto ribadire, inoltre, che i benefici della Bretella non saranno solo economici ma anche ambientali: infatti, il dirottamento del traffico pesante restituirebbe vivibilità e qualità ambientale ai centri storici di molte città della zona sottoposte attualmente al passaggio di numerosi automezzi diretti al casello di Valmontone. Sono convinto che è intenzione del Presidente confermare la priorità della Bretella ed io sarò pronto, una volta aperti i cantieri, anche da semplice cittadino, a far realizzare una ulteriore campagna per “festeggiare” la vittoria non di un sindaco né di un Presidente, ma dell’intero territorio e dei suoi cittadini.

Read Post | commenti

Latina: Linee Programmatiche di Mandato del sindaco Vincenzo Zaccheo


Il modello di città che proponiamo, è fondato su una struttura amministrativa moderna ed efficiente, equilibrata e decentrata. Una città che pur vicina a Roma non ne sia in alcun modo succube. Un sistema urbanistico organizzato a rete tra il centro e i nuclei dei borghi. Una città senza congestioni e senza periferie degradate, con una bassa densità territoriale e con una forte dotazione di infrastrutture e di servizi che la relazionano al territorio. Una realtà urbana capace di recuperare e valorizzare il patrimonio architettonico-urbanistico, storico e quello ambientale-paesaggistico, puntando ad una dimensione ottimale che le permetta il salto di qualità evitando le congestioni delle grandi concentrazioni urbane. Una struttura urbanistica capace di rispondere alla crisi del modello di sviluppo industriale collocandosi sugli orizzonti del turismo, della cultura e dei servizi tutelando e rilanciando il suo grande territorio agricolo come fattore economico ed estetico-ambientale oltre che come elemento fondante della identità della sua comunità, e soprattutto aggiungendo un nuovo grande capitolo alla sua storia, quello dello sviluppo delle enormi potenzialità della costa e del rapporto della città con il mare, con prospettive di turismo qualificato e modernamente costruito. E’ questo il modello di città a cui guardiamo; questa la strada che intendiamo percorrere: la strada della modernizzazione e del recupero della storia, della crescita controllata, della qualità degli spazi urbani e del forte incremento di servizi e infrastrutture, per rafforzarne la funzione di capoluogo di provincia e prima città del Lazio dopo Roma, con probabili future funzioni direzionali per la stessa Regione. Il piano vigente dimensionato per circa 200.000 abitanti di fronte agli attuali circa 120.000 rappresenta ancora una capacità insediativa significativa, e le sue previsioni di infrastrutture e servizi sono ancora lontane dall’essere esaurite. Accanto a queste potenzialità strutturali che indicano come le prospettive urbanistiche debbano essere quelle della riqualificazione, della implementazione dei servizi e della loro ottimale collocazione (es. nuovo ospedale, nuovo carcere) e non quelle dell’espansione, il PRG vigente presenta carenze che richiedono interventi fondamentali in settori strategici: soprattutto il Centro Storico di Littoria e dei borghi, il Territorio Agricolo, il Territorio Costiero. Per questo abbiamo avviato pianificazioni specifiche come il Piano di Recupero per il Centro Storico e il nuovo Piano per la Zona Agricola al fine di tutelarne e garantirne l’integrità. Accanto a questo, un nuovo piano per la Marina di Latina finalizzato a ridisegnare tutto il territorio costiero dall’Astura a Rio Martino (comprendendo i borghi Grappa e Sabotino), a recuperare la fascia dunale e la qualità del paesaggio, a realizzare una complessiva ristrutturazione urbanistica con il potenziamento dei servizi e della ricettività, avviare la realizzazione del Porto di Foceverde, il completamento dell’approdo di Rio Martino, la razionalizzazione dei campeggi, la valorizzazione della risorsa termale. Accanto a questo abbiamo avviato l’aggiornamento e il ridisegno di tutti i quartieri della città e dei borghi finalizzato alla loro riqualificazione e “umanizzazione” con l’obiettivo di recuperare l’identità e la qualità degli spazi urbani ed armonizzare lo sviluppo edilizio con la qualità architettonica e con la dotazione di servizi, oltre a raggiungere la unificazione e la semplificazione normativa che valga come strumento di orientamento certo. Abbiamo altresì varato un nuovo piano decennale per l’Edilizia Residenziale Pubblica (per più di ottomila abitanti) ed avvieremo il recupero dei nuclei abusivi perimetrati proseguendo gli interventi per il recupero dei siti industriali dismessi sull’esempio dell’azione condotta per l’ex SVAR. Questa revisione generale della strumentazione urbanistica attuata per azioni simultanee e sulla base dell’impalcatura vigente non esclude, ma anzi prelude alla definizione di una sintesi generale che si potrà precisare in nuovo piano che dovrà rappresentare l’aggiornamento della pianificazione vigente e lo schema strutturale-strategico delle possibili trasformazioni future in linea con gli orientamenti più aggiornati della disciplina urbanistica, secondo criteri di sostenibilità ambientale ed ecologica, di equità e di attuabilità perequativa. Una nuova organizzazione degli uffici dovrà accompagnare l’insieme delle azioni di ripianificazione che è stato avviato, per dare a tutti gli interventi il massimo di integrazione e rispondenza agli obiettivi programmatici costituendo un vero Ufficio per la pianificazione della Città, anche in rapporto ai contributi scientifici provenienti dalla collaborazione con l’Università. Il nuovo Piano per Latina dovrà fissare in termini strutturali-strategici i contenuti di questo modello di Città e costituire l’orientamento costante di una pianificazione continua e per obiettivi che accompagnerà lo sviluppo della città secondo una pratica di confronto fra i diversi soggetti locali (istituzioni, associazioni, mondo imprenditoriale) per discutere e costruire insieme proposte per il futuro della città.

Infrastrutture

Il modello di città a cui guardiamo – la città di qualità in grado di evidenziarsi sullo scenario nazionale - ha nel sistema infrastrutturale un cardine fondamentale. Un sistema infrastrutturale all’altezza del ruolo della città deve favorire la mobilità interna, rendere fluida le connessioni tra le parti della città e del suo vasto territorio. Infrastrutture come la Mare-Monti che collega il nord del territorio, la stazione ferroviaria di Latina Scalo con il centro direzionale e attraverso i quartieri nuova Latina e Nascosa, alla Marina e, connessa a questa, la tangenziale nord che deve svincolare il traffico veloce in direzione est-ovest ( B.go S.Michele-B.go Piave), la “Cristoforo Colombo” speculare alla “Amerigo Vespucci” che dovrà completare il sistema di ingresso alla città in direzione Roma collegando la stazione delle autolinee quindi la testa del centro direzionale e dunque la futura Mare-Monti con Borgo Piave e perciò con l’innesto della Pontina, alleggerendo l’attuale via Romagnoli e completando la zona urbana che lungo questa si è sviluppata, sono interventi indispensabili e improcrastinabili. Un sistema di infrastrutture già previsto nel piano vigente e che rappresenta l’aggancio ottimale alla grande viabilità nazionale che deve togliere il nostro territorio dall’isolamento e per la cui realizzazione continueremo a batterci. Il tutto mettendo al primo posto i criteri di sicurezza del trasporto e dei cittadini.

Metropolitana

Tra gli obiettivi politici presentati nel contesto del programma, la realizzazione di un miglior collegamento tra la città e la stazione ferroviaria attraverso la costruzione di una metropolitana leggera, costituisce un punto qualificante mirato a:

- Assegnare al trasporto pubblico ed in particolare a quello ad alimentazione elettrica una funzione portante della mobilità della città, subordinato ad una sostanziale riduzione del traffico privato mediante la realizzazione di adeguati parcheggi di appoggio.

- Fornire un mezzo di trasporto pubblico di qualità (più veloce e confortevole delle attuali linee di autobus) agli insediamenti residenziali di Latina Scalo, Tor Tre Ponti e area sub urbana nord di Latina, collegandoli sia con il Centro Direzionale che, in futuro, con il Lido di Latina, il quale costituisce per tali insediamenti importante destinazione di lavoro e servizi:

- Ridurre l’afflusso di autoveicoli privati, provenienti a nord dell’area Pedemontana e Montana e a Sud della futura espansione urbana della città, medianti appositi parcheggi di scambio.

- Ridurre l’inquinamento atmosferico ed acustico nei comprensori serviti, mediante l’utilizzo della trazione elettrica.

L’ Amministrazione è impegnata a programmare la realizzazione del terzo lotto per i collegamenti dei quartieri Q4 e Q5 e la Marina di Latina. Tutto questo anche in funzione dell’avvio delle procedure urbanistiche per la riqualificazione del territorio costiero.

Il Porto

Il porto di Foce Verde, opportunità unica nella storia della città, integrerà e sarà integrato da questo sistema di infrastrutture e rappresenterà il fulcro del futuro sviluppo economico. L’apertura della città al territorio si completa con l’apertura della città al mare e alle isole. L’approdo di Rio Martino recuperato, rilanciato e messo in sicurezza completa l’accesso della città al mare e costituisce l’armatura portuale che sarà il perno del ribaltamento di valore della nostra costa.

L’aeroporto

In continuità con gli impegni assunti dall’Amministrazione fin dal 1994 e ribaditi con atto deliberativo congiunto approvato da Comune e Provincia, resta forte e determinata la volontà politica, in condivisione con le scelte degli enti territoriali, di realizzare uno scalo aeroportuale a Latina.

L’Università

La presenza di quattro Facoltà come Economia, Ingegneria, Scienze e Medicina (con sedi di eccellenza, grazie alle ingenti risorse intercettate e destinate a Latina dal governo di centrodestra che hanno consentito il recupero dei siti come l’ex campo profughi, l’ex mattatoio e l’ex distretto militare) e di numerose lauree brevi, già qualifica Latina come città organica al patrimonio universitario de ‘La Sapienza’ con i suoi circa cinquemila studenti. Per eventuali ulteriori corsi di laurea, di particolari caratteristiche, si dovrà tenere conto di opportuna sistemazione nei borghi che potranno con ciò rivitalizzarsi ed essere veramente parte della città. In una prospettiva che vede la formazione, la ricerca applicata, l’innovazione, momenti interdipendenti e condizione necessaria per garantire al territorio competitività, crescita, sviluppo, internazionalizzazione e occupazione, ancora più rafforzato è il nostro impegno per il potenziamento dell'università e il completamento della Cittadella Universitaria all’interno del nucleo di fondazione anche mediante la costituzione di una Fondazione che consenta di coinvolgere altri enti locali, l’associazione degli industriali ed istituti bancari e/o privati particolarmente sensibili ai temi della formazione e della ricerca. L’individuazione di Palazzo M, Palazzo delle Poste, Ex Intendenza di Finanza, ai quali vanno aggiunti l’Ex Tabacchificio, l’ Ex Consorzio Agrario, il Garage Ruspi già acquisiti al patrimonio comunale, la sistemazione dell’area su cui insiste la Facoltà di Medicina e di Economia secondo il progetto redatto dal Dipartimento Itaca della Facoltà di Architettura di Roma, offrono la possibilità di sviluppare un livello universitario che si identifichi con la città stessa, con l’obiettivo di realizzare un Polo d’eccellenza. Il potenziamento dell’Università che dovrà concretizzarsi con l’arrivo di nuove Facoltà (esempio: Agraria o una Facoltà Turistica di scienze naturali) sarà mirato all’esaltazione delle vocazioni naturali e ambientali del territorio - pensiamo ai poli agro-alimentare e chimico-farmaceutico - dove ricerca applicata, sviluppo e innovazione sono possibili e trovano condizioni ideali. Per la ricerca applicata c’è terreno fertile. All’interno del settore industriale di Latina esiste, infatti, un’area di grandi potenzialità ed è rappresentata dal comparto farmaceutico e delle biotecnologie. Il nostro impegno resta quello dell'arricchimento delle offerte didattiche, dei servizi agli studenti (come, per esempio, la realizzazione nel Campus della mensa e dello sportello per gli universitari; l’istituzione di un tavolo di consultazione con gli studenti per elaborare strategie specifiche anche in ordine al potenziamento, alla dotazione di infrastrutture e di servizi dell’Ateneo) e della cultura della crescita. Che passa, appunto, per la ricerca applicata, lo sviluppo, l’innovazione, ma anche per la disponibilità, la formazione, la qualificazione di capitale umano che Latina può ancora offrire essendo una delle poche aree d’Italia con saldo anagrafico attivo e con più alto tasso di presenza giovanile.

Cultura

La forte ed intensa domanda di cultura della città ha trovato risposta di alto profilo nella Fondazione Teatro. Le sue programmazione e gestione restano i capisaldi del successo delle politiche culturali indicate nel nostro progetto di città. Successo che sta tutto nei numeri, ovvero nell’aumento esponenziale degli abbonati (passati da 321 nel 2005 agli 854 di oggi, oltre una parte riservata agli studenti) e delle presenze, 13.400 in tutto, provenienti, questa la novità significativa, da ogni parte della Regione ma soprattutto da Roma. Obiettivo strategico rimane quello di allargare la Fondazione Teatro alla partecipazione di altri enti e privati. C’è da garantire ulteriori, nuovi, investimenti per mantenere alto il profilo della programmazione culturale e dare gambe ai progetti in cantiere come quello della realizzazione di un laboratorio teatrale di scenografia e sartoria, di offrire maggiori spazi e assicurare continuità al teatro dei ragazzi, proseguire nella tradizione degli incontri culturali, potenziare sempre più i premi ‘Latina per la saggistica’, ‘Peppino De Filippo’, ‘Petrassi per la musica’. Specialmente per i premi di valenza nazionale sarà nostro impegno puntare ad una loro maggiore valorizzazione perché possano fruttare ricadute anche in termini turistici. E’ inoltre da concretizzare, di concerto con le Associazioni culturali, un evento che evidenzi la caratteristica giovane di Latina nell’ambito del quale dovrà essere anche programmato il 75 anniversario della fondazione della città. Puntiamo inoltre a programmare con cadenza annuale una stagione musicale, a rilanciare il sistema museale ed espositivo, ad ammodernare il sistema bibliotecario.

Ambiente

E’ importante potenziare i servizi di controllo sul territorio a protezione delle risorse naturali. La raccolta differenziata, già avviata in tutti i borghi ed in alcuni quartieri cittadini, sarà estesa su tutto il territorio comunale, con parallele iniziative di sensibilizzazione ed educazione ambientale nelle scuole ed attivazione delle isole ecologiche per la raccolta gratuita dei rifiuti ingombranti. Sarà inoltre realizzato il progetto delle piste ciclabili urbane che con il completamento della pista ciclabile Latina-Mare contribuirà ad esaltare la vocazione di Latina come città a misura d’uomo. Fra gli impegni: l’attuazione del Piano urbano del Traffico con realizzazione di nuove rotatorie; il nuovo Piano della Sosta con abbonamenti gratuiti per i residenti ed agevolazioni per quanti debbono raggiungere il centro storico per motivi di lavoro; l’estensione della certificazione ambientale a tutti i settori dell’Amministrazione; decentramento del processo di Agenda 21 Locale sul territorio e nelle scuole.Nel nuovo contesto normativo ed a fronte di una sempre crescente sensibilizzazione ambientale, l’istituendo Ufficio Energia del Comune dovrà veicolare corrette informazioni ai cittadini su temi inerenti ad azioni o comportamenti da seguire allo scopo di contenere i consumi energetici.

Centrale nucleare

Va affrancato definitivamente il nostro territorio da ogni servitù nucleare.

Lavoreremo per:

- l’attuazione di un programma di riqualificazione ambientale del sito interessato dall’impianto nucleare;

- un chiaro pronunciamento da parte del Governo in ordine alla strategia riguardante l’individuazione di un deposito nazionale oppure europeo

- la garanzia che tutte le attività si possano svolgere in condizioni di massima tutela della salute e di sicurezza, favorendo la necessaria e completa informazione per la popolazione residente nelle aree interessate ai predetti impianti mediante adeguati programmi di comunicazione

Le risorse destinate dal Decreto del Ministro dell’Ambiente Pecoraro Scanio a compensazione della servitù nucleare, saranno reinvestite nei territori interessati per programmi di sviluppo e riqualificazione.

Politiche Sociali

Particolare attenzione sarà dedicata alle Politiche Sociali. Puntiamo in particolare a realizzare la Fondazione "Dopo di Noi", al fine di garantire ai disabili un futuro (alloggiativo ed assistenziale) anche in una prospettiva che li veda privi del sostegno dei genitori. Fra le priorità, la costruzione di alloggi da destinare ai cittadini appartenenti alle categorie deboli ed un Pronto Intervento Sociale per fronteggiare situazioni di emergenza-casa. Porteremo a compimento anche il progetto del “dormitorio” per contrastare le situazioni di maggiore criticità e realizzeremo un centro diurno per disabili attivo sette giorni su sette, con possibilità di pernotto per il fine settimana. Vogliamo anche realizzare, con l’ausilio delle associazioni di volontariato, case alloggio – diurne e notturne – per disabili privi di assistenza familiare ed un centro di Accoglienza in Latina Scalo (di 15-20 posti) con conduzione integrata Servizi Sociali – Gestore. Resta fermo l’impegno dell’Amministrazione per l’istituzione di un tavolo permanente di consultazione con le organizzazioni del settore per elaborare strategie specifiche di intervento e studiare le possibilità di lavoro comune e di affidamento dei servizi. Ribadiamo l’impegno a favore delle giovani coppie con interventi per l’erogazione di buoni-casa o di contributi in conto interessi per l’acquisto della prima casa (aiuto da riservare alle fasce economicamente più deboli) e iniziative per calmierare i canoni di locazione. Istituiremo inoltre l’Agenzia comunale per le tossicodipendenze che ci consentirà di monitorare costantemente il fenomeno e di combatterlo individuando anche nuove forme di contrasto. Attiveremo uno specifico servizio informazioni per i sordomuti presso lo sportello del cittadino. Realizzeremo lo Sportello Impresa Sociale al servizio di giovani, donne, fasce fragili ed istituiremo l’Ufficio Comunale del Volontariato. Continueremo altresì il nostro impegno per il miglioramento ed il potenziamento delle strutture sanitarie (Dea II livello, polo oncologico, Divisione di medicina) ambulatori sul territorio in sinergia con la programmazione della Asl.

Anziani

L’obiettivo primario è potenziare ancora e sempre più le forme di assistenza a favore della terza età.

Fra le iniziative già in cantiere, la realizzazione del progetto di struttura residenziale polifunzionale “Alloggi in Affitto per gli anziani del 2000”, che ha vinto il bando del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e prevede la realizzazione di alloggi attrezzati (28) da concedere in locazione permanente a canone agevolato ad utenti ultrasessantacinquenni. Saranno anche realizzati ulteriori centri sociali nei quartieri e nei borghi della città, facilmente raggiungibili dagli utenti grazie alla gratuità del servizio di trasporto pubblico per gli over sessantacinquenni. In continuità con l’impegno posto in essere nella passata consiliatura, restano prioritari: il potenziamento delle forme di assistenza domiciliare, le facilitazioni per l’accesso alle prestazioni sanitarie, la concretizzazione di progetto come il centralino unico di prenotazione. Resta ferma la determinazione dell’Amministrazione per l’istituzione di un tavolo permanente di consultazione con le organizzazioni del settore per elaborare strategie specifiche di intervento e studiare le possibilità di lavoro comune e di affidamento dei servizi. Nel settore dello Sport, l’Amministrazione proseguirà con importanti progetti un cammino che ci ha già visto eccellere nella passata consiliatura.

Fra le realizzazioni e gli impegni previsti:

- Attuazione della zona sportiva di PRG in forme moderne e rispettose del territorio


-
il nuovo Palazzetto polifunzionale,

- gli impianti di illuminazione e messa in sicurezza di tutti i campi di calcio, nei quartieri e nei borghi

- l’impianto di illuminazione e le nuove tribune al campo di atletica leggera,

- la copertura della pista di pattinaggio ed Agoraspace in appalto di costruzione e gestione.
Poi ancora:

- il progetto di finanza per la realizzazione di un nuovo Stadio di calcio,

- la realizzazione di una palestra polifunzionale "tipo" in tutti i Borghi,

- la realizzazione di un nuovo campo da baseball,

- lo stadio del nuoto,

- il Museo dello sport,

- una tensostruttura per calcio a 5, pallamano, fitness,

- una palestra per hockey, ginnastica artistica, danza,

Anche nello sport, per favorire la partecipazione di tutti alle scelte e alla gestione , sarà istituita la Consulta dello Sport.

Attività Produttive

In linea di continuità e parallelamente alla pianificazione urbanistica, il Piano del Commercio dovrà, in particolare per la media e grande distribuzione, verificare e concretizzare il rapporto fra le destinazioni commerciali urbanistiche e le corrispondenti autorizzazioni prettamente commerciali. Impegni prioritari, restano un’opportuna risoluzione di situazioni relative ai siti dismessi, la valorizzazione del centro storico e dei centri commerciali naturali come poli integrati e competitivi e la continuazione del processo di integrazione tra gli operatori attraverso la creazione di consorzi o di società di gestione e promozione tra gli stessi. Fra le iniziative: la promozione e la gestione comune di politiche commerciali e di servizi comuni (trasporti, parcheggi, arredo, illuminazione, organizzazione eventi); la realizzazione di infrastrutture, in particolare parcheggi, a ridosso del centro storico; la graduale e concordata pedonalizzazione di parti del territorio partendo da sperimentazioni di aree del centro stesso. Fra i progetti futuri, l’avvio dello spostamento del mercato coperto interessato ad un progetto di finanza da realizzarsi con capitali privati e la riorganizzazione e bonifica dell’area mercato di Via Rossetti.

Artigianato

Puntiamo al potenziamento e al completamento dei piani per favorire la creazione delle aree artigianali integrate con servizi annessi. In continuità con l’impegno della passata consiliatura, guardiamo ad una maggiore flessibilità normativa per le attività connesse a quelle artigianali ed alla riconversione di siti dismessi per la creazione di servizi alle imprese e annesse attività, insieme a nuove iniziative formativo-lavorative. Resta obiettivo prioritario la piena attuazione del piano per la zona artigianale (F2/ Borgo Piave) finalmente approvato dal Comitato tecnico regionale che consentirà l’insediamento di 400 imprese.

Industria

L’implementazione ed il potenziamento dello S.U.A.P. dovrà prevedere la costituzione di una Task Force di assistenza alle imprese in stato di difficoltà che necessitano di sostegno negli adempimenti amministrativi verso l’Ente Comune, nonché una risposta immediata alle richieste di permessi di costruire o di variazioni da parte delle imprese stesse. Impegno per incentivi e sostegni alle piccole e medie imprese che decidono di iniziare la propria attività nel territorio del Comune di Latina, con disposizioni volte ad esentare, ove possibile, o alleviare, per i tre anni successivi alla loro costituzione, il carico dei tributi locali

Agricoltura

L’agricoltura è un settore trainante dell’economia locale. Con le sue 3653 aziende il Comune di Latina è il primo Comune agricolo d’Italia. E’ necessaria grande attenzione alle problematiche del settore anche e soprattutto in previsione di un maggiore sviluppo dell’economia legata all’agroalimentare. importante è anche lo sviluppo del MOL, che si avvia ad essere un mercato ortofrutticolo di riferimento per la città ed i Comuni di tutta la fascia dei Lepini.

Restano impegni di questa Amministrazione:

- Valorizzare l’agricoltura come risorsa economica, sociale e ambientale per garantire alle imprese agricole del territorio opportunità di sviluppo e reddito in un quadro di piena integrazione con gli interessi della collettività del territorio dove esse operano.

- Rafforzare la competitività dell’agro-alimentare del Comune, che vanta prodotti d’eccellenza, per far fronte alla globalizzazione dei mercati aumentando e lavorando per la distintività delle produzioni (marchi DOC e IGP).

- Favorire una politica di razionalizzazione e integrazione delle filiere agro-alimentari sostenendo e facilitando la penetrazione commerciale sui mercati globali.

- Favorire la creazione e lo sviluppo di filiere agro-energetiche per la produzione di forme di energia rinnovabile ed eco-sostenibile come per es. le biomasse, i bio-carburanti, il biogas, il fotovoltaico.

- Sostenere l’affermazione di processi di riduzione della filiera agro-alimentare e la diffusione della vendita diretta, sia in forma singola che associata, offrendo ai cittadini-consumatori l’opportunità di fare i propri acquisti pagando prezzi più bassi.

- Istituire il REGISTRO DELLE IMPRESE multifunzionali per consentire alle imprese agricole di ricavare ulteriori redditi aziendali. Il registro comprenderà i settori della vendita diretta, dell’agriturismo, delle fattorie didattiche, dei servizi per la manutenzione del territorio, delle energie verdi.

- Resta ferma la volontà di conferire una delega esterna ad hoc e di istituire lo Sportello per l’Agricoltura: iniziative che intendo portare avanti con la concertazione delle associazioni di categoria sia confederali che autonome dalle quali sono in attesa di ottenere indicazioni e linee di indirizzo; resta inteso che il delegato dovrà agire di concerto con l’assessore alle AA.PP.

- Resta l’impegno di istituire i distretti rurali della bufala e del florovivaismo nell’ottica più generale della concertazione che ci vedrà impegnati anche ad insediare il Tavolo Verde aperto alla partecipazione di tutti i soggetti interessati

Turismo

Un vero e positivo sviluppo del Turismo, sia qualitativo che quantitativo, è legato all’esito della pianificazione della Marina nonché alla realizzazione di collegamenti viari importanti e alla portualità. In particolare per il Lido, si tratta di impegnarsi per uno sviluppo che recepisca anche gli esiti del Concorso internazionale di idee e che realizzi la migliore soluzione che consenta il rispetto del valore ambientale e paesaggistico, la rimozione dell’attuale barriera edilizia, una nuova collocazione agli insediamenti residenziali e di servizio nell’ottica del pieno sviluppo turistico del lido medesimo e che preveda anche il collegamento con le isole pontine. Particolare attenzione sarà data alla valorizzazione dei siti storici, ambientali, culturali ed archeologici e nuovo impulso sarà dato ai progetti già in corso e tra questi all’area integrata “Latina tellus”

Lavoro

L’incidenza dell’Amministrazione Comunale sulle possibilità di incrementare nuovi posti di lavoro è indiretta, anche se può essere importante il ruolo che può recitare il Comune nel creare occasioni capaci di determinare a loro volta nuove opportunità occupazionali. Lo sviluppo della Marina, come già in precedenza sottolineato (Porto di Foce Verde, approdo di Rio Martino, attuazione del piano dei campeggi, sistema integrato Centro Benessere-Facoltà di Medicina- corsi infermieristici e terapeutici; definizione della scelta aeroportuale) lo snellimento e la velocizzazione della macchina comunale nelle risposte ai cittadini, in particolare alle istanze di realizzazioni produttive, rappresentano momenti importanti e concreti per incoraggiare e sostenere nuove opportunità di lavoro. In tale prospettiva va adeguatamente potenziata ed indirizzata l’attività dell’INFORMAGIOVANI che, oltre ai tradizionali compiti di orientamento, deve assumere anche un ruolo di iniziativa per sensibilizzare l’Amministrazione ai problemi del mondo giovanile. Vanno avviati progetti e iniziative di formazione professionale e avviamento al lavoro, in collaborazione con enti e società operanti sul territorio, promossi stages presso aziende locali e sostenuto un programma che preveda un più stretto rapporto tra scuola e impresa al fine di far conoscere ai giovani il mondo del lavoro e favorirne la crescita professionale. In particolare, devono essere realizzati progetti per l’avviamento al lavoro dei disabili, da qualificare attraverso lo sviluppo delle loro capacità potenziali in strutture pubbliche quali il Comune stesso, la Asl, i presidi ospedalieri e l’Università.

Bilancio – Tasse - Tributi – Tariffe

Nel rispetto della solidarietà e dell’equità sociale che hanno sempre caratterizzato l’azione dell’Amministrazione, restano fissati gli obiettivi di contenimento del carico fiscale, in linea con le determinazioni assunte nel bilancio di previsione 2007 che non ha visto aumentata l’addizionale IRPEF ma ridotte l’ICI per la prima casa e l’imposta per la pubblicità. Ribadiamo l’impegno ad un serrato controllo delle tariffe smaltimento rifiuti, valutando la possibilità di riduzione in rapporto delle stesse all’esito della raccolta differenziata contemporaneamente al migliore funzionamento dell’intero attuale sistema e rapporto Comune-Latina Ambiente.

Sicurezza

Necessario lavorare per creare una nuova cultura della legalità, per un patto collettivo con i cittadini che comporta diritti e doveri per tutti.L’obiettivo è arrivare ad una città aperta, accogliente, integrata e solidale. Lavoriamo, però, anche e soprattutto per rispondere a una domanda forte che ci viene dalla comunità e che riguarda la sicurezza. Per noi il diritto alla sicurezza è un valore fondamentale che va garantito a tutti. Per questo intendiamo sostenere con convinzione e determinazione l’azione delle forze dell’ordine tesa a garantire la legalità e l’ordine pubblico, per questo lavoriamo per vedere rafforzata nel territorio la loro presenza per l’azione di controllo e prevenzione. Le positive esperienze di coordinamento già avviate vanno sostenute e intensificate. Va promosso l’interscambio operativo, informativo e formativo tra i vari corpi di polizia e l’insieme dei soggetti che nel territorio possono costituire una solida rete di prevenzione. In questa direzione abbiamo previsto di rafforzare l’organico e il ruolo complessivo della polizia municipale, con l’istituzione dei distaccamenti in tutti i borghi. Nel Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza dobbiamo continuare a collaborare con sempre maggiore disponibilità e incisività con gli organi competenti e con la magistratura per stroncare la grande criminalità e ogni tentativo di infiltrazione nell’economia locale. Allo stesso tempo intendiamo proseguire il lavoro avviato sul tema della dissuasione e della prevenzione, sia operando sul sociale per evitare il formarsi di aree di emarginazione, sia sugli spazi urbani (in particolare nelle periferie e sul litorale) per migliorarne la qualità, la vivibilità e la sicurezza. Il bisogno di sicurezza non deve riguardare soli i temi dell’ordine pubblico, ma l’insieme delle condizioni di vita e del lavoro delle persone. La presenza e la diffusione di reti di protezione sociale è una delle altre condizioni fondamentali per affermare il diritto alla sicurezza. Dalla sanità ai servizi alla persona è necessario che sia forte la capacità di rispondere alle situazioni di bisogno che fanno sentire sole le persone, a partire da quelle che sono nelle condizioni più svantaggiate. Anche la sicurezza ambientale e la sicurezza della salute sono bisogni molto forti che richiedono risposte nuove che, nel rispetto delle disposizioni europee e nazionali, devono assicurare regole e standard che sempre più sappiano difendere la salute e la salubrità dell’ambiente. Va affermato il diritto alla sicurezza sul lavoro. Occorre rafforzare la cultura della prevenzione e della legalità e impegnarsi affinchè le nuove forme di organizzazione del lavoro non prescindano dalla sicurezza dei lavoratori e dei luoghi di lavoro. Il programma dell’Amministrazione ha, poi, tra le sue priorità il rafforzamento, il monitoraggio e la tutela della sicurezza stradale ai fini della riduzione del numero delle vittime. Sono punti prioritari: interventi per la sicurezza con fluidificazione della circolazione; messa in sicurezza di strade e crocevia su tutto il territorio comunale; illuminazione degli incroci; realizzazione di parcheggi pubblici di interscambio; interventi di bonifica e messa in sicurezza di siti inquinati e/o interessati al deposito incontrollato dei rifiuti.
Per garantire l’ordinato vivere civile, la tranquillità e la sicurezza dei cittadini l’Amministrazione Comunale è impegnata a portare avanti le realizzazioni già programmate e avviate nella precedente consiliatura, relativamente alla presenza e al potenziamento della presenza delle Forze dell’Ordine, in particolare nei nuovi quartieri Q4 e Q5 (con l’istituzione della nuova sede del Comando della Guardia di Finanza nell’edificio Ex Icos sulla Pontina; l’istituzione di nuova Compagnia dei Carabinieri e postazioni distaccate dei Vigili Urbani). Tra gli impegni assunti restano prioritari: il ripristino del posto di Polfer presso la stazione ferroviaria; il posizionamento di punti di soccorso e pronto intervento sul litorale con presenza continua dell’assistenza ai bagnanti; la prosecuzione del ‘contratto per la sicurezza’ stipulato con la Prefettura con potenziamento dell’azione di presidio della Polizia Municipale; la prosecuzione del progetto ‘Scuola sicura’ in collaborazione con organismi non lucrativi ed organizzazioni di volontariato. Attenzione particolare sarà poi rivolta al problema dell’usura, in continuità con l’impegno e gli interventi da sempre svolti dall’Amministrazione Comunale. Tra le iniziative da mettere in campo sul piano della sicurezza, anche quelle finalizzare ad ottenere un distaccamento permanente della Capitaneria di Porto ed un distaccamento sanitario nell’area della marina di Latina.

Qualità urbana

Il verde in città deve essere considerato come una grande opera pubblica, ideale per lo sviluppo ambientale ed urbano sostenibile. La vegetazione dell'ecosistema urbano, perché svolga al meglio il suo ruolo, deve essere integrato nell'insieme degli obiettivi della pianificazione urbanistica. Il verde in città dovrà assumere una grande importanza perché offre una ampia serie di opportunità per il miglioramento ambientale.

Azienda Comune

Sarà proseguita la strada intrapresa della modernizzazione dell’apparato burocratico, sia con le riforme della Pubblica Amministrazione sia nell’ottica di creare l’Azienda Comune. In tale prospettiva, resta l’impegno: di snellire e semplificare ulteriormente le procedure; garantire maggiore efficienza e rapidità nelle risposte e nel servizio ai cittadini, sviluppare le tecnologie e le applicazioni informatiche; promuovere una vera trasparenza sull’impiego delle risorse pubbliche e la connessa produzione dei risultati attraverso la sviluppo del sistema dei controlli interni e l’attivazione di strumenti più evoluti di rendicontazione rivolti ai cittadini; riqualificare tutti gli aspetti di relazione con i cittadini rafforzando i meccanismi di tutela degli stessi e promuovendo un continuo miglioramento della qualità delle prestazioni; rinnovamento delle politiche del personale con particolare attenzione agli aspetti di adeguamento, sviluppo delle professionalità e valorizzazione del merito. E’ in questa logica, ed anche per rispondere ai maggiori e più gravosi compiti derivanti dal sempre più consistente ed oneroso passaggio di competenze agli Enti Locali, che porteremo a 14 il numero della rappresentanza di giunta, con una diminuzione dei compensi agli assessori in linea con le determinazioni che a livello nazionale stanno per essere assunte in materia. Occorre continuare a mettere sempre al centro dell’azione amministrativa il cittadino, con le sue esigenze ed aspettative, al fine di renderlo protagonista e partecipe delle scelte dell’Amministrazione medesima. Nuovo impulso sarà dato alle circoscrizioni, affinché – nel rispetto delle normative nazionali in materia – possano sempre più rappresentare un’opportunità di decentramento amministrativo e dei servizi a vantaggio delle popolazioni residenti in particolare nei borghi.

Read Post | commenti
 
© Copyright Agropontinonotizie.com 2011 - Some rights reserved | Powered by telegolfo.com.
Template Design by cb-informatica | Published by cb-informatica and cb-informatica